Sabato, 01 aprile 2023 - ore 15.02

Stagionali slovacchi troppo cari, gli agricoltori assumono stranieri

| Scritto da Redazione
 Stagionali slovacchi troppo cari, gli agricoltori assumono stranieri

In seguito alle modifiche al Codice del lavoro che hanno equiparato dallo scorso anno gli accordi di lavoro ‘dohoda’ (tipo co.co.pro) al lavoro dipendente, molti agricoltori hanno iniziato ad utilizzare per i loro impieghi stagionali dei lavoratori stranieri, lamentandosi che gli slovacchi sono diventati troppo costosi per loro. Ne scrive ieri in un articolo il quotidiano Sme. Per i coltivatori slovacchi è più conveniente assumere ucraini, bulgari o romeni, che si accontentano di salari inferiori.

Un’agenzia di risorse umane ha detto al giornale che in effetti anche loro hanno registrato un  aumento della manodopera proveniente da Romania e Bulgaria. Un’altra ricorda che il costo del lavoro per gli addetti assunti con accordi è rincarato di circa un terzo nell’ultimo anno, dato che anche i dohoda sono soggetti a contributi e tasse come un qualsiasi dipendente.

Fonte: http://www.buongiornoslovacchia.sk/index.php/archives/44118

2014-02-16

1280 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

La Commissione europea ha aperto oggi, 9 luglio, un invito a presentare proposte, con uno stanziamento di 35 milioni di euro, a favore dello sviluppo dell’analisi delle immagini medicali per la diagnosi del cancro, basata sull’intelligenza artificiale, e di altri strumenti e tecniche di analisi per la prevenzione, la previsione e la cura delle forme più comuni di cancro.