Venerdì, 14 dicembre 2018 - ore 09.11

Casalasco Notizie

(Video) Sinistra in Festa 2018 a Gussola parte con il ‘botto’ . Prosegue fino al 16 luglio

Molta gente nei primi giorni di apertura di Sinistra in Festa a Gussola. Un programma ricco di iniziative. Grande soddisfazione di Sante Gerelli, uno dei responsabili , che sottolinea ‘ che prima di tutto è un momento d’ incontro fra amici e compagni che desiderano discutere di politiche ma anche stare assieme per passare qualche ora di divertimento’.

Gli ex della FGCI (Federazione Giovanile Comunista Italiana) a cena a Gussola il prossimo Mercoledì 11 luglio alle ore 19 durante ‘Sinistra in Festa’

L’invito parte da Sante Gerelli, organizzatore di ‘Sinistra in Festa. Come dice nella lettera ‘trascorriamo una serata in compagnia, divulghiamo la proposta a tutti quelli che hanno dato tempo, idee e lavoro alla nostra ex organizzazione, momento dei canticchiare quelle canzoni che ci hanno accompagnato in tante manifestazioni, quelle che oggi sono state messe in un angolo, ma mai dimenticate’.

Punto Nascite Oglio Po APPELLO AI SINDACI di CGIL-CISL-UIL : NON SUBIRE LA CHIUSURA

CI RIVOLGIAMO AI SINADACI DEL TERRITORIO CASALSCO VIADANESE CONVOCATI DALL’ASSESSORE REGIONALE GALLERA IL GIORNO 10 LUGLIO ALLE ORE 13,30 PER CHIEDERE LORO DI NON SUBIRE PASSIVAMENTE LA DECISIONE DI CHIUDERE IL PUNTO NASCITE DEL PRESIDIO OSPEDALIERO OGLIO PO COME DEFINITO DALLA DELIBERA REGIONALE ASSUNTA IL 28 GIUGNO

Tra musica e arte, l’estate culturale del casalasco inizia a Casteldidone dal 16 giugno

CASTELDIDONE - S’intitola “CasteldidOpera” il grande evento in programma il prossimo 16 giugno che celebrerà con note liriche la bellezza storico-artistica della Chiesa Parrocchiale di Casteldidone, inaugurando a tutti gli effetti l’estate culturale del casalasco. Ospite d’eccezione: la Corale Lirica Ambrosiana di Milano, in concerto per la prima volta sul nostro territorio.

FORATTINI E PILONI (PD OSPEDALE OGLIO PO: LA REGIONE ANNUNCIA LA CHIUSURA DEI PUNTI NASCITA SOTTO I 500 PARTI

LA REGIONE NON HA MANTENUTO LE PROMESSE L'assessore regionale al welfare Giulio Gallera, rispondendo a una domanda del Pd, ieri in commissione sanità, aveva dichiarato che riguardo al destino dei punti nascita minori, quelli con meno di 500 parti l'anno, la Regione si sarebbe attenuta a quanto previsto dalla normativa nazionale e che non avrebbe chiesto ulteriori deroghe.