Lunedì, 25 gennaio 2021 - ore 05.21

VIA LIBERA ALLA STATIZZAZIONE DEL CONSERVATORIO MONTEVERDI

A seguito dell’approvazione in Aula dell'emendamento che prevede l’integrazione del fondo per il graduale completamento del processo di statizzazione degli Istituti Musicali Pareggiati del comparto AFAM, invio l’allegato comunicato stampa con le dichiarazioni del Presidente e del Direttore dell’Istituto superiore di studi musicali Claudio Monteverdi e del Sindaco di Cremona.

| Scritto da Redazione
VIA LIBERA ALLA STATIZZAZIONE DEL CONSERVATORIO MONTEVERDI

VIA LIBERA ALLA STATIZZAZIONE DEL CONSERVATORIO MONTEVERDI

A seguito dell’approvazione in Aula dell'emendamento che prevede l’integrazione del fondo per il graduale completamento del processo di statizzazione degli Istituti Musicali Pareggiati del comparto AFAM, invio l’allegato comunicato stampa con le dichiarazioni del Presidente e del Direttore dell’Istituto superiore di studi musicali Claudio Monteverdi e del Sindaco di Cremona.

 

Buone notizie per Cremona e in particolare per il Conservatorio ‘Claudio Monteverdi’ – Istituto Superiore di Studi Musicali dalla Legge di Bilancio: è di mercoledì mattina, 29 novembre, la conferma dell’approvazione di un emendamento che dà un segnale importante per quel che riguarda il processo di statizzazione degli ex Istituti Musicali Pareggiati in Italia, tra i quali c’è appunto il Monteverdi.

L’emendamento approvato prevede infatti l’integrazione del fondo per il graduale completamento del processo di statizzazione degli Istituti Musicali Pareggiati del comparto AFAM per un importo di 5 milioni per l’anno 2018, di 10 milioni per l’anno 2019 e di 35 milioni a decorrere dall’anno 2020. La misura completa quanto era stato già avviato con la cosiddetta “manovrina” di giugno scorso.

Ai Comuni sede di Conservatorio rimarrà dunque la copertura delle spese di funzionamento delle strutture del Conservatorio.

Soddisfazione da parte del Presidente Andrea Rurale che dichiara “La Statizzazione eleva l’Istituto a rango nazionale come Conservatorio e questo impone il mantenimento e se possibile un ulteriore innalzamento dell’offerta formativa di Alta Formazione. Il Monteverdi manterrà comunque il rapporto con la città di Cremona della quale è parte integrante e per la quale proseguirà e consoliderà il suo ruolo di riferimento nell’insegnamento della musica attraverso i suoi corsi liberi che già da quest’anno vantano una direzione scientifica da parte di un docente del Conservatorio”.

Sulla stessa linea il Direttore Andrea Cigni: “Dopo l’accreditamento ECHE Erasmus Plus e l’attivazione di 15 nuove Scuole per Diplomi di Primo Livello, l’aumento degli iscritti, l’avvio dei percorsi di scambi internazionali con Valencia e l’Estonia e alcuni nuovi progetti con altre importanti città europee, si completa un percorso importante per il Conservatorio di Cremona, che già vanta un’offerta formativa e di produzione artistica qualificate e ben strutturate”.

Lo stesso Sindaco di Cremona, unitamente agli altri Sindaci delle città coinvolte dal processo di statizzazione, esprime il proprio ringraziamento al Governo e al Parlamento per questo passaggio storico e atteso da tanti anni. In particolare “grazie al SottoSegretario Luciano Pizzetti per il paziente, costante e grande lavoro svolto. I sindaci delle città lombarde che ospitano pareggiati si sono uniti insieme ai loro conservatori per questa battaglia fin dal 2015. Questo risultato strategico arriva in un momento di grande crescita del nostro Conservatorio Monteverdi. Grazie al lavoro del Presidente, del Direttore, del Cda e di tutti gli insegnanti e grazie a tutti gli studenti che lo frequentano. Crescita in numero di corsi, in numero di studenti, in qualità delle proposte, crescita del collegamento con la città e della capacità di relazioni internazionali. Il nostro Conservatorio anche all’interno del Distretto culturale della liuteria è uno dei capisaldi fondamentali della cultura e della vita della nostra città e lo sarà sempre di più”.

Info: segreteria Conservatorio – 037222423

 

779 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online