Domenica, 29 maggio 2022 - ore 13.29

CREMA: L’infermiere di quartiere: arriva in zona sociale Trinità-Duomo

Il patto di comunità tra Comune, Impronte sociali e l’unità pastorale di SS. Trinità-Cattedrale porterà ogni giovedì pomeriggio di marzo e aprile un punto di ascolto per gli anziani: aiuterà per esami, medicazioni, somministrazione delle terapie

| Scritto da Redazione
CREMA: L’infermiere di quartiere:  arriva in zona sociale Trinità-Duomo

 Grazie al Patto di comunità 2021, all'interno del programma 3 della Coprogettazione tra Comune di Crema e Impronte sociali, in rete con gli altri attori del territorio, arriva presso l’oratorio di SS Trinità l’infermiere di quartiere. Una figura già portata, per periodi analoghi, nel 2021 nei quartieri di San Bernardino, Castelnuovo, Vergonzana, e che ora riprende a SS.Trinità-Cattedrale e prossimamente a S.Carlo, Ombriano e Santa Maria.

Da giovedì 5 marzo e per tutti i giovedì pomeriggio fino al 28 aprile, dalle 16.45 alle 17.45, sarà un punto di appoggio per la comunità, con diversi compiti: ascoltare e consigliare gli anziani rispetto ai servizi territoriali; provare la pressione, controllare i parametri ed eventuali escoriazioni che necessitano di medicazioni semplici; aiutare a verificare la corretta somministrazione delle terapie, effettuare terapie intramuscolari e sottocutanee. Accanto alla figura professionale è previsto l’affiancamento di volontari, prevalentemente infermieri/ASA/OSS in pensione, che in una prospettiva futura possano dare una continuità all’esperienza, in questo soddisfacendo l’obiettivo del progetto che non è quello di creare un servizio strutturato di natura sanitaria, bensì creare occasioni di relazione/socializzazione partendo dall'attenzione ai cittadini per la propria salute, valorizzando le reti e le risorse presenti nei quartieri.

Un esempio perfetto di servizio prodotto dall’ascolto dei bisogni, prima, e dalla concretizzazione tramite il programma 3 della Coprogettazione, dedicato, con “Non sono PIU’ solo”, al contrasto alla solitudine degli anziani”, commenta l’assessore al Welfare del Comune di Crema, Michele Gennuso. “L’idea è quella di offrire una ‘prossimità competente’ che possa accompagnare chi è solo o in difficoltà con le questioni di carattere sanitario, che funzioni tuttavia anche da antenna e da sponda di orientamento. Anche questa figura consente infatti di misurare i parametri vitali di un quartiere”.

 

350 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria