Lunedì, 22 aprile 2019 - ore 18.14

A Crema ‘Era tutto... troppo bello’ Sabato 13 aprile Presentazione del volume: Francesca Eva Della Noce

Ricordi d'infanzia e adolescenza di una bambina di campagna degli anni Trenta e Quaranta del XX secolo

| Scritto da Redazione
A Crema ‘Era tutto... troppo bello’ Sabato 13 aprile Presentazione del volume: Francesca Eva Della Noce

A Crema ‘Era tutto... troppo bello’ Sabato 13 aprile Presentazione del volume: Francesca Eva Della Noce

Ricordi d'infanzia e adolescenza di una bambina di campagna degli anni Trenta e Quaranta del XX secolo

Data: sabato 13 aprile 2019, ore 16,30

Luogo: Libreria Cremasca, via Cavour, 41 - 26013 Crema

Presentazione del volume: Francesca Eva Della Noce, Era tutto... troppo bello. Ricordi d'infanzia e adolescenza di una bambina di campagna degli anni Trenta e Quaranta del XX secolo, Fantigrafica, Crema 2018

Sabato 13 aprile 2019 alle ore 16,30, la Libreria Cremasca torna a ospitare nei suoi locali una scrittrice: Francesca Eva Della Noce, intervistata da Annamaria Piantelli ci racconterà il volume Era tutto... troppo bello. Ricordi d'infanzia e adolescenza di una bambina di campagna degli anni Trenta e Quaranta del XX secolo, Fantigrafica, Crema 2018.

L’autrice, ottantottenne, come dichiara nella premessa, ha scritto quest’opera manualmente per esercitare le mani, afflitte dall’artrosi: così capitolo dopo capitolo scorre il romanzo della vita con un po’ di nostalgia ma senza rimpianti con la convinzione che tutto fosse “troppo bello” ma con la sensazione che è bello oggi ricordare il passato. La poesia della quotidianità domestica, la solidità delle cose semplici che danno significato alla vita, la famiglia, la vita di relazione, i parenti, i personaggi, le figure di riferimento, il lavoro, le difficoltà, la guerra, i bombardamenti, le paure, il dopoguerra, le meditazioni, la religione, la morte, i dubbi sull’esistenza di Dio, il culto, la scelta ideologica, i divertimenti, la scuola, le vacanze, i racconti, i giochi, l’osservazione della natura…

La Storia degli anni Trenta e Quaranta del XX secolo si delinea e si documenta, commisurata alla vita dei comuni mortali, che la subiscono e la soffrono.

L’ampia e dettagliata descrizione degli usi, dei costumi, dell’ambiente, dei modi del vivere ne fannoun testo dal notevole valore antropologico.

La lettura delle 170 pagine è molto piacevole per il suo linguaggio semplice ma incisivo, per il periodare che scorre e coinvolge dall’inizio alla fine: “bello” da leggere e ricco di cultura. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

303 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online