Domenica, 17 novembre 2019 - ore 22.11

Ginevra Morestalgia un'opera multimediale del cremonese Riccardo Benassi fino al 22 dicembre 2019

La mostra sarà esposta anche all’ Istituto Italiano di Cultura di Melbourne, al Zentrum für Kunst und Medien, Karlsruhe ed al Live Arts Week/Art City, Bologna per essere collocata permanentemente al Museion - Museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano.

| Scritto da Redazione
Ginevra Morestalgia  un'opera multimediale del cremonese  Riccardo Benassi fino al 22 dicembre 2019 Ginevra Morestalgia  un'opera multimediale del cremonese  Riccardo Benassi fino al 22 dicembre 2019 Ginevra Morestalgia  un'opera multimediale del cremonese  Riccardo Benassi fino al 22 dicembre 2019 Ginevra Morestalgia  un'opera multimediale del cremonese  Riccardo Benassi fino al 22 dicembre 2019

Ginevra Morestalgia  un'opera multimediale del cremonese  Riccardo Benassi fino al 22 dicembre 2019

La mostra sarà esposta anche all’  Istituto Italiano di Cultura di Melbourne,  al  Zentrum für Kunst und Medien, Karlsruhe ed al  Live Arts Week/Art City, Bologna per essere collocata permanentemente  al Museion - Museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano.

Riccardo Benassi : L’ispirazione originaria per Morestalgia è nata da una tenda a strisce che mia nonna utilizzava per separare la cucina dal resto della casa. Aveva la doppia funzione di tenere lontane le mosche e permetterle di passarci attraverso anche con le mani impegnate da piatti e stoviglie. Quello che mi ha incuriosito è la sua qualità di soglia finzionale di stampo popolare, con una vastissima diffusione tra l’altro, al punto da farmi credere che potesse definire una precisa e condivisibile idea di domesticità. ( da intervista di Riccardo Venturi )

-----------

Xing presenta Morestalgia, una nuova opera multimediale di Riccardo Benassi, progetto realizzato grazie al sostegno dell'Italian Council (5. Edizione, 2019), programma di promozione di arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea e Rigenerazione Urbana del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

Morestalgia è un ambiente composto da testo, suono e oggetti che ha come cuore pulsante uno schermo led penetrabile dal corpo umano. Il progetto nasce da un lavoro di ricerca teorica sul sentimento della nostalgia e sulle sue implicazioni sociali alla luce dell’ingresso di internet nelle nostre vite. Prenderà la forma di un'opera multimediale e polisensoriale, un oggetto di iper-design che, coerentemente con il percorso di ricerca di Riccardo Benassi, affronta il tema del display nel contesto abitativo, urbanistico, infrastrutturale e comportamentale, partendo da un’analisi che pone al centro il soggetto e le sue interrelazioni.

Morestalgia si svilupperà tra il 2019 e l’inizio del 2020 in collaborazione con una serie di partner internazionali.

La prima apparizione pubblica, sotto forma di spazio installativo, avverrà al Centre d’Art Contemporain Genève (10 ottobre > 22 dicembre 2019), dove dialogherà con la nuova versione inglese di Daily Desiderio Domestico, una media-sculpture all’interno della quale Riccardo Benassi scrive e trasmette un messaggio testuale al giorno, per ogni giorno della sua vita, leggibile per sole 24 ore. In questo modo lo spazio installativo si apre alla mutevolezza e transitorietà.

Morestalgia si sposterà in un altro centro d’arte europeo che si occupa dei rapporti tra arte e tecnologia, in occasione della grande apertura della stagione 2020 dello ZKM | Zentrum für Kunst und Medien di Karlsruhe (6 gennaio > 19 gennaio 2020). La tecno-tenda attraversata da un flusso di testo, immagine e luce funzionerà nel museo come soglia metaforica tra lo spazio espositivo e quello di ricerca evidenziando il valore sia estetico che contenutistico dell’opera.

A Bologna (23 > 27 gennaio 2020) l’opera entrerà nello spazio pubblico della Stazione AV di Bologna Centrale, accogliendo passeggeri e visitatori nel punto di approdo dell'infrastruttura che ha cambiato il modo di viaggiare. Per cinque giorni l’installazione sarà aperta dalle 6 del mattino a mezzanotte come momento di anticipazione di Live Arts Week IX - appuntamento tra arte e liveness a cura di Xing - nell’ambito di Art City Bologna 2020, in occasione di Arte Fiera.

Morestalgia prenderà anche la forma di performative lecture all'Istituto Italiano di Cultura di Melbourne, storico luogo di emigrazione europea, dove entrerà in dialogo con altre opere create per l’occasione (5 dicembre 2019 > 28 febbraio 2020), e al Künstlerhaus Bethanien di Berlino (febbraio 2020).

L’opera sarà accompagnata da una pubblicazione per entrare infine nella collezione permanente del Museion - Museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano.

Riccardo Benassi ha creato il neologismo morestalgia per aggiornare il significato del sentimento della nostalgia all’interno di campi di studio quali la memoria e gli affetti, la migrazione e la famigliarità, la fenomenologia delle interfacce contemporanee e la psicanalisi, la storia e la futurologia. Il suo corrispettivo in un linguaggio cosmopolita è 'augmented nostalgia': un tipo specifico di nostalgia che provoca un dolore simile a quello causato dall’invidia, un sentimento di mancanza che si traduce come perdita. Gli esseri umani 'morestalgici' sono portatori del desiderio di vivere un'esperienza che hanno precedentemente inteso come plausibile ma che non richiamano dal proprio passato, in quanto questo è stato sostituito dalla navigazione immersiva offerta dal web. L’artista si domanda: in che modo i social network e le comunità online contribuiscono all'unificazione e alla normalizzazione di diversi passati soggettivi? L'empatia digitale può diventare uno strumento utile a rimodellare il futuro piuttosto che creare un'alleanza attorno a un passato apparentemente condiviso? In altre parole, come possiamo oggi trasformare il soggettivo senso di appartenenza in un divenire collettivo?

La pratica di Riccardo Benassi si è distinta negli anni per un approccio multidisciplinare che riflette sull’impatto delle tecnologie nella nostra quotidiana relazione con lo spazio e le persone, e su come esse abbiano radicalmente alterato le strutture abitative e l’organizzazione del reale, dall’architettura alla politica, così come nella produzione e nel consumo di cultura. Sviluppando spesso progetti collaborativi all’interno delle ultime 'sottoculture' degli anni ’90, Benassi ha rappresentato, negli anni del suo esordio, una figura chiave nella scena della musica underground europea. Altrettanto attivo in campo visuale, con una frequentazione dei New Media, con particolare riferimento alla crescita espressiva della millennial generation, ne è diventato un riferimento sia sul piano teorico che su quello formativo e procedurale. Le sue opere sono il risultato di un articolato assemblaggio di immagini, testi, suoni, colori, oggetti di design e diversi materiali che insieme generano installazioni su grande scala, video, libri d'artista ed elementi scultorei.

La mostra sarà esposta :

-Centre d’Art Contemporain Genève, 10 ottobre > 22 dicembre 2019

-Istituto Italiano di Cultura di Melbourne, 5 dicembre 2019 > 28 febbraio 2020

-ZKM | Zentrum für Kunst und Medien, Karlsruhe, 6 > 19 gennaio 2020

- Live Arts Week/Art City, Bologna Stazione Alta Velocità, 23 > 27 gennaio 2020

 

Fonte : http://www.xing.it/event/441/morestalgia

--------------------

Riccardo Benassi (Cremona, 1982), vive e lavora a Berlino. Il suo lavoro è stato esposto in spazi pubblici e privati in Italia e in tutto il mondo. Alcune delle sue mostre più recenti includono: ICA, Milano (2019), Galleria ZERO…, Milano (2019), Fondazione del Monte Bologna (2019); MAMbo Bologna (2018); Parc Saint Léger, Guérigny (2018); ArtLine, Milano (2018); ZKM, Karlsruhe (2017); Kunstraum Potsdam, Berlino (2017); Künstlerhaus Bethanien, Berlin (mostra personale) (2016); IIC - Italian Cultural Institute, Paris (mostra personale) (2016); Collezione Farnesina, Roma (2016); Museo Salvatore Ferragamo, Firenze (2016). Benassi lavora come professore di Sound Design presso l'Accademia di Belle Arti Carrara di Bergamo dal 2013, dal 2014 al 2016 è stato professore di pratiche creative presso il dBs College di Berlino, ed è professore ospite presso la NABA di Milano dal 2019.

foto:  © No Elevator Studio

--------------------

 

Altri siti in cui si scrive della mostra ‘Morestalgia’ di Riccardo Benassi esposta a Ginevra fino 27 gennaio 2019

https://arteez.ch/morestalgia-de-riccardo-benassi/

https://flash---art.it/article/divenire-morestalgici-desiderio-e-nostalgia-in-riccardo-benassi/#

https://centre.ch/en/exhibitions/riccardo-benassi/

https://iicmelbourne.esteri.it/iic_melbourne/it/gli_eventi/calendario/morestalgia-di-riccardo-benassi.html

https://consginevra.esteri.it/consolato_ginevra/it/la_comunicazione/dal-consolato/2019/10/giornata-del-contemporaneo-xv-giornata.html

 

welcr/red/gcst

Cremona 4 novembre 2019

21339 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online