Venerdì, 03 dicembre 2021 - ore 09.04

Cremona L’USCITA DEL BARBATÙUS | Agostino Melega

I proventi della pubblicazione saranno destinati alle iniziative solidaristiche di Auser Unipop Cremona.

| Scritto da Redazione
Cremona L’USCITA DEL BARBATÙUS | Agostino Melega

Cremona L’USCITA DEL BARBATÙUS | Agostino Melega

Presso l’editrice “Cremona Produce” di Uggeri Pubblicità si sta lavorando alle bozze del Barbatùus, il libro di Agostino Melega che uscirà dalle rotative dei fratelli Fanti di Cremona. Il testo è basato sull’analisi comparata di una filastrocca in cui si rimanda, attraverso studi antropologici, storici e folklorici, alla figura dello zio materno più anziano dei ragazzi padani del paleolitico e del neolitico.

La filastrocca è presente nell’Italia del Nord e nel Canton dei Grigioni in Svizzera, ed è stata raccolta nell’areale del dialetto casalasco da Maria Storti Azzoni nel 1925, in quello della parlata soresinese dal “Gruppo di teatro e canto popolare” nel 1976 e  successivamente, nel 1981, da Luciano Dacquati, che l’ha riportata in vernacolo urbano cremonese sul libro Pescherìa Minüüda.

 Così come Claudio Chiesa  l’ha ripresa e pubblicata su un suo libro riguardante la tradizione vernacola di Vicobellignano, nel casalasco.  Attraverso gli apporti interpretativi desunti dagli studi di Vladimir Jacovlevic Propp, Oskar Eberle, Raffaele Pettazzoni, Mario Alinei e del cremonese Valerio Ferrari si è andati costruendo le pagine di una storia che è giunta sino a noi dalla tradizione orale passata nei secoli di bocca in bocca, soprattutto da quella delle nonne ai bambini, che esse dovevano accudire in cascina nel mentre padri e madri erano impegnati nel lavoro nei campi o adrée a i cavaléer (la cura dei bachi da seta).

 I proventi della pubblicazione saranno destinati alle iniziative solidaristiche di Auser Unipop Cremona. 

1172 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online