Mercoledì, 27 maggio 2020 - ore 11.11

COVID-19: APPELLO PER UNA RIPARTENZA MIGLIORE | Benito Fiori (Cremona)

L’associazione “ABC-Alleanza Bene Comune-La Rete”, che insieme al Circolo culturale AmbienteScienze di Cremona a questa iniziativa ha intensamente partecipato, con soddisfazione ha visto pubblicato sulla stampa nazionale l’Appello “COVID-19: APPELLO PER UNA RIPARTENZA MIGLIORE” (in allegato) , scritto da un suo carissimo amico e rivolto all’attenzione dei Signori Presidente della Repubblica, Presidenti del Senato e della Camera dei Deputati, Presidente del Consiglio dei Ministri

| Scritto da Redazione
COVID-19: APPELLO PER UNA RIPARTENZA MIGLIORE | Benito Fiori (Cremona)

COVID-19: APPELLO PER UNA RIPARTENZA MIGLIORE | Benito Fiori (Cremona)

L’associazione “ABC-Alleanza Bene Comune-La Rete”, affiancato dal Circolo culturale AmbienteScienze di Cremona che a questa iniziativa ha intensamente partecipato, con soddisfazione ha visto pubblicato sulla stampa nazionale l’Appello “COVID-19: APPELLO PER UNA RIPARTENZA MIGLIORE” , scritto da un suo carissimo amico e rivolto all’attenzione dei Signori  Presidente della Repubblica, Presidenti del Senato e della Camera dei Deputati, Presidente del Consiglio dei Ministri, Ministri. ( https://www.lastampa.it/tuttogreen/2020/05/11/news/covid-19-un-appello-per-una-ripartenza-migliore-1.38830071  )

Tenuto nel dovuto conto

  1. della condivisione del 97% della comunità scientifica mondiale circa le responsabilità dell’attività antropica per l’inquinamento dell’atmosfera,
  2. degli stravolgimenti degli equilibri eco ambientali con effetti nefasti sul clima e sulla efficacia delle pandemie che rendono problematica la qualità della vita umana,
  3. delle prospettive per il futuro dello stesso nostro pianeta ipotizzate dal mondo scientifico, in scenari di “bau”, da sesta estinzione di massa,

l’Appello, sottoscritto al momento da alcune decine di personalità, chiede che «non si perda l’occasione non solo di rialzarci, ma», facendo riferimento al domani, di consentirci a buona ragione di proporci come «modello globale».

Infatti, il testo ricorda a grandi linee le preziose specificità che caratterizzano il nostro Paese: il più alto numero di siti tutelati dall'Unesco, un patrimonio culturale che è il più ricco del mondo ed uno di biodiversità tra i più significativi in Europa per numero di specie animali e vegetali con un alto tasso di presenza di razze, specie e generi autoctoni. Premesse uniche queste per avviare «un ciclo costruttivo e risuonante fra benessere umano e del pianeta» che «offre un’opportunità specifica e privilegiata ….». L’Italia ha inoltre i doni dell’ingegnosità e della creatività basati sui più avanzati saperi che il mondo invidia.

L’Italia e l’impresa. Da sempre l’Italia è stata caratterizzata come un paese fondamentalmente trasformatore, perché povero di materie prime. «Questo, nella prospettiva classica dell’economia.»  Ora le condizioni generali globali impongono un cambiamento epocale di paradigmi e di modelli, se si vuole garantire un domani di accettabile vivibilità ai nostri figli e nipoti.

In conclusione, l’Appello intende sottolineare la necessità di una riflessione generale in cui il “benessere” comunemente inteso e strettamente legato al concetto di “crescita” quantitativa, vada sostituito con quello dello “sviluppo” qualitativo perché ambientalmente “sostenibile”. Confronto da cui deriverebbe con un’affrettata gradualità la riscrittura dei modelli comportamentali individuali e collettivi, culturali e produttivi perché il futuro abbia ben pochi rapporti con la «normalità del passato, poiché proprio questa è il problema». Giudizio strettamente  coerente con quanto ebbe a dire Albert Einstein: «Non puoi risolvere un problema con lo stesso tipo di pensiero che hai usato per crearlo.»

               

Per “ABC-Alleanza Bene Comune-La Rete” e “Circolo culturale AmbienteScienze”

Benito Fiori

In allegato il testo dell’appello

374 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online