Martedì, 16 aprile 2024 - ore 15.23

Dai bandi Prima oltre 68 mln di euro per l’innovazione agroalimentare nel Mediterraneo

Riccaboni: ''I ricercatori italiani stanno fattivamente contribuendo nel creare ponti e connessioni fra Paesi che condividono la stessa storia e il medesimo futuro''

| Scritto da Redazione
Dai bandi Prima oltre 68 mln di euro per l’innovazione agroalimentare nel Mediterraneo

Il programma Prima (Partnership for research and innovation in the Mediterranean area) assegnerà alla ricerca e innovazione nel settore agroalimentare, per il 2022, finanziamenti pari a oltre 68 milioni di euro.

Il ministero dell’Università e il Segretariato italiano di Prima – con sede al Santa Chiara Lab dell’Università degli Studi di Siena – presenteranno le nuove opportunità di finanziamento in un infoday, previsto per domani 15 febbraio (11-30-13.30) e articolato in un evento online nel quale esperti di progettazione europea daranno informazioni e spiegazioni a supporto della partecipazione italiana ai bandi Prima 2022.

Finora, nei quattro anni di attuazione del programma Prima (2018-2021), la ricerca italiana ha conseguito ottimi risultati: su 168 progetti finanziati ben 129 vedono la partecipazione dell’Italia, con 60 direttamente coordinati da un ente italiano. Di 226 milioni finora erogati, circa 52 milioni di euro sono andati a beneficio di ricercatori e innovatori del nostro Paese.

Il programma rappresenta per l’Italia un importante strumento di promozione della ricerca e dell’innovazione in settori chiave quali la gestione efficiente delle risorse idriche e l’agroalimentare.

«Prima, con i suoi progetti di ricerca e innovazione attuati da ricercatori di tutti i Paesi del bacino del Mediterraneo, sta dando un prezioso contributo all’attuazione degli obiettivi del Green Deal in questa regione e in termini di diplomazia scientifica. I ricercatori italiani, avendo un ruolo centrale in ben 129 progetti finanziati, stanno fattivamente contribuendo nel creare ponti e connessioni fra Paesi che condividono la stessa storia e il medesimo futuro», dichiara il presidente della fondazione Prima e già rettore dell’Ateneo senese, Angelo Riccaboni.

572 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria