Lunedì, 15 agosto 2022 - ore 18.49

D’ora in avanti i soldi multe per reati ambientali torneranno a Roma. Degli Angeli

Degli Angeli: “Le risorse devono restare nella disponibilità di Arpa Lombardia ed essere messe a servizio dei cittadini”

| Scritto da Redazione
D’ora in avanti i soldi multe per reati ambientali torneranno a Roma. Degli Angeli

D’ora in avanti i soldi delle multe per i reati ambientali torneranno a Roma. Degli Angeli: “Le risorse devono restare nella disponibilità di Arpa Lombardia ed essere messe a servizio dei cittadini”



“Come Movimento Cinque Stelle Lombardia avevamo presentato una mozione per chiedere che i fondi ottenuti da Arpa, attraverso la riscossione delle sanzioni inflitte a chi commette reati ambientali, potessero essere utilizzati per implementare e massimizzare il servizio di controllo ambientale. Purtroppo, affrontando il tema nel corso della seduta di oggi, mercoledì 29 giugno in commissione VI Ambiente, l’assessore Cattaneo ha delineato una strada inversa alla nostra mozione”.



A spiegarlo è Marco Degli Angeli, consigliere pentastellato di Regione Lombardia, il quale ha aggiunto: “Sappiamo che Arpa dal 2017 ha bloccati a bilancio circa 4 milioni di euro incassati dalle sanzioni inflitte a chi ha commesso reati ambientali. Abbiamo chiesto che questi soldi, tramite Arpa, tornassero nella disponibilità dei cittadini e degli enti locali sotto forma di investimenti e maggiori controlli ambientali, che Arpa avrebbe potuto realizzare proprio grazie a queste risorse. Dispiace apprendere che ciò non avverrà”.



Infatti, per sbloccare questa impasse sarebbe servito un chiarimento normativo da parte del Governo. Oggi l’Assessore Cattaneo ha però reso noto che, per effetto di un maxi emendamento votato ieri alla Camera, la situazione è addirittura peggiorata.



“Le notizie che arrivano da Roma - spiega Degli Angeli - non andrebbero nella direzione indicata dalla nostra mozione: stando a quanto riportato dall’Assessore non solo non viene chiarito chi e come potrà spendere quanto già incassato, ma parrebbe che le risorse incassate in futuro dovranno tornare all’interno della fiscalità dello Stato. Trovo questa decisione assurda e penalizzante”, puntualizza il consigliere Degli Angeli.



Questo il motivo per il quale alla luce dei recenti sviluppi e in accordo con la maggioranza, Degli Angeli ha chiarito come sia intenzione del M5s lavorare al testo di una nuova mozione condivisa attraverso la quale chiedere a Regione Lombardia di interloquire con il Governo “affinché ad Arpa sia concesso di disporre delle risorse ottenute tramite le multe. Esattamente - chiarisce Degli Angeli - allo stesso modo in cui ne può disporre ATS quando sanziona le inadempienze in materia di sicurezza sul lavoro”.

Conclude il consigliere: “Capita spesso che, di fronte alla richiesta di un sindaco, Arpa non possa intervenire a causa della mancanza di risorse. Penalizzando di conseguenza l’ambiente e la salute dei cittadini. Per questo è importante che l’incasso delle sanzioni resti nella disponibilità dell’ente, affinché possano essere rimesse a servizio dei territori”.

242 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online