Venerdì, 03 dicembre 2021 - ore 14.52

Cremona Via Bredina: mancano condizioni per insediare nuova grande distribuzione

Questa la posizione della Giunta comunicata ai rappresentanti della Maschio Gaspardo

| Scritto da Redazione
Cremona Via Bredina: mancano condizioni per insediare nuova grande distribuzione

Cremona Via Bredina: non ci sono le condizione per insediare una nuova grande distribuzione

 Questa la posizione della Giunta comunicata ai rappresentanti della Maschio Gaspardo

 Cremona, 30 settembre 2021 - Nell'area di via Bredina, zona di Maschio Gaspardo, non ci sono le condizioni per insediare una nuova grande distribuzione. Questa la posizione della Giunta comunale espressa nell’incontro di oggi con i rappresentanti della azienda Maschio Gaspardo e maturata dopo numerosi approfondimenti e confronti.

 Infatti, rispetto alle linee di indirizzo definite in Consiglio comunale nel 2019, non risultano rispettate tutte le condizioni necessarie per dare il via ad un percorso di modifica della destinazione dell’area.

 Mancano, ad esempio, il mantenimento del livello di occupazione, il rapporto diretto con l’eventuale soggetto attuatore dell’investimento, un intervento forte di utilità pubblica.

 A questo si aggiunge che il bilancio 2020 della capogruppo Maschio-Gaspardo risulta positivo e con un trend in crescita.

 Allo stesso tempo l’Amministrazione si impegna, per il suo ruolo, a interloquire con l'azienda, in stretto contatto con i sindacati e con la massima volontà di collaborazione con la proprietà, all’interno della promozione di progetti sulla zootecnia e sull’agroalimentare finalizzati allo sviluppo e all'occupazione.

DICHIARAZIONE DI GIANLUCA GALIMBERTI NO AD UNA NUOVA GRANDE DISTRIBUZIONE AL POSTO DI MASCHIO-GASPARDO. MASSIMA ATTENZIONE PER IL MANTENIMENTO DELL’OCCUPAZIONE!

Nell'area di via Bredina, zona di Maschio Gaspardo, non ci sono le condizioni per  insediare una nuova grande distribuzione. È la posizione della nostra giunta comunale, espressa nell’incontro di oggi con i rappresentanti della azienda Maschio Gaspardo e maturata dopo numerosi approfondimenti e confronti.

Infatti, rispetto alle linee di indirizzo definite in Consiglio Comunale nel 2019, non risultano rispettate tutte le condizioni necessarie per dare il via ad un percorso di modifica della destinazione dell’area. Mancano ad esempio il mantenimento del livello di occupazione, il rapporto diretto con l’eventuale soggetto attuatore dell’investimento, un intervento forte di utilità pubblica.

A questo si aggiunge che il bilancio 2020 della capogruppo Maschio-Gaspardo risulta positivo e con un trend in crescita.

Come Amministrazione, ci impegniamo, per il nostro ruolo, a interloquire con l'azienda, in stretto contatto con i sindacati e con la proprietà, per favorire il mantenimento dell’occupazione all’interno della valorizzazione di progetti di sviluppo della zootecnia e dell’agroalimentare che da anni caratterizzano il nostro territorio.

 

 

495 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online