Martedì, 25 gennaio 2022 - ore 09.04

CODACONS CREMONA: TRADING ONLINE, FENOMENO DELLE TRUFFE IN COSTANTE AUMENTO.

LE RICHIESTE DI ASSISTENZA SONO IN PREOCCUPANTE AUMENTO, CONTATTATECI PER SEGNALAZIONI E ASSISTENZA LEGALE

| Scritto da Redazione
CODACONS CREMONA: TRADING ONLINE, FENOMENO DELLE TRUFFE IN COSTANTE AUMENTO.

CODACONS CREMONA: TRADING ONLINE, FENOMENO DELLE TRUFFE IN COSTANTE AUMENTO.

LE RICHIESTE DI ASSISTENZA SONO IN PREOCCUPANTE AUMENTO, CONTATTATECI PER SEGNALAZIONI E ASSISTENZA LEGALE.

Cremona: Sono in costante progressione le segnalazioni di truffe nell’ambito del trading online; il copione è, purtroppo, sempre il medesimo. Il malcapitato riceve una chiamata da una persona, di solito una donna, che induce il povero truffato a investire inizialmente una piccola somma di danaro (200 o 300 euro). Successivamente la vittima viene ricontattata per mostrarle che l’investimento è andato a buon fine e la si spinge a verificare in piattaforma i guadagni ottenuti con il sistema (gli viene mostrata una somma maggiore di quella da lui versata). A questo punto, dopo la fiducia acquistata dall’investitore il truffatore chiede alla persona di effettuare un versamento di una somma di una certa entità (3.000 o 4.000 euro) facendo leva sul fatto che si tratta di una somma che il cliente raddoppierà in poche settimane. Tuttavia, dopo tale versamento non si avrà più traccia dei soldi, che verranno rubati dai cyber criminali.

Codacons: “Ma cosa fare nel caso in cui si cada ugualmente vittima di una truffa di trading? In primo luogo inviare una segnalazione a Consob sul comportamento illecito del broker. Il secondo passaggio utile è quello di depositare una denuncia alle autorità.  Il terzo passaggio, infine, è richiedere una consulenza a un avvocato esperto in truffe di trading online. Per il risarcimento dei soldi persi con la truffa di trading, l’avvocato manderà comunicazione alla banca della vittima per reperire i contatti dell’istituto bancario estero dove sono stati inviati i soldi. Se l’operazione ha esito positivo, è possibile provare a bloccare la somma (se ancora non fosse stata prelevata) o annullare le transazioni nel caso siano state effettuate con carta di credito. Per informazioni sul tema, segnalazioni e per ricevere assistenza legale contattare il Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com o al recapito 347.9619322”.

Ufficio Stampa: 393/9803854

264 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online