Martedì, 28 settembre 2021 - ore 01.32

CODACONS CREMA: SIXTHCONTINENT PESCATA DALL’ANTITRUST. BEN 3 MILIONI DI EURO DI SANZIONE.

E’ FRANCAMENTE SCONCERTANTE IL COMPORTAMENTO DEL PROFESSIONISTA IN QUESTIONE CHE ERA GIA’ STATO SANZIONATO PER PRATICA COMMERCIALE SCORRETTA. INECCEPIBILE IL PROVVEDIMENTO.

| Scritto da Redazione
CODACONS CREMA: SIXTHCONTINENT PESCATA DALL’ANTITRUST. BEN 3 MILIONI DI EURO DI SANZIONE.

CODACONS CREMA: SIXTHCONTINENT PESCATA DALL’ANTITRUST. BEN 3 MILIONI DI EURO DI SANZIONE.

E’ FRANCAMENTE SCONCERTANTE IL COMPORTAMENTO DEL PROFESSIONISTA IN QUESTIONE CHE ERA GIA’ STATO SANZIONATO PER PRATICA COMMERCIALE SCORRETTA. INECCEPIBILE IL PROVVEDIMENTO.

Crema: Già nell’Agosto 2020 l’AGCM aveva accertato una pratica commerciale scorretta posta in essere dalla società Sixthcontinent Europe s.r.l. articolata nelle seguenti condotte: prospettare con modalità ingannevoli la pretesa convenienza economica dell’adesione alla community e alle varie offerte proposte sulla Piattaforma; procedere in modo unilaterale al blocco ingiustificato degli account dei consumatori; ritardare/limitare/impedire il rilascio o la fruizione delle Shopping Card. Le Shopping Card vendute da SixthCo. sono titoli di legittimazione digitali o fisici, dal valore facciale variabile, che possono essere usati per acquistare beni di vario genere (carburante, alimentari, arredamento per la casa, ecc.), commercializzati presso negozi convenzionati (merchant). Tali SC sono acquistate dagli utenti iscritti alla Piattaforma (sia quelle brandizzate sia quelle emesse direttamente da SixthCo., c.d. SXC Card) e delle altre utilità (i.e. Saldo/wallet e Crediti ) maturate attraverso l’acquisto di tali Shopping Card e la partecipazione alla community SixtCo.; nonché omettere il rimborso delle somme versate per l’acquisto delle predette Shopping card e degli altri servizi. Nello specifico, l’Autorità ha ritenuto che i descritti comportamenti integrassero una pratica commerciale scorretta volta ad attrarre il maggior numero possibile di consumatori, farli entrare nella community e persuaderli ad investire ingenti somme di denaro nell’acquisto delle Shopping Card brandizzate e delle numerose SXC Card offerte in vendita online, ingenerando negli stessi – attraverso la decettiva prospettazione di pretesi vantaggi economici – l’erroneo convincimento che tali Card fossero in grado di incrementare il proprio valore e aumentare significativamente il potere di acquisto degli utenti. Ebbene a distanza di un anno nulla è cambiato, così, al termine dell’istruttoria, arriva una condanna al pagamento di ben 3 milioni di euro.

Codacons: “Ineccepibile questo provvedimento dell’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato; a seguito di numerosissime segnalazioni è emerso come nonostante la precedente sanzione la società continuasse ad operare sul mercato italiano con le medesime modalità illegali già accertate in precedenza. Per informazioni sul tema e segnalazioni contattare il Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com o al recapito 347.9619322”.

Ufficio Stampa: 393/9803854

1148 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online