Lunedì, 20 maggio 2019 - ore 23.00

(Video) Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 13/02/2019: Cinghiali e Nutrie, Trasporto pubblico, Fondo Famiglia, Diritto allo Studio

Cinghiali e nutrie: territori ostaggio di una normativa sbagliata; Trasporto Pubblico: Toninelli e Terzi mentono spudoratamenete; Fondo politiche per la famiglia; Programmazione del sistema di istruzione.

| Scritto da Redazione
(Video) Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 13/02/2019: Cinghiali e Nutrie, Trasporto pubblico, Fondo Famiglia, Diritto allo Studio (Video) Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 13/02/2019: Cinghiali e Nutrie, Trasporto pubblico, Fondo Famiglia, Diritto allo Studio (Video) Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 13/02/2019: Cinghiali e Nutrie, Trasporto pubblico, Fondo Famiglia, Diritto allo Studio


(Video) Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 13/02/2019: Cinghiali e Nutrie, Trasporto pubblico, Fondo Famiglia, Diritto allo Studio

Cinghiali e nutrie: territori ostaggio di una normativa sbagliata; Trasporto Pubblico: Toninelli e Terzi mentono spudoratamenete; Fondo politiche per la famiglia; Programmazione del sistema di istruzione.

Video della settimana : Il consiglio regionale come la foresta di Sherwood? Smog, trasporto pubblico, caporalato e caccia.

CINGHIALI E NUTRIE, PILONI (PD): "TERRITORI OSTAGGIO DI UNA INCONGRUENZA NORMATIVA, LA REGIONE DEVE INTERVENIRE AL PIU’ PRESTO" Una modifica urgente e indifferibile alla legge 157 del 1992, per permettere di far funzionare i diversi piani di abbattimento della fauna selvatica e nociva - che si tratti di cinghiali, di nutrie o di piccioni - è quanto il gruppo del PD torna a chiedere con forza all’assessore Rolfi, attraverso una interrogazione con risposta in commissione presentata nei giorni scorsi. “Nello specifico – spiega il capodelegazione del PD in commissione Agricoltura Matteo Piloni – basterebbe una piccola modifica all’articolo 19 che, nella definizione dell’attuazione dei piani di abbattimento non prevede l’utilizzo delle cosiddette guardie venatorie volontarie, quegli operatori espressamente autorizzati dalla Regione, opportunamente selezionati e addestrati attraverso specifici corsi di preparazione alla gestione faunistica che sono previsti invece dall’articolo 41 della nostra legge regionale 26 del 1993”. “Questa incongruenza normativa – sottolinea il consigliere - ha dato luogo a diverse situazioni spiacevoli e poco chiare, mettendo in difficoltà molte province che, non avendo ricevuto alcuna direttiva dalla Regione, sono state costrette a interrompere gli interventi su molti territori, con le conseguenze che possiamo immaginare”. “Per il mancato accordo tra la Lega e il M5S a Roma, tutti i tentativi fino ad ora sono stati vani – fa sapere Piloni - non ultimo lo stralcio dalla legge di semplificazione di un emendamento che andava proprio in questa direzione”. “Ci auguriamo che l’assessore Rolfi, in commissione, si assuma le sue responsabilità e ci dia le risposte opportune” conclude il consigliere dem.

-----------------------

TRASPORTO PUBBLICO: PILONI (PD), “SUL RIPRISTINO DEI 52 MILIONI DI EURO PER LA LOMBARDIA TONINELLI E TERZI MENTONO SPUDORATAMENTE” L'ASSESSORE VENGA IN COMMISSIONE A RIFERIRE “Toninelli e la Terzi mentono sapendo di mentire. Lo sblocco dell'80% del fondo dei trasporti è una procedura standard già attesa ma la parte bloccata, pari a 300 milioni, di cui 52 per la Lombardia, può essere resa disponibile solo con un decreto del presidente del Consiglio dei ministri previa verifica del raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica, prevista per il mese di giugno. Oggi non c'è nessun decreto e la manovra di bilancio, che contiene il blocco dei fondi, è ancora pienamente in vigore. È anche evidente che con il rallentamento dell'economia italiana oggi in atto è ben difficile che quegli obiettivi di finanza pubblica siano raggiunti. Toninelli e Terzi, quindi, vendono spudoratamente uno stanziamento già previsto per lo sblocco di una somma che è ancora congelata. La situazione è identica a ieri: senza quelle risorse le agenzie dovranno tagliare le corse e ridurre il servizio. Non lo diciamo noi, ma le agenzie e le aziende del trasporto pubblico locale che ieri abbiamo riunito a Palazzo Pirelli. I tagli riguardano anche Trenord e in provincia di Cremona continuano anche in questi giorni ritardi e sopressioni, alla faccia del piano straordinario dell'amministratore delegato Piuri! L'assessore Terzi venga in commissione e abbia il coraggio di dire ai consiglieri e ai cittadini come stanno davvero le cose.” Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni in merito alla nota del ministro dei trasporti Danilo Toninelli e dell'assessore regionale Claudia Terzi con le quali viene annunciato lo sblocco della quota di 300 milioni del fondo nazionale dei trasporti, di cui 52 per la Lombardia, che la manovra del Governo ha congelato, all'interno di un fondo di due miliardi, a garanzia del raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica. Qualora questi obiettivi non fossero raggiunti, come oggi pare probabile, quelle risorse verrebbero tagliate dai rispettivi capitoli di spesa.

 ------------------

TRASPORTO PUBBLICO: PILONI (PD), “L'IMMOBILISMO DELLA REGIONE RISCHIA DI LASCIARE A PIEDI I PENDOLARI” Presenteremo una proposta di revisione della legge regionale sui trasporti per favorire l'indizione delle gare per l'affidamento del servizio. Ad affermarlo, in occasione dell’incontro “La locomotiva 2”, organizzato sul tema oggi a palazzo Pirelli dal gruppo regionale del Pd, è il consigliere Matteo Piloni che spiega: “Agenzie del Trasporto pubblico, sindacati e aziende intervenuti oggi hanno concordato in maniera unanime sulla necessità di aggiornare la legge regionale sul trasporto pubblico locale per dare finalmente attuazione a una norma che mantiene un impianto positivo. Il nodo è la possibilità di fare le gare per assegnare il servizio, indispensabili ad attrarre investimenti e, di conseguenza, a migliorare le condizioni di vita dei pendolari”.

“Il nostro intento - continua Piloni – è consentire di sperimentare da subito l’integrazione tariffaria nei territori che sono pronti e, tramite lo scomputo dell’Iva, offrire una risposta immediata all’esigenza di stabilità delle risorse che tutti gli attori chiedono”.

“Durante l’incontro - conclude Piloni - i sindacati hanno denunciato il taglio delle risorse da parte del cosiddetto Governo del cambiamento, tagli che in Lombardia ammontano a 52 milioni di euro. A denunciare i tagli governativi e la debolezza della giunta regionale sono state anche le associazioni delle aziende che domani incontreranno l’assessore regionale ai Trasporti, Claudia Terzi per chiedere ancora una volta stabilità per un settore profondamente in crisi”.

------------------------

Matteo Piloni inoltra copia della delibera 1206 -  FONDO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA ANNO 2018 - D.M. 6/11/2018: DESTINAZIONE E CRITERI DI RIPARTO.

Vedi allegato

---------------------------

Matteo Piloni inoltra questa delibera n. 1177 del 28 gennaio 2019 “PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNITARIO DI ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO DELLA REGIONE LOMBARDIA PER L’ANNO SCOLASTICO E FORMATIVO 2019/2020”.

La delibera approva per l’anno scolastico e formativo 2019/2020 la struttura del sistema unitario di istruzione, formazione e lavoro di Regione Lombardia così articolata:

  • “Dote Scuola” per il sostegno del diritto allo studio, finalizzati a garantire il consolidamento del sistema scolastico e il potenziamento delle opportunità per le famiglie lombarde, costituiti dalle misure sotto riportate e meglio dettagliate nell’Allegato “A”, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione:
  • Buono scuola;
  • Sostegno agli studenti disabili;
  • Integrazione scolastica dei bambini con disabilità frequentanti le scuole dell’infanzia autonome non statali e non comunali,
  • Contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica;
  • Riconoscimento del merito;

Nell’Allegato “B”, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, Sistema di Istruzione e formazione professionale:

  • Sistema di IeFP;
  • Apprendistato di primo livello (art. 43 d.lgs 81/15);
  • Azioni per la promozione e consolidamento del sistema di formazione professionale;

vedi allegato 

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

Allegato PDF 2

345 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online