Mercoledì, 08 dicembre 2021 - ore 13.11

(CR) Alberi Tagliati - 40 via Diritta;-50 zona Piattaforma ecologica;(tot. - 967)

Con Annibale, un caro vecchietto di oltre 80 anni, sono andato a visitare due zone periferiche della città.

| Scritto da Redazione
(CR) Alberi Tagliati - 40 via Diritta;-50 zona Piattaforma ecologica;(tot. - 967) (CR) Alberi Tagliati - 40 via Diritta;-50 zona Piattaforma ecologica;(tot. - 967) (CR) Alberi Tagliati - 40 via Diritta;-50 zona Piattaforma ecologica;(tot. - 967) (CR) Alberi Tagliati - 40 via Diritta;-50 zona Piattaforma ecologica;(tot. - 967)

(CR) Alberi Tagliati - 40 via Diritta ; -50 zona Piattaforma ecologica; (tot. - 967)

 Con Annibale, un caro vecchietto di oltre 80 anni, sono andato  a visitare due zone periferiche della città. Abbiamo percorso Via Diritta , via San Rocco verso Bagnara  e Via Degli Antichi Budri ,  la zona cioè dove insiste la piattaforma ecologica di Cremona.

Queste non sono zone ‘cittadine’ dove la ‘ fame di parcheggi’ è sempre arretrata ma aree di periferia non molto pregiate.

Zona Piattaforma Ecologica

Circa 40anni or sono la zona era ricca di ‘Budri’  ovvero laghetti che seguivano l’andamento stagionale in rapporto alle piogge.

Orbene in questi anni, ma non solo lì, l’allora amministrazione comunale (credo di centrosinistra) non essendoci altri luoghi ( discariche dei rifiuti organizzate) riempirono quelle aree con  monnezza varia arrivando addirittura a creare una ‘collinetta’.

Gli anni sono passati e via via si piantumarono alberi sia sulla collinetta che sule aree dei vecchi budri.

In quella zona è stato poi costruito l’inceneritore e successivamente l’impianto delle biomasse, due manufatti che al di là di altri inquinanti buttano nell'aria molta C02.

Ora il caro Annibale dice che poi quella zona è stata abbandonata al suo destino  e che – secondo lui- sono cadute o sono state tagliate una 50ina di piante mai sostituite.

Via Diritta è una strada che collega Via Giuseppina (all’altezza delle scuole) alla via che porta al Bosco ex parmigiano. Orbene li vi erano gelsi ed altre piante che via via seccavano/morivano  od in contemporanea  alla costruzione di immobili vari erano vittima  della ‘motosega’. Della ripiantumazione nessuna traccia.

 Credo che queste due situazioni periferiche diano la dimostrazione di come il tema dell’ambiente e della manutenzione era all’ultimo  posto delle  priorità. E forse lo è ancora

 In città bisognava dare spazio ai parcheggi ed in periferia si lasciava correre il degrado !!!

 Red/welcr/gcst

2 novembre 2021

 

 

 Sotto la Tabella diffusa, in settembre, dall'assessorato al Verde del Comune di Cremona del taglio degli alberi. In ogni caso quelli  ripiantumati saranno circa 190 in quanto verranno sostituiti anche una 50ina di alberi seccati

Inviate pure le vostre segnalazioni con foto e commenti alla mail info@welfarecremona.it 

 

 

 

 

472 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online