Domenica, 29 gennaio 2023 - ore 19.48

Il 12 giugno si vota per referendum sulla Giustizia e per alcuni sindaci

I comuni provincia di Cremona sono : Credera Rubbiano, Crema, Pozzaglio ed Uniti, Robecco d'Oglio e Torricella del Pizzo.

| Scritto da Redazione
Il 12 giugno si vota per referendum sulla Giustizia e per alcuni sindaci Il 12 giugno si vota per referendum sulla Giustizia e per alcuni sindaci

Elezioni 2022 Il prossimo 12 giugno si terranno il Referendum Abrogativi  sulla giustizia ed il rinnovo dei  sindaci  e dei Consigli Comunali nei seguenti comuni della provincia di Cremona : Credera Rubbiano, Crema, Pozzaglio ed Uniti,  Robecco d'Ogli0 e Torricella del Pizzo.

L’eventuale ballottaggio per l’elezione del sindaco si terrà- solo a Crema- il  19 giugno.

Su quali referendum si vota il 12 giugno?

Il 12 giugno è l'Election Day: non si vota solo per eleggere sindaco e nuovo consiglio comunale, ma i cittadini sono anche chiamati a pronunciarsi sui cinque quesiti referendari sul tema della Giustizia. Lo stabiliscono i Decreti del Presidente della Repubblica del 6 aprile 2022 pubblicati su Gazzetta Ufficiale n. 82 del 7 aprile 2022, che per la sola giornata di domenica 12 giugno - dalle 7 alle 23 - indicono cinque referendum popolari abrogativi ex art. 75 della Costituzione, dichiarati ammissibili con sentenze della Corte Costituzionale.

I referendum sulla giustizia: quali sono i quesiti

Cinque dunque i referendum su cui gli italiani saranno chiamati a esprimersi:

1.) Riforma del Csm. Oggi un magistrato che vuole candidarsi al Consiglio Superiore della Magistratura deve raccogliere dalle 25 alle 50 firme. Con il referendum verrebbe abolito il vincolo delle firme in modo da permettere "a tutti i magistrati di candidarsi, senza dover sottostare al condizionamento delle correnti".

2.) Abolizione della legge Severino: il quesito propone l'abolizione della legge sulla incandidabilità, ineleggibilità e decadenza automatica per i parlamentari, per i rappresentanti di governo, per i consiglieri regionali, per i sindaci e per gli amministratori locali in caso di condanna.

3.) Limiti agli abusi della custodia cautelare: si propone di limitare la carcerazione preventiva per il pericolo di "recidiva" solo ai reati più gravi.

4.) Separazione delle funzioni dei magistrati: si propone lo stop totale alla possibilità per i magistrati di passare, nel corso della carriera, dalla funzione requirente a quella giudicante e viceversa.

5.) Il voto degli avvocati nei consigli giudiziari sulle valutazione dei magistrati.

Affinchè i referendum siano validi è necessario raggiungere Il quorum del 50% +1 degli elettori aveni diritto

Per la validità del referendum abrogativo è obbligatorio che vada a votare la metà più uno degli elettori aventi diritto, in caso contrario resteranno in vigore le norme per le quali il quorum non viene raggiunto.

1034 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online