Sabato, 25 giugno 2022 - ore 13.58

Brescia - The Renaissance in Northern Italy (b)

Fondazione Sorlini di Calvagese della Riviera ai quali si affiancherà la Galleria Palatina di Firenze- in tour europeo dal 2 giugno 2016 al 18 giugno 2017 nei tre musei Muzeum Narodowe w Warszawie, Varsavia; The National Museum of Finland, Helsinki; Rijksmuseum Twenthe, Enschede.

| Scritto da Redazione
Brescia - The Renaissance in Northern Italy (b)

Il Sindaco di Brescia Emilio Del Bono e l’Assessore alla Cultura Laura Castelletti con il Presidente di Fondazione Brescia Musei Massimo Minini e il Direttore di Fondazione Brescia Musei Luigi Di Corato presentano la mostra Brescia. The Renaissance in Northern Italy: 43 capolavori della Pinacoteca Tosio Martinengo e di altre istituzioni italiane - Pinacoteca del Castello Sforzesco di Milano, Accademia Carrara, Fondazione Moroni di Bergamo, Museo Lechi di Montichiari, Fondazione Sorlini di Calvagese della Riviera ai quali si affiancherà la Galleria Palatina di Firenze- in tour europeo dal 2 giugno 2016 al 18 giugno 2017 nei tre musei Muzeum Narodowe w Warszawie, Varsavia; The National Museum of Finland, Helsinki; Rijksmuseum Twenthe, Enschede.

L’occasione dell’annuncio di questa importante iniziativa culturale vede anche la partecipazione dei Direttori e Curatori dei rispettivi musei esteri, che si preparano ad accogliere l’esposizione: Joanna Kilian, Curatore del Museo Nazionale di Varsavia, Minerva Keltanen, Curatore del Museo Nazionale della Finlandia di Helsinki, Arnoud Odding, Direttore e Paul Knolle, Curatore del Museo Rijksmuseum Twenthe di Enschede.

Il progetto scientifico è curato dalla Fondazione Brescia Musei ed è sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalle ambasciate italiane di Polonia, Finlandia e Olanda.

Il tour europeo è organizzato in collaborazione con Start srl.

Per ciascuna sede sarà realizzata un’edizione dedicata del catalogo, che sarà sempre corredata da testi in lingua inglese; dall’Italia contribuiscono Francesco Frangi, studioso di pittura lombarda, con un saggio sul Rinascimento bresciano; Roberta D’Adda, conservatrice della Fondazione Brescia Musei, con un testo sulla storia della Pinacoteca e per le schede Guja Ajolfi, Paolo Boifava, Stefania Buganza, Luciano Faverzani, Giovanni Valagussa, Francesca Morandini.

Per la prima volta la Fondazione Brescia Musei organizza un progetto espositivo di tale impegno in ambito europeo dimostrando il valore indispensabile della relazione e della sinergia tra le istituzioni museali internazionali sia in termini di ricerca artistica che di economia dei beni culturali, che diviene occasione di una presentazione straordinaria per la Città e per il suo patrimonio culturale.

La premessa di questo progetto espositivo è la chiusura della Pinacoteca Tosio Martinengo dal 2009 per permettere l’esecuzione di importanti lavori di manutenzione impiantistica, di restauro delle superfici storiche e la realizzazione di un moderno sistema espositivo e illuminotecnico delle opere. La riapertura, con un nuovo percorso espositivo messo a punto da Fondazione Brescia Musei, è prevista per l’autunno 2017. Nel frattempo il tour europeo farà conoscere al pubblico internazionale i più noti capolavori rinascimentali della Pinacoteca: le opere di Raffaello Sanzio, Lorenzo Lotto, Sofonisba Anguissola, Vincenzo Foppa, Moretto e Girolamo Romanino. Il contesto entro cui operarono gli artisti bresciani sarà definito grazie alle opere concesse in prestito da musei italiani: Bramantino, Giovanni Bellini, Giovan Battista Moroni e Tiziano Vecellio. A questo corpus eccezionale di dipinti sono affiancate armi e armature del Cinquecento provenienti dal Museo delle Armi "Luigi Marzoli", reperti archeologici di età romana classica del Museo di Santa Giulia per documentare due aspetti caratterizzanti la cultura bresciana: da un lato la produzione armiera del Rinascimento e dall’altro la tradizione antiquaria, che proprio nel Cinquecento ebbe le sue prime manifestazioni. Questi due nuclei di oggetti inoltre documentano in parallelo anche la storia del collezionismo e l’attualità del sistema museale bresciano.

 

Fonte comune di Brescia

2186 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria