Lunedì, 23 maggio 2022 - ore 16.20

Cremona Venerdi 28 Studenti in piazza contro lavoro gratuito e senza sicurezza

La scuola non dev’essere lavoro gratuito e senza sicurezza! Quello è sfruttamento.

| Scritto da Redazione
Cremona Venerdi 28 Studenti in piazza contro lavoro gratuito e senza sicurezza

Cremona Venerdi 28 gli studenti in piazza contro il lavoro gratuito e senza sicurezza

La scuola non dev’essere lavoro gratuito e senza sicurezza! Quello è sfruttamento.

Siete tutt* invitati al presidio indetto dai movimenti studenteschi di Cremona per domani (venerdì 28 gennaio - ore 16.30) in piazza caduti di Nassirya (angolo via Massarotti/via Trebbia), in concomitanza con la mobilitazione prevista in tutto il territorio nazionale; e all’assemblea pubblica che si terrà sabato 29 gennaio alle 14 all’ALAC (Via Gioconda 3). Il collettivo di Arci Persichello.

-----------

Il 21 gennaio, un grave incidente ha spezzato la vita di Lorenzo Parelli, giovane studente della provincia di Udine, sul luogo di lavoro in cui svolgeva un percorso di formazione.

L'incidente che ha coinvolto Lorenzo è il più grave e l'ultimo, in termini di tempo, di una lunga scia di incidenti, più o meno gravi, che hanno interessato student* che svolgevano esperienze formative all'interno di aziende.

Non vogliamo insistere su quale importanza avesse distinguere se Lorenzo si trovasse in quel luogo per PCTO (“Percorsi per le Competenze Trasversali e l'Orientamento”, obbligatorio ai fini del conseguimento del diploma di scuola secondaria di secondo grado) o se per stage professionale. Vogliamo però focalizzare la nostra attenzione sulle condizioni in cui versa l’intero mondo del lavoro, in particolare per le/i giovani: in questi anni migliaia di loro sono stat* costrett* a lavorare gratuitamente, e senza tutele, per quelle aziende italiane, dove nel 2021, hanno visto la morte di 1400 lavoratrici e lavoratori.

Questi impieghi, che spesso non sono in linea con i percorsi di studi de* student* interessat* (e con i loro sogni?), possono generare nuove spese per le famiglie, quali ad esempio i costi di trasporto per raggiungere le sedi della aziende e partecipare ai corsi di alternanza.

Ci sono le eccezioni di progettualità e figure formative virtuose che accompagnano le/i giovani in un percorso volto a sviluppare competenze utili ad affrontare il mondo che l* circonda, in senso plurale, ma il PCTO, specie se legato alle professioni di fabbrica o edili rappresenta una vera e propria intrusione dell'impresa privata nella scuola pubblica, sottraendo molte ore di didattica e relazione sociale, necessarie invece per la formazione di un pensiero critico e la maturazione di individui capaci di analizzare il presente e immaginare un futuro diverso, senza disuguaglianze e forme di sfruttamento di tutti gli esseri viventi e dell'ambiente. Ci chiediamo quindi: saper utilizzare un macchinario, è veramente una competenza trasversale ? Invitiamo tutt* a riflettere su cosa possiamo lasciare di buono in eredità, in termini di cultura, diritti e sicurezza, a quest* giovani.

288 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online