Giovedì, 18 ottobre 2018 - ore 19.49

(Video) Smart Land - Dire e Fare A Cremona il ‘laboratorio operativo’ per l’innovazione

25 relatori tra esperti, imprese, operatori ICT e utilities si sono incontrati oggi al Polo per l’Innovazione Digitale di Cremona per parlare dei nuovi modelli di servizio e di soluzioni concrete per l’innovazione nei settori agri-food e non solo

| Scritto da Redazione
(Video) Smart Land - Dire e Fare A Cremona il ‘laboratorio operativo’ per l’innovazione (Video) Smart Land - Dire e Fare A Cremona il ‘laboratorio operativo’ per l’innovazione (Video) Smart Land - Dire e Fare A Cremona il ‘laboratorio operativo’ per l’innovazione (Video) Smart Land - Dire e Fare A Cremona il ‘laboratorio operativo’ per l’innovazione


Smart Land - Dire e Fare A Cremona il ‘laboratorio operativo’ per l’innovazione

25 relatori tra esperti, imprese, operatori ICT e utilities si sono incontrati oggi al Polo per l’Innovazione Digitale di Cremona per parlare dei nuovi modelli di servizio e di soluzioni concrete per l’innovazione nei settori agri-food e non solo

 Presso il Polo per l’Innovazione Digitale, 25 relatori hanno dialogato oggi a Cremona - presentando riflessioni e soluzioni - sul tema “Smart Land – Dire e Fare”.

Il convegno, promosso da LGH, A2A Smart City e CRIT, è stato introdotto dai saluti di Carolina Cortellini, Presidente CRIT, Maura Ruggeri, Vice Sindaco di Cremona, Antonio Vivenzi, Presidente LGH, Giovanni Valotti, Presidente A2A e Utilitalia e Gian Domenico Auricchio, Presidente C.C.I.A.A. di Cremona.

Cos’è una Smart Land? E’ un ambito territoriale nel quale, grazie alla leva di politiche diffuse e condivise tra pubblica amministrazione, imprese e cittadini, aumentano competitività ed attrattività sulla base di eccellenze peculiari.

Smart Land è, ad esempio, portare tecnologie come l’IoT nell’agricoltura, per raccogliere e analizzare dati che diventano nuova conoscenza, reagire in tempo reale al mutare della situazione sul terreno, programmare e comandare da remoto macchine sempre più intelligenti, con benefici crescenti in termini di efficienza e produttività.

“Cremona, porta oggi nuovamente in luce la sua connotazione di servizio e di laboratorio operativo per l’innovazione anche attraverso la nascita del terzo polo tecnologico di A2A, con una forte specializzazione su temi Smart Land e Smart Agrifood al servizio del territorio”, ha detto Massimiliano Masi, Amministratore Delegato LGH. “La capacità di continuare a garantire i servizi tradizionali e contemporaneamente puntare all’applicazione della tecnologia IoT in città e nelle aree rurali proietta LGH nel ruolo di utility del futuro, radicata nel territorio d’origine”.

Fondamentale è il dialogo tra centri urbani dalle profonde radici e campagne sede di agricoltura di eccellenza. Il sociologo Aldo Bonomi, con un contributo video fatto avere agli organizzatori del Convegno, parlando della missione del Polo per il territorio ha proposto un mission trasversale ed inclusiva per i territori ‘di provincia’: “Serve portare i margini al centro ed il centro ai margini. Le innovazioni tecnologiche hanno iniziato questo processo, ma non sempre vengono capite. Fare Smart Land significa che la comunità locale prenda coscienza di sé”.

Carolina Cortellini, Presidente CRIT - Polo per l'Innovazione Digitale ha sottolineato come "Il Polo per l'Innovazione Digitale, che ha scelto la Smart Land come elemento distintivo della propria progettualità, guarda con favore a questo progetto territoriale. Il Polo si impegna ogni giorno nella diffusione della cultura digitale al servizio della SmartLand. Comunità più vive ed imprese più competitive sono traguardi che muovono il nostro lavoro di tutti i giorni”.

 Anche, Giovanni Valotti, Presidente A2A, ha messo in luce la nuova occasione per Cremona: “Le Utilities hanno avuto storicamente un ruolo decisivo nello stendere le reti fisiche nei territori. Oggi sono chiamate alla sfida dell’infrastrutturazione digitale attraverso le nuove tecnologie. Puntiamo molto sul polo di Cremona, con l’ambizione di renderlo punto di riferimento a livello nazionale per le Smart land”.

Nel pomeriggio si sono susseguiti tanti interventi ad arricchire di casi ed esemplificazioni sulla Smart Land già alla portata di imprese e cittadini con i contributi di: Riccardo Trichilo, Presidente CSMT e AQM, Fabio Benasso, A.D. Accenture, Alessandro Manfredini, Gianni Ferretti, Pro Rettore Polo Cremona, PoliMI, Sergio Marchiori, A.D. Alperia Fiber e Alperia Smart Mobility,  Elisabetta Quaini,  Consigliere Libera Associazione Agricoltori, Maurizio Manzi, Assessore all’Innovazione Comune di Cremona, Pietro Pagliuca, Direttore generale ABACO, Alessandro Felici, A.D. Mobike e Marco Lombardi, direttore Generale Padania Acque.

In allegato altro materiale illustrativo e gli interventi all'iniziativa

Nel 1° video le opinioni di Gerardo Paloschi - Direttore Sviluppo Territoriale LGH,Marco Moretti - Presidente A2A Smart City,Federico Vecchioni - A.D. Bonifiche Ferraresi, Riccardo Trichilo - Presidente CSMT e AQM

Nel 2° Video La presentazione del progetto Smart Land - Dire e Fare A Cremona 

Riprese di Gian Carlo Storti welfare cremona 20 aprile 2018

Tutti gli altri video del sito del welfare li trovi qui  https://www.welfarenetwork.it/video/

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

Allegato PDF 2

Allegato PDF 3



4471 visite

Articoli correlati