Giovedì, 13 maggio 2021 - ore 10.15

Coro Claudio Monteverdi: tre appuntamenti per ricordare un Maestro il 30/6 e 1,2/7

Rispettivamente Lodi, Crema e Milano.

| Scritto da Redazione
Coro Claudio Monteverdi: tre appuntamenti per ricordare un Maestro il 30/6 e 1,2/7

Il Coro Claudio Monteverdi ancora una volta vuole stupire il suo pubblico con un concerto che sarà ricordato tra gli eventi dell’estate 2018. Una serata che si triplica e che non inonderà di note solo la nostra città.

Il Concerto “M’Illumino d’immenso” sarà una serata davvero suggestiva dedicata al musicista e compositore MARCO ROBOTTI”. Per l’occasione il Coro Monteverdi ha stretto una collaborazione davvero eccellente, le voci del coro e dei soliti saranno infatti accompagnate dall’Orchestra Sinfonica “Giuseppe Verdi” di Milano, diretta dal Maestro Carlo De Martini.

Il concerto è in programma per SABATO 1 LUGLIO alle ore 21.00 presso l’Auditorium Bruno Manenti in città.

La serata non sarà un unicum cremasco, ma verrà anticipata Sabato 30 giugno alle ore 21.00 nella chiesa di San Francesco a Lodi e replicata Lunedì 2 luglio sempre alle ore 21.00 nella chiesa di Santa Maria dei Miracoli presso San Celso a Milano.

Così spiega il titolo del concerto la moglie di Marco, Elena Marazzi: “Credo che queste tre poetiche parole racchiudano, in una sintesi perfetta, la curiosità e il desiderio di conoscenza che Marco aveva per l’universo che ci circonda, un interesse che era sia scientifico che spirituale. Si era comprato molti libri sull’argomento, filosofici e specifici, e ragionava spesso e volentieri con me su galassie, buchi neri, velocità della luce, rapporto spazio-tempo, sul concetto d’infinito e sulle possibilità dell’uomo di arrivarne a capire i meccanismi e il senso. Ma anche la musica possiede questa dimensione di immensità e di mistero. Con solo sette note (o meglio dodici suoni) si possono creare un’infinità di melodie ed armonie e, come per l’universo, anche per la musica esistono regole fisiche e matematiche che solo la potenza di una Mente può manovrare in maniera libera e imprevedibile.”

Una bella occasione per ascoltare musica di grande livello che spazierà dai compositori cremaschi Cavalli e Monteverdi, a Mahler, per vibrare con alcuni brani proprio del maestro Marco Robotti. I brani del Maestro inseriti in questo concerto gli furono commissionati per la Perdonanza Celestiniana nel 1990 (tre Orationes di Papa Celestino V) e per il Bottesini Basso Festival di Crema per il Giubileo del 2000 (Laguentibus in purgatorio, testo attribuito a Jean de Langoueznou abate di Landevenec in Bretagna, XIV sec.).

Marco Robotti (Alessandria 1962 ‐ Crema 2017) pianista, direttore d’orchestra e compositore formatosi alle scuole di artisti come Mosso, Bellugi, Descev e Brainovic, ha svolto intensa attività concertistica come solista, in formazioni cameristiche e come direttore d’orchestra in Italia e all’estero. Si è dedicato anche alla composizione corale e strumentale e le diverse esecuzioni delle sue opere sono state apprezzate dal pubblico e dalla critica per la loro coerenza stilistica e per la raffinata costruzione musicale. Docente in diversi Conservatori e per molti anni all’Istituto musicale “F. Gaffurio” di Lodi, è sempre stato amato da allievi e colleghi per il suo insegnamento rigoroso e per la grande onestà intellettuale.

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, fondata nel 1993 da Vladimir Delman, si impone fin da subito a Milano e in tutta la Lombardia come punto di riferimento imprescindibile per il grande repertorio sinfonico. Sede dei primi concerti è in origine la Sala Verdi del Conservatorio di Milano per poi passare al Teatro Lirico fino al 6 ottobre 1999 quando viene inaugurata, con la Sinfonia n. 2 Resurrezione di Mahler diretta da Riccardo Chailly, la nuova sede stabile dell’Orchestra, l’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo. Dal 1999 ad oggi, sul podio de laVerdi si sono susseguiti tre Direttori Musicali di altissimo prestigio e fama internazionale: Riccardo Chailly, Zhang Xian, Claus Peter Flor. Accanto a loro, laVerdi ha anche ospitato alcune delle più prestigiose bacchette della seconda metà del ‘900, tra cui Carlo Maria Giulini a Peter Maag, da Georges Prêtre a Vladimir Fedoseyev, da Helmut Rilling a Patrick Fournillier e Riccardo Muti.Tra i grandi solisti protagonisti di memorabili concerti con laVerdi ricordiamo Martha Argerich, Aldo Ceccato, Tibor Varga, Steven Isserlis, Lilya Zilberstein, Kolja Blacher e Yefim Bronfman. Insieme alla stagione sinfonica presentata ogni anno nella sua sede milanese, l’Orchestra è spesso invitata in prestigiose sale nazionali e internazionali (Svizzera, Francia, Germania, Inghilterra, Russia, Giappone e Kuwait). Tra i suoi momenti più prestigiosi laVerdi ricorda i quattro concerti eseguiti davanti a Sua Santità Benedetto XVI, il Concerto straordinario per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia e per la ricorrenza delle Cinque Giornate di Milano, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con la direzione del Maestro Jader Bignamini e, infine, l’esecuzione alla Scala di Milano del War Requiem di Britten l’11 settembre 2011 in occasione del decimo anniversario dell’attacco alle Torri Gemelle di New York, con l’Orchestra Sinfonica, il Coro Sinfonico e il Coro di Voci Bianche diretti da Zhang Xian. Parallelamente all’attività concertistica l’Orchestra ha sviluppato un’intensa attività discografica, spaziando dal repertorio verdiano e rossiniano al grande sinfonismo romantico e russo.

Il Coro “Claudio Monteverdi” di Crema si è costituito nel 1986. Nel corso degli anni ha svolto una notevole attività concertistica partecipando a prestigiose rassegne musicali come il Festival internazionale di Lanciano, il Festival Claudio Monteverdi di Cremona e a diversi Concorsi corali: Arezzo (II e III premio), Montreux (III fascia), Vittorio Veneto (II e III premio), Palazzo Pignano (I premio per la miglior interpretazione del brano d’obbligo). A partire dal 1997 inizia a registrare per le case discografiche Dynamic, Stradivarius e Tactus, composizioni inedite dei Maestri di Cappella vissuti a Crema tra il 1500 e il 1600: le Messe a otto voci e i Madrigali a cinque voci Giovan Battista Leonetti, le Canzonette Amorose e Spirituali di Oliviero Ballis e i Madrigali a cinque voci di Giovan Battista Caletti. Negli anni successivi si dedica alla registrazione delle composizioni sacre di Francesco Cavalli “La Missa pro Defunctis” (ottobre 2003), “Il Vespero delli CinqueLaudate” (maggio 2006), i“Magnificat”, le Canzoni Strumentali e i Mottetti concertati (ottobre 2008), favorevolmente accolti dal pubblico e dalla critica musicale qualificata. In questi ultimi anni il Coro ha tenuto numerosi concerti in diverse città italiane e, nel mese aprile del 2007, ha conseguito un importante traguardo artistico con l’esecuzione del “Choral Evensong” nella Cattedrale di Canterbury e un concertovocale/strumentale nella Chiesa di St. Mildred con l’esecuzione di composizioni di F. Cavalli e V. Petrali. All’inizio del mese di settembre 2009, invitato a partecipare alla prima rappresentazione in epoca moderna dell’Opera lirica “Ero e Leandro” di Giovanni Bottesini, presso il Teatro S. Domenico di Crema, riscuote grande successo e apprezzamenti da parte del pubblico e da autorevoli critici musicali. Nel mese di ottobre dello stesso anno registra pubblicato dalla “Bottega Discantica”, un nuovo cd, di composizioni inedite (Messe, Mottetti, Magnificat e un Concerto per soli, coro e orchestra) del Maestro di Cappella del Duomo di Brescia Pietro Gnocchi (1689/1775). Nel 2010 registra il cd dal titolo “Concerto di Natale” interpretando “Dancing Day” di J. Rutter, “A Cremony of Carols” di B. Britten e i Carols della tradizione natalizia inglese. Dal 26 al 29 di Aprile del 2011 il Coro ha effettuato una trasferta in Inghilterra tenendo un concerto a Londra, tre Evensong, il Midday Recital nella Cattedrale di Canterbury e un Concerto nella Chiesa di St. Mildred, ottenendo notevoli apprezzamenti da parte del pubblico. Nel 2012 tiene un importante concerto presso l’Auditorium “B. Manenti” di Crema dedicato alla memoria di Adolfo Bossi, socio onorario dell’Associazione, con l’esecuzione delle Sinfonie, Arie e Cori dalle opere di F. Cavalli e la registrazione “live” del concerto. Nel 2012 al 2013 prosegue l’attività artistica con numerosi concerti a Crema e in diversi centri della Lombardia e nel mese di Dicembre del 2013 presenta il nuovo cd di Natale “Rejoice” e il cd “Sinfonie, Arie e Cori” tratti dalle composizioni profane di F. Cavalli. Nel mese di maggio del 2014 il Coro esegue in prima assoluta in epoca moderna “Il Vespero delle Domeniche” di F. Cavalli in occasione della riapertura della Cattedrale di Crema e nel mese di maggio 2015 tiene un importante concerto nell’Auditorium “B. Manenti“ di Crema con l'esecuzione di composizioni di C. Monteverdi, H. Purcell e J.S. Bach. Nel mese di giugno la casa discografica Dynamic pubblica e distribuisce a livello internazionale “Il Vespero delle Domeniche” di F. Cavalli. A ottobre il Coro è invitato a cantare nella Sala P. da Cemmo di Crema nell’ambito della terza edizione della manifestazione nazionale dei “Mondi di Carta” e nel mese di maggio 2016, in occasione dei festeggiamenti del trentesimo di fondazione, registra per la Dynamic il “Vespero della Beata Vergine” a otto voci di F. Cavalli e tiene due importanti concerti commemorativi a Crema nell’Auditorium “B. Manenti” e a Venezia nella Chiesa di S. Trovaso. Nel 2017 è invitato dall’Associazione “Malala” a eseguire, nella Chiesa Santa Maria delle Grazie di Treviglio, diverse composizioni inedite di Bruno Bettinelli.

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

963 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online