Domenica, 14 aprile 2024 - ore 21.41

GAS: IL NABUCCO RECUPERA SULLA TAP

| Scritto da Redazione
GAS: IL NABUCCO RECUPERA SULLA TAP

Gli azionisti del gasdotto dalla verdiana denominazione offrono la metà delle azioni della conduttura agli azionisti del giacimento Shakh Deniz. Ipotizzato anche un comune finanziamento se il Nabucco sarà preferito al Gasdotto Trans Adriatico

 

La metà delle azioni del gasdotto dalla verdiana denominazione se il consorzio deputato allo sfruttamento del giacimento Shakh Deniz preferirà il Nabucco al Gasdotto Trans Adriatico.

 

Nella giornata di giovedì, 10 Gennaio, gli enti azionisti del Nabucco e le compagnie impegnate nello sfruttamento del giacimento azero Shakh Deniz hanno raggiunto un accordo per il finanziamento della conduttura dalla verdiana denominazione.

 

Come riportato dalla Trend, al consorzio Shakh Deniz - composto dal colosso azero SOCAR, da quello britannico British Petroleum, da quello norvegese Statoil, e dalla compagnia francese Total - gli azionisti del Nabucco hanno offerto il 50% delle azioni del gasdotto.

 

Inoltre, l'accordo prevede il finanziamento congiunto del Nabucco se la conduttura dalla verdiana denominazione sarà scelta dal consorzio Shakh Deniz come la magistrale principale per l'esportazione in Unione Europea di 30 Miliardi di metri cubi di gas dall'Azerbaijan.

 

Il Nabucco è un progetto varato dalla Commissione Europea per diversificare le fonti di approvvigionamento di gas dell'UE e diminuire la dipendenza dalle forniture della Russia che, ad oggi, coprono il 40% del fabbisogno energetico dell'Europa.

 

Concepito per trasportare il gas estratto in Azerbaijan fino all'Austria partendo dalla Turchia Europea tramite Bulgaria, Romania ed Ungheria, il Nabucco è sostenuto economicamente dalla compagnia austriaca OMV, dall'ungherese MOL, dalla romena Transgaz, dalla bulgara BEH, e dalla tedesca RWE, ed è supportato politicamente dai Governi di Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, e Turchia.

 

Il testa a testa tra Nabucco e TAP

 

La firma dell'accordo con il consorzio Shakh Deniz ha consentito al Nabucco di colmare la distanza con il Gasdotto Trans Adriatico - TAP - che già dal Dicembre 2012 ha firmato un pre-accordo per la cessione di quote ed investimenti comuni con British Petroleum, Socar e Total.

 

La TAP è progettata per veicolare 21 miliardi di metri cubi di gas dell'Azerbaijan in Italia dal confine tra Turchia e Grecia attraverso l'Albania.

 

Supportata economicamente dalla Statoil, dalla compagnia svizzera Axpo, e da quella tedesca E.On, la TAP è sostenuta politicamente dai governi di Italia, Grecia ed Albania.

 

Se realizzata, la TAP permetterà all'Italia di affermarsi come il principale hub per la distribuzione del gas azero in UE, rafforzerà la posizione del Governo italiano nell'ambito internazionale, e permetterà la creazione di posti di lavoro in un Paese notevolmente colpito dalla crisi economica.

 

Una scelta tra il Nabucco e il Gasdotto Trans Adriatico da parte del consorzio Shakh Deniz per definire quale delle due condutture diventerà la principale magistrale per il trasporto in Europa del gas azero sarà decisiva per determinare la realizzazione di ambo i progetti.

 

Matteo Cazzulani

1015 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria