Giovedì, 28 ottobre 2021 - ore 03.44

Vaccinarsi è un dovere per tutti | Giuseppe Azzoni (Cremona)

Per il vaccino si deve dire un gigantesco grazie a chi lo ha approntato

| Scritto da Redazione
Vaccinarsi è un dovere per tutti | Giuseppe Azzoni (Cremona)

Vaccinarsi è un dovere per tutti | Giuseppe Azzoni (Cremona)

Signor direttore, nell'importantissimo dibattito aperto sulla vaccinazione anticovid vorrei proporre alla riflessione dei dubbiosi un esempio ben comprensibile da noi padani.

Per il vaccino si deve dire un gigantesco grazie a chi lo ha approntato ed in tempi così brevi da salvare tantissime vite umane.

Io paragonerei la vaccinazione generalizzata alle arginature dei grandi fiumi che difendono da disastrose alluvioni.

Sappiamo che qualche alluvione rimane possibile ma siamo da secoli tutti concordi nel costruire gli argini. Anche a rinforzarli nelle emergenze con obblighi relativi (persino alla «spera in dio» come quando nel 1951 nel casalasco ci salvammo alzando l’argine con sacchi di terra, mio padre portò anche me ragazzo a riempire sacchi, ma c’erano proprio tutti).

Chi si oppone per individualistica libertà (non giustificata da particolari ragioni mediche) lo vedrei come un proprietario di terreno fronte argine che pretendesse di mantenere un varco dell'argine nel «suo» tratto.

Evidentemente assurdo. Ma sfiora l’assurdo anche il voler avere la «libertà» di diffondere virus con probabilità fortemente maggiori a chi si vaccina. Una comune difesa da un morbo terribile è un dovere di tutti.

Chi poi addirittura si scatena con violenza come certi no vax mi appare come uno che va a picconare l’argine mentre passa la piena.

Giuseppe Azzoni Cremona)

321 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online