Domenica, 26 giugno 2022 - ore 07.27

'GENOVA PER NOI' MERCOLEDI 21 LUGLIO - h.21 Pagoda P.zza Roma Cremona

2001 – Cremona Social Forum – 2021 20 ANNI DI RAGIONI DALLA MEMORIA AL FUTURO TESTIMONIANZE CANZONI VISIONI PER UN ALTRO MONDO NECESSARIO

| Scritto da Redazione
'GENOVA PER NOI' MERCOLEDI 21 LUGLIO - h.21 Pagoda P.zza Roma Cremona

'GENOVA PER NOI' MERCOLEDI 21 LUGLIO - h.21 Giardini Pubblici di Piazza Roma Cremona

2001 – Cremona Social Forum – 2021 20 ANNI DI RAGIONI DALLA MEMORIA AL FUTURO TESTIMONIANZE CANZONI VISIONI PER UN ALTRO MONDO NECESSARIO

Sono trascorsi 20 anni dalle giornate 'meravigliose e terribili' del Genoa Social Forum, da quell'incontro di centinaia di migliaia di persone e di oltre mille organizzazioni sociali da tutto il mondo che dopo l'insorgenza giovanile di Seattle e la maturazione popolare di Porto Alegre si unirono in Italia nel luglio 2001 per contestare l'illegittimità del potere dei G8 e denunciare i pericoli sociali e ambientali di una globalizzazione neoliberista fondata sulla mercificazione dell'esistenza e sulla distruzione delle risorse, rivendicando la necessità di un'alternativa democratica dei popoli costruita sui diritti umani per tutti e sul rispetto della natura come unico futuro possiibile.

Anche nella nostra provincia, cittadini e gruppi diedero vita per lungo tempo a centinaia di iniziative diffuse dalle quali nacque l'originale esperienza del Cremona Social Forum, una rete ampia e plurale animata da attivisti e volontari portatori di variegate forme di impegno civile sociale sindacale e politico che collegò e unì decine di organizzazioni popolari di differente ispirazione culturale e religiosa e di diversificata natura e funzione. Un percorso di incontro, confronto e alleanza che vide collaborare in modo continuativo associazionismo cattolico e centri sociali, sindacalismo confederale e volontariato solidale, gruppi culturali e collettivi studenteschi, circoli espressivi e comunità di accoglienza. Così, furono oltre 500 i cremonesi - tanti i giovani e le donne, organizzati e informali - che in quel luglio torrido parteciparono anche alle iniziative e alle mobilitazioni a Genova: prima respirandone la visione e l'umanità, condividendone la spinta di partecipazione e gli obbiettivi di giustizia e pace; poi subendo la violenza indiscriminata di un Potere oligarchico e affaristico che non poteva tollerare quella enorme crescita di un nuovo grande movimento popolare, egualitario nonviolento democratico, deciso a riprendere in mano il proprio destino, cambiare il presente e costruire il futuro.

 Quelle persone hanno poi continuato il loro impegno civile e sociale nel quotidiano e nella comunità attraverso questi 20 anni, tra concretezza e idealità, responsabilità e operosità, in assoluta coerenza con quella ispirazione originaria, aprendosi a temi e soggetti nuovi, evolvendo e innovando culture e pratiche dell'alternativa. Altre generazioni e nuove culture hanno incrociato quel cammino, animando esperienze originali e innovative nella costruzione dal basso di pratiche alternative. In questa fase non è in campo in quella forma visibile un movimento unitario: ma anche oggi, nei mille angoli del mondo, dalla lotta per i diritti dei lavoratori alle campagne per la cittadinanza dei migranti, dall'impegno per le libertà civili alle vertenze ambientali, dalla difesa del clima alla solidarietà internazionale, volontari e attivisti dei differenti orientamenti condividono quella consapevolezza e quello sguardo, oltre un presente segnato da ingiustizie e distruzioni frutto di un modello di sviluppo sbagliato e insostenibile, verso un orizzonte di trasformazione.

E anche oggi, in occasione di questo ventennale, le persone e le realtá locali che condividono quell'ispirazione si stanno confrontando in una riflessione sul ventennio trascorso, ma soprattutto in una analisi del presente e in un impegno per il futuro. Richiamando l'esperienza storica del Cremona Social Forum e dei movimenti di pace giustizia solidarietà dentro questi 20 anni - in relazione con la rete internazionale dei movimenti altermondialisti - condividono qui e ora la volontá di proporre anche nella comunità locale alcune iniziative comuni quali occasioni di incontro confronto impegno, invitando tutta la cittadinanza attiva e le organizzazioni della società civile cremonese a partecipare liberamente.

Accogliendo l'appello della rete internazionale 'Genova2021: loro la malattia, noi la cura', anche nella nostra città un gruppo di attivisti e di realtà sociali locali promuove un 'Percorso Cremonese verso e oltre Genova21' per proporre occasioni di riflessione e attualizzazione su quella esperienza e su quella 'profezia', su quei temi attualissimi che già furono anticipati da quel primo grande movimento popolare globale.

In questi giorni, anche una delegazione informale cremonese partecipa alle iniziative organizzate nella città ligure, cimentandosi con il dibattito attuale e con le sfide nuove della società civile europea e mondiale.

Ma gli attivisti cremonesi promuovono anche un nuovo momento pubblico 'per fare memoria e costruire futuro: dal Cremona Social Forum ai nuovi movimenti globali' nella serata di mercoledì 21 luglio, nella ricorrenza esatta della marcia dei 300.000 cittadini del Mondo repressa nella violenza sistematica, della notte del massacro alla Scuola Diaz e delle torture alla Caserma di Bolzaneto.

Dalle ore 21, presso i Giardini Pubblici di Piazza Roma, il Percorso Cremonese organizza “GENOVA PER NOI” TESTIMONIANZE CANZONI VISIONI PER UN ALTRO MONDO NECESSARIO: 20 anni di azioni sociali | 20 esperienze di cittadine/i attivi | 20 messaggi di 3' ciascuno per condividere un ricordo, un'esperienza, una denuncia, una proposta, un impegno per l'oggi e per il domani. Una piccola maratona di interventi brevi che vedrà esprimersi chi a Genova c'era e chi no, chi in quegli anni è nato e chi è in cammino da una vita: donne e uomini di differenti generazioni, condizioni, ispirazioni insieme, uniti e diversi nell'incontro sulle strade dell'alternativa sistemica, nel nome dell'Umanità e del Pianeta.

Le testimonianze si alterneranno con due interventi musicali a tema: i Nero A Metà proporranno in atmosfere acustiche un viaggio nella canzone d'autore da Genova al Mondo, mentre il giovane rapper Iuman scolpirà le sue rime su contaminazioni musicali tra storie di vita e denuncia sociale.

A seguire, verrà proiettato il Film-Documentario 'Genova 2001: Un altro mondo è possibile' - il Cinema Italiano al Genoa Social Forum, un reportage unico che ripercorre l'intera settimana di eventi dal 14 al 21 luglio, opera collettiva di 100 autori, registi, sceneggiatori tra i quali Ettore Scola, Carlo Lizzani, Gillo Pontecorvo, i fratelli Taviani, Cristina Comencini, Mario Monicelli, Gabriele Salvatores, Daniele Segre, Francesca Archibugi, Ricky Tognazzi e tanti altri.

L'iniziativa si svolge in spazi aperti e verrà realizzata nel rigoroso rispetto delle misure di prevenzione e protezione: gli organizzatori richiamano i cittadini partecipanti alla piena osservanza delle norme vigenti, facendo appello alle buone pratiche indispensabili per la tutela della salute di ciascuno e di tutti.

Percorso Cremonese verso/oltre Genova2021

informazioni contributi iniziative: www.facebook.com/cremonasocialforum21

per aderire:unaltromondo.cremona@libero.it

 

603 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online