Lunedì, 28 settembre 2020 - ore 21.40

Coronavirus Le Fake news di Raffaele Cattaneo, presidente del Consiglio regionale della Regione Lombardia| Benito Fiori (Cremona)

Fake news. Precisato che la IAS, Società italiana Aereosol è una “Associazione che raccoglie ricercatori, professionisti, studenti che per passione, interesse, lavoro si occupano di aerosol atmosferico”, credo che un rappresentante delle istituzioni debba attenersi a fonti ufficiali di società che meritano maggior affidamento scientifico, come

| Scritto da Redazione
Coronavirus Le Fake news di Raffaele Cattaneo, presidente del Consiglio regionale della Regione Lombardia| Benito Fiori (Cremona)

Coronavirus Le Fake news di Raffaele Cattaneo, presidente del Consiglio regionale della Regione Lombardia| Benito Fiori (Cremona)

Caro Direttore, (…)  abbiamo letto la seguente dichiarazione di Raffaele Cattaneo  nella sua veste di presidente del Consiglio regionale della Regione Lombardia, la più colpita dal contagio del COVID-19. Dichiarazione nella quale ha affermato: «Con una nota, la Società Italiana Aerosol ha chiarito che non è dimostrata l’associazione tra inquinamento tra Pm10 e diffusione di Covid19. Non ci sono dati sufficientemente chiari, qualunque informazione che dice il contrario è una fake news. Lo studio dei ricercatori sarebbe ‘lacunoso e deficitario dal punto di vista del metodo. Pavia, Lodi e Cremona ieri hanno avuto valori di Pm10 sopra i 50 microgrammi. Questa sarà l’occasione per capire bene l’effetto del traffico. Ma non diffondiamo notizie allarmistiche e fake news».

Fake news. Precisato che la IAS, Società italiana Aereosol è una “Associazione che raccoglie ricercatori, professionisti, studenti che per passione, interesse, lavoro si occupano di aerosol atmosferico”, credo che un rappresentante delle istituzioni debba attenersi a fonti ufficiali di società che meritano maggior affidamento scientifico, come

Ilaria Capua, virologa di fama mondiale (https://www.linkiesta.it/it/article/2020/02/27/ilaria-capua-epidemia-coronavirus/45594/?fbclid=IwAR0EoG-_PdbCu31m57zZ0_C5H-JUp-EjrEzJkG2cm1sZOW6ripwKju5yMyY ,),

Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima) (https://abclarete.altervista.org/coronavirus-il-ricercatore-le-polveri-sottili-hanno-favorito-il-contagio/ ),

il “position paper” presentato dai proff. Leonardo Setti dell’Università di Bologna e Gianluigi de Gennaro dell’Università di Bari (https://abclarete.altervista.org/inquinamento-dellaria-e-pandemia-da-covid-19-che-relazione-ce-per-chi-abita-in-pianura-padana/ ), (https://abclarete.altervista.org/perche-linquinamento-da-pm10-puo-agevolare-la-diffusione-del-virus-molto-interessante-per-chi-vive-in-pianura-padana-poco-o-niente-per-chi-la-governa/ ).

Si vergogni presidente Cattaneo, si attenga ai risultati della ricerca della comunità scientifica accreditata a partire dall’OMS fino al progetto V.I.I.A.S. finanziato dal CCM (Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie) del Ministero della Sanità del 2015. Lei ha dato credito a questa affermazione di IAS «.. non è dimostrata l’associazione tra inquinamento tra Pm10 e diffusione di Covid19». Posto che, a proposito della “diffusione”, il particolato non faccia da veicolo aereo del coronavirus, eventualità peraltro oggetto tuttora di ricerca, lei sta negando i comprovati danni all’apparato respiratorio delle polveri sottili, in particolare delle PM2,5 e inferiori, rendendolo facilmente ricettivo alla nefasta azione del virus che, come si sa, aggredisce gli interstizi polmonari, ovvero lo scambio gassoso ossigeno e CO2.

Presidente Cattaneo, la salute umana è infinitamente più importante di una flessione del Pil.

Per il “Circolo culturale AmbienteScienze” e per l’Associazione “ABC-Alleanza Bene Comune-La Rete”

Benito Fiori (Cremona) 

N.B. La Società Italiana Aerosol, che Cattaneo aveva eletto come istituzione scientifica di sua fiducia, è stata zittita in questi ultimi giorni dalla Organizzazione Mondiale della Sanità che ha preso in seria considerazione l’ipotesi scientifica di una stretta relazione tra inquinamento atmosferico e diffusione del virus avanzata da un gruppo di ricercatori italiani dell’Università di Bologna capeggiati dal biochimico bolognese Leonardo Setti

Domenica   22 marzo 2020

p.s. Il ritardo nella pubblicazione dipende solo dall'immensa quantità di mail che il sito riceve. Nella fase più difficile dell'emergenza abbiamo fatto la scelta di dare priorità alle comunicazioni istituzionali. (Gcst) 

 

1006 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online