Mercoledì, 29 settembre 2021 - ore 03.15

Cremona la 2° città più inquinata dell’Europa. Alcune Reazioni

La cosa che colpisce è che non vi è una reazione adeguata delle istitituzioni

| Scritto da Redazione
Cremona la 2° città più inquinata dell’Europa. Alcune Reazioni Cremona la 2° città più inquinata dell’Europa. Alcune Reazioni

Cremona la 2° città più inquinata dell’Europa. Alcune Reazioni

Abbiamo raccolto alcune reazioni che ci sono pervenute. Alcune di carattere generale altre molto precise e specifiche-

Il post  promosso dagli stati generali è stato visto da circa 1000 visitatori

Cremona città più inquinata dell’Europa. Non è solo colpa dei cittadini

Sappiamo da anni che Cremona nella pianura padana è tra le città più inquinate d'Europa, che facciamo

La cosa che colpisce è che non vi è una reazione adeguata delle istitituzioni

Matteo Piloni (PD) Se non mettiamo tutti al primo punto dell'agenda politica la qualità dell'aria e dell'ambiente della Pianura Padana, dando la priorità ai nostri territori e investendo le risorse del Recovery Fund per la transizione ecologica, non solo perdiamo un'occasione storica, ma da questa situazione non ne usciamo.

Marco Pezzoni :La prima cosa da fare è rivedere radicalmente il Pacchetto 20/30 promosso da Comune di Cremona, Lgh-A2A, Aem, Padania Acque. Invece di cattura della Co2, idrogeno grigio o blu, sperimentazione con alghe, il territorio provinciale avrebbe bisogno: 1) di chiudere il ciclo dei rifiuti con piattaforme di recupero di materie prime-seconde in alternativa all'inceneritore termovalorizzatore da smantellare al più presto; l'esempio più virtuoso quello di Contarina in provincia di Treviso che non ricorre ad alcun inceneritore. Del resto basta vedere i dati ufficiali di A2A per sapere che dopo l'incenerimento dei rifiuti rimane una quota di ceneri di oltre il 20% da smaltire in discarica. 2) Se davvero vogliamo contribuire agli obiettivi di decarbonizzazione i Comuni del territorio dovrebbero adottare Piani di efficienza e risparmio energetico ed entrare a far parte integrante di numerose Comunità energetiche rinnovabili da promuovere insieme a gruppi di cittadini per privilegiare tetti e capannoni al posto di terreni agricoli.

Michele de Crecchio : Purtroppo il clima di Cremona è quello che è da sempre. Negli ultimi decenni la situazione temo sia obiettivamente peggiorata per la rarefazione degli alberi, il diffondersi della motorizzazione privata e l'impianto di industrie e di allevamenti le cui emissioni sono difficili da mitigare. Il progetto di autostrada CR-MN non aiuta certamente la salute dei cittadini perché, oltre ad essere di improbabile realizzazione, ritarda l'adeguamento della viabilità esistente che potrebbe, se realizzato, ben più facilmente ridurre i tempi di "lavoro inquinante" dei motori che la percorrono. Personalmente ho proposto da tempo il riutilizzo dell'enorme area dismessa dalla raffineria di Cremona parte come bosco e parte come grande parco voltaico: non dimentichiamoci che tale area fu, a suo tempo, espropriata agli originali proprietari per "ragioni di pubblica utilità".

Matteo Lodigiani: Autostrada e polo logistico, promossi dal suo partito a Cremona, non sembrano progetti utili a migliorare la situazione. Perché a parole siamo tutti per l'ambiente.

 

1341 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online