Giovedì, 22 febbraio 2024 - ore 16.45

Comitato Ambiente e Benessere a Spino d’Adda,

| Scritto da Redazione
Comitato Ambiente e Benessere a Spino d’Adda,

 

Il Comitato Ambiente e Benessere a Spino d’Adda, un gruppo di cittadini dichiaratamente apartitico attivo sul territorio su temi sociali e ambientali, ha inviato una lettera al Gruppo Consiliare di Maggioranza e una al Gruppo Consiliare di Minoranza. Da sempre preoccupato dello scollamento tra cittadinanza e Amministrazione, fenomeno confermato dagli esiti dell’ultima tornata elettorale, ritiene che una prima cura a questa grave malattia della Democrazia risieda nel coinvolgimento della popolazione nell’azione amministrativa degli eletti, in primis attraverso la comunicazione, spesso assente o incompleta.

Nella prima lettera, facendo riferimento al programma elettorale della lista del Sindaco Galbiati, il Comitato chiede conto di quali strategie, strumenti ed azioni concrete siano state messe in atto finora per realizzare quanto promesso relativamente alla Comunicazione con i cittadini. È infatti scritto, a pagina sei del PROGRAMMA DI GOVERNO DEL COMUNE DI SPINO D'ADDA 2021 - 2026 - AL SERVIZIO DEGLI SPINESI ENZO GALBIATI SINDACO: "E’ necessario riqualificare una dinamica di relazione tra il cittadino e l'istituzione in forza della quale il cittadino NON SI PERCEPISCA COME 'SUDDITO' beneficiario di concessioni, ma TITOLARE DI DIRITTI palesi e riconosciuti.... A ciò si giunge se il Comune, nei suoi vari risvolti sia politici che istituzionali e procedurali, si presenta come una "CASA DI VETRO" attraversabile dallo SGUARDO VIGILE E SEVERO DI OGNI CITTADINO che nutra interesse ad esercitare un'UTILE E NECESSARIA OPERA DI CONTROLLO. Da cui l'importanza di istituire e implementare un costante FLUSSO BIDIREZIONALE DI INFORMAZIONI che si instauri e si consolidi tra i cittadini e l'amministrazione comunale e che si caratterizzi per forme comunicative semplici ed esaurienti".

Nella seconda lettera, diretta al Gruppo di Minoranza, il Comitato sollecita i quattro consiglieri ad attivarsi maggiormente nell’azione puntuale di controllo e di verifica delle azioni amministrative che, con l’abolizione di Coreco ed Oreco, è stata fondamentalmente demandata all’Opposizione Consiliare. Il Comitato chiede alla Minoranza di rendere partecipe la popolazione delle attività consiliari da loro svolte con maggiore frequenza e pubblicità. Questo poiché nei delicati meccanismi che regolano il congegno ‘Democrazia’, il ruolo di una Minoranza attiva è imprescindibile.

Il Comitato specifica che tali richieste non debbano essere intese come una sterile critica, ma come un accorato invito ad operare per migliorare il benessere degli Spinesi: un’Amministrazione attiva produce cittadini attivi.

 

545 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria