Giovedì, 12 dicembre 2019 - ore 01.45

BILANCIO LOMBARDIA , PILONI (PD): ‘ECCO LE NOSTRE PROPOSTE PER AFFRONTARE LE DIVERSE EMERGENZE AMBIENTALI’

L’ambiente è sicuramente una delle priorità del gruppo PD che, in vista dell’assestamento di bilancio in discussione in Consiglio regionale nelle giornate di domani e dopodomani, presenterà molti emendamenti e ordini del giorno riguardanti diverse questioni.

| Scritto da Redazione
BILANCIO LOMBARDIA , PILONI (PD): ‘ECCO LE NOSTRE PROPOSTE PER AFFRONTARE LE DIVERSE EMERGENZE AMBIENTALI’

BILANCIO LOMBARDIA , PILONI (PD): ‘ECCO LE NOSTRE PROPOSTE PER AFFRONTARE LE DIVERSE EMERGENZE AMBIENTALI’

L’ambiente è sicuramente una delle priorità del gruppo PD che, in vista dell’assestamento di bilancio in discussione in Consiglio regionale nelle giornate di domani e dopodomani, presenterà molti emendamenti e ordini del giorno riguardanti diverse questioni.

A cominciare dall’amianto. “Grazie a noi la regione ha finalmente pubblicato, il mese scorso, il bando da 1 milione di euro destinato ai privati cittadini, ma purtroppo è solo l’inizio di un lungo percorso – spiega il consigliere regionale Matteo Piloni – per cui chiederemo altri incentivi per lo smaltimento per gli enti pubblici, le aziende e le fondazioni, nello specifico chiederemo 5 milioni di euro per la bonifica e altri 2 per la rimozione”.

“Per quanto riguarda invece l’emergenza inquinamento e la qualità dell’aria proporremo di incentivare l’acquisto di auto a basse emissioni chiedendo 2 milioni di euro per la rottamazione dei veicoli più inquinanti e 2 milioni per le auto elettriche – prosegue Piloni – L’ultimo rapporto di Legambiente descrive la situazione lombarda come una delle più critiche, evidentemente le misure già previste non sono sufficienti”.

Un’altra misura importante per combattere l’inquinamento dell’aria, ma anche per affrontare gli effetti dei cambiamenti climatici, è la forestazione urbana e a questo proposito Piloni fa sapere che “abbiamo chiesto un milione di euro”.

“Chiediamo poi maggiori risorse da destinare ad Arpa, l’Agenzia regionale per l’Ambiente, per il personale – specifica il consigliere - ma soprattutto per l’acquisizione di strumenti che garantiscano e potenzino gli interventi di vigilanza e controllo sul territorio, per la gestione dei fanghi in agricoltura e per il ciclo dei rifiuti e l’emergenza incendi”.

“Anche combattere lo spreco alimentare è un modo per diminuire i costi di smaltimento dei rifiuti organici e aiutare l’ambiente” spiega Piloni, illustrando il duplice obiettivo, etico ed economico, dell’ordine del giorno con cui si chiede di prevedere incentivi per i Comuni che riducano la Tari agli esercizi commerciali che cedono a titolo gratuito le eccedenze alimentari derivanti dalla propria attività, direttamente o indirettamente, alle onlus e alle famiglie indigenti.

“Per disincentivare l’utilizzo delle bottiglie di plastica e affrontare quest’altra emergenza che sta soffocando i nostri fiumi (il Po ne trascina in mare a tonnellate) proporremo invece di aumentare i canoni di imbottigliamento delle acque minerali e vietare l’utilizzo di stoviglie in plastica nelle strutture regionali”.

“E a proposito dei nostri fiumi, chiederemo incentivi per il sostegno economico alle attività di pulizia dei corsi d'acqua, perché oltre alla plastica, i nostri corsi d’acqua sono spesso funestati dalle forti piogge e da tutte le conseguenze del dissesto idrogeologico, occorre dunque mettere in atto delle misure per l’adattamento al cambiamento climatico e trovare uno strumento che snellisca le procedure, riconosca un ruolo e individui delle risorse. Il nostro ordine del giorno chiede, infatti, di definire linee guida e protocolli, al fine di favorire e valorizzare la partecipazione attiva di gruppi e associazioni di volontari di Protezione Civile, all’interno di attività periodiche programmate di monitoraggio, realizzazione di piccoli interventi di manutenzione delle sponde dei corsi d’acqua e di pulizia degli alvei, individuando opportune forme di incentivazione e sostegno”.

“Infine, ma non certo meno importante, presenteremo un ordine del giorno per ottenere una ricognizione sullo stato di avanzamento della spesa pubblica sui diversi progetti previsti dal Patto per la Lombardia in tema ambientale e non si tratta di pochi spiccioli, ma di circa 90 milioni di euro” conclude Piloni.

Milano, 24 luglio 2019

 

 

 

 

300 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online