Lunedì, 28 settembre 2020 - ore 16.23

#cremonacoronavirus. Il Prefetto in visita all’Ospedale di Cremona

Questa mattina, il Prefetto di Cremona, dott. Vito Danilo Gagliardi, d’intesa con il Direttore dell’Ospedale Maggiore di Cremona dr. Rossi, ha deciso di recarsi personalmente in visita presso la struttura ospedaliera per conoscere da vicino tutto lo staff che in queste giornate è costantemente al lavoro.

| Scritto da Redazione
#cremonacoronavirus. Il Prefetto  in visita all’Ospedale di Cremona

#cremonacoronavirus. Il Prefetto  in visita all’Ospedale di Cremona

Questa mattina, il Prefetto di Cremona, dott. Vito Danilo Gagliardi, d’intesa con il Direttore dell’Ospedale Maggiore di Cremona dr. Rossi, ha deciso di recarsi personalmente in visita presso la struttura ospedaliera per conoscere da vicino tutto lo staff che in queste giornate è costantemente al lavoro.

Il dr Rossi ha così potuto presentare al Prefetto i suoi fidati collaboratori, tutti presenti al tavolo che si è riunito presso gli uffici dell’Ospedale. L’incontro è stato un’utile occasione di confronto sulla situazione attuale. Il Direttore ha affermato come in queste ore difficili il supporto amministrativo ed operativo non sia mai mancato, ed è stato eccezionale l’impegno di tutti oltre ogni divisione formale o rigidità delle normali procedure e strutture burocratiche.

Tutta la struttura si è adattata in modo tempestivo e con grande prova di reattività e di efficienza.

Quella che è stata messa in atto è stata una vera e propria piccola rivoluzione di solidarietà peraltro attuata in pochissimo tempo. In 10 giorni tutti i professionisti dell’Ospedale si sono ricompattati per realizzare un unico scopo di carattere superiore, quello di garantire un servizio essenziale alla collettività in questo momento, aldilà di ogni precedente strutturazione organizzativa valida nell’ordinario quotidiano.

Il Prefetto ha avuto parole di sincero ringraziamento ed ha encomiato questa voglia di vincere, questa compattezza, dimostrata facendo fronte comune all'insidia del momento. Al personale sanitario dell'ospedale – ha aggiunto -  serve tutto il sostegno delle Istituzioni e del sistema nel suo complesso, sono loro – medici, infermieri e tutti gli operatori - che sopportano il vero sacrificio di chi combatte in prima linea questa battaglia da vincere assolutamente, e il pensiero di vicinanza e di ringraziamento è esteso anche alle famiglie di questi uomini e donne, che con loro vivono silenziosamente questo momento di grande impegno e contribuiscono a dare forza e coraggio a tutti.

Lo staff racconta come dall'emersione dell'emergenza praticamente non esistono ferie, riposi o recuperi. La squadra ha serrato i ranghi, ma anche loro sono uomini e donne che si stancano e che hanno bisogno di ricambio e aiuto. Si dice che un buon comandante sa quanto può arrivare a chiedere ai suoi uomini, e in questo tipo di situazione è necessaria la forza e la determinazione di tutti, ma è necessario altresì il massimo sostegno all'ospedale maggiore di Cremona e alla sua squadra, ed è per questo che il Prefetto in tale occasione ha ribadito tutto il suo impegno in tal senso in ogni sede istituzionale.

L'ospedale ha dimostrato la forza della flessibilità e del pragmatismo che spesso contraddistinguono in modo vincente lo spirito nazionale. Queste risorse da sole non bastano ad alleviare il forte stress cui sono sottoposti gli operatori medico sanitari. Servono misure ulteriori di aiuto e di sostegno, non è possibile abbassare la guardia.

In questa situazione è necessario non aggravare lo scenario esistente e quindi essere uniti nel rispettare e invitare a far rispettare in modo puntuale sia le raccomandazioni igienico sanitarie rivolte a tutti, sia le indicazioni delle autorità sanitarie per la valutazione dell'eventuale opportunità di sottoposizione al tampone.

Il Prefetto ha concluso l’incontro ringraziando per le preziose informazioni ricevute, osservando come, ora più che mai, siano necessarie in modo evidente la più completa fiducia e il sostegno alla scienza e alle competenze, e complimentandosi ancora con tutto l’Ospedale per il lavoro svolto fino ad oggi ha salutato augurando buon lavoro, in attesa di nuovi contatti comunque costanti e quotidiani fra autorità sanitarie e Prefettura.

Cremona 2 marzo 2020

375 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online