Mercoledì, 14 aprile 2021 - ore 18.26

52a Convenzionale nazionale bahá’í italiana

| Scritto da Redazione
52a Convenzionale nazionale bahá’í italiana

Ieri alle 12.30 si è conclusa ad Acuto (Frosinone) la 52a Convenzionale nazionale bahá’í italiana, l’incontro durante il quale 57 bahá’í, appositamente eletti a suffragio universale, hanno eletto l’Assemblea Spirituale Nazionale dei Bahá’í d’Italia. Questa istituzione è l’organo direttivo nazionale della comunità, riconosciuto dallo Stato italiano, i cui membri servono la comunità senza percepire alcun tipo di emolumento. Fra gli scopi fondamentali del suo lavoro vi è la promozione del progresso della civiltà mediante la realizzazione degli ideali bahá’í, come l’unità dell’umanità e delle religioni, il rispetto dei diritti umani, l’equilibrio fra la scienza e la religione, l’educazione universale, l’equilibrio fra gli aspetti materiali e spirituali della vita. I delegati convenuti si sono consultati su vari temi, fra i quali la promozione di un processo educativo per varie fasce di età, dall’infanzia all’età matura, con particolare attenzione agli adolescenti, dai 12 ai 15 anni, ed ai giovani fino a 30 anni. In tutto il mondo, infatti, la comunità bahá’í è impegnata in un processo di apprendimento per costruire nei giovani la capacità di trasformare se stessi e migliorare l’ambiente in cui vivono. Il lavoro dei delegati presenti si è quindi concentrato su come sostenere il movimento dei giovani che si sta avviando anche nel nostro paese e che potrà trarre grande impulso da un convegno nazionale per tutti i giovani, che si terrà dal 1° al 5 agosto a Verona.
Julio Savi
Addetto stampa
dell'l’Assemblea Spirituale Nazionale
dei Bahá’í d’Italia
27 maggio 2013

783 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria