Giovedì, 04 marzo 2021 - ore 00.45

Il nuovo Bollettino del 16 novembre 2020

27.354 nuovi casi, 504 vittime e 21.554 guariti circa 6.600 in meno rispetto a ieri, a fronte però di oltre 42mila tamponi in meno (195.275 quelli comunicati ieri, 152.663 quelli analizzati oggi

| Scritto da Redazione
Il nuovo Bollettino del 16  novembre 2020

In Campania 4.079 nuovi contagi, 2.547 in Emilia Romagna. Altri  2.407 nel Lazio, 2.433 in Toscana e 1.966 in Veneto. Valle d'Aosta verso la chiusura delle scuole 27.354 nuovi casi, 504 vittime e 21.554 guariti circa 6.600 in meno rispetto a ieri, a fronte però di oltre 42mila tamponi in meno (195.275 quelli comunicati ieri, 152.663 quelli analizzati oggi

 

 

Campania

 Sono 4.079 i nuovi casi di Coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania, dall'analisi di 25.110 tamponi. Dei nuovi positivi (il 16,2% del totale dei tamponi effettuati), 436 sono sintomatici e 3.643 sono asintomatici. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio della pandemia sale a 115.266, mentre sono 1.292.302 i tamponi complessivamente esaminati. Nel bollettino odierno della Regione Campania sono indicati 37 nuovi decessi, ma viene al contempo specificato che si tratta di decessi avvenuti tra il 13 e il 15 novembre. Il totale dei deceduti in Campania dall'inizio dell'emergenza coronavirus sale a 1.066. Sono 785 i nuovi guariti: il totale dei guariti sale a 22.686.

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 91.066 casi di positività, 2.547 in più rispetto a ieri, su un totale di 14.442 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 17,6%. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 44,8 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 605 nuovi casi e Bologna con 539, a seguire Reggio Emilia (302), Rimini (256), Piacenza (186), Ravenna (146), Parma (146), il territorio di Imola (114) e Ferrara (101). I casi attivi a oggi sono 55.429, di questi le persone in isolamento a casa sono complessivamente 52.789 (+2.120 rispetto a ieri), il 95,2% del totale dei casi attivi. Si registrano 23 nuovi decessi (i morti complessivi da inizio emergenza sono 5.067). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 247 (+1 rispetto a ieri), 2.393 quelli in altri reparti Covid (+108). Le persone complessivamente guarite salgono a 30.570 (+295 rispetto a ieri). 

 

Toscana

Sono 2.433 i nuovi positivi in Toscana. I decessi registrati nelle ultime 24 ore sono 36. Con gli ultimi esami salgono a 1 milione e 347.451 i tamponi eseguiti dall'inizio dell'emergenza sanitaria a febbraio: 15.527 tamponi in più rispetto al precedente bollettino, di cui il 15,7 per cento è risultato positivo, 864 i test rapidi. I nuovi casi sono il 3,% rispetto al totale del giorno precedente. Sale il numero dei ricoverati in ospedale nei reparti Covid (2.061, 53 in più rispetto a ieri, più 2,6 per cento), di cui 284 in terapia intensiva (dieci in più, più 3,6 per cento). La maggior parte dei contagiati continua comunque ad essere curata a casa o negli alberghi sanitari, perché presenta sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o perché priva di sintomi: si tratta di 51.790 persone (1.490 in più nelle ultime ventiquattro ore, più 3 per cento).

Lazio

Diminuiscono i nuovi positivi nel Lazio. "Oggi, su quasi 20mila tamponi, si registrano 2.407 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 2.612 su quasi 23mila tamponi eseguiti. Sale invece il numero dei morti: oggi sono 34, a fronte dei 21 di ieri. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 412. "Sale leggermente - aggiunge D'Amato - il rapporto tra positivi e i tamponi, calano i ricoveri (-60) e lieve incremento terapie intensive (+4). Assistiamo ad un lieve rallentamento della corsa del virus, ma è ancora presto per valutazioni, mantenere alta l'attenzione".

Veneto

Sono 1.966 i nuovi positivi registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, per un totale di 103.842 infetti dall'inizio dell'epidemia. In totale sono stati fatti 2 milioni 571 tamponi, tra molecolari e test rapidi. Non si allenta la pressione sugli ospedali, dove sono ricoverati, in area non critica sono 2.094 pazienti (+48) mentre nelle terapie intensive sono 265 (+12), 22 i nuovi decessi.

VIDEO Zaia esegue in diretta il test fai-da-te, risultato in un minuto

Puglia

Oggi su 4.425 test per l'infezione da Covid-19 in Puglia sono stati registrati 1.044 contagiati: 267 in provincia di Bari, 50 in provincia di Brindisi, 110 nella provincia BAT, 426 in provincia di Foggia, 71 in provincia di Lecce, 127 in provincia di Taranto, 3 residenti fuori regione. 10 casi di provincia di residenza non nota. Ci sono stati 36 decessi: 19 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 8 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto.

Abruzzo

Sono 642 i nuovi casi in Ambruzzo. Sono 11 i decessi, con il bilancio che sale a 690 (di età compresa tra 73 e 92 anni, 7 in provincia dell'Aquila, 1 in provincia di Teramo e 3 in provincia di Chieti). Sono 571 pazienti (+6 rispetto a ieri) i ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 59 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 12.869 (+459 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 6233 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+244 rispetto a ieri), 3.796 in provincia di Chieti (+58), 4.072 in provincia di Pescara (+40), 5.336 in provincia di Teramo (+290), 202 fuori regione (+5) e 184 (+4) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

 

Alto Adige

Dopo il triste record registrato ieri con 19 decessi in una sola giornata, il numero più elevato dall'inizio della pandemia, oggi l'Alto Adige comunica altri 7 morti che avevano contratto il Covid-19. Le nuove positività sono 544 su 2.106 tamponi esaminati. In provincia di Bolzano, in attesa del massiccio screening previsto da venerdà a domenica, il dato complessivo è di 17.846 persone rimaste infette su 138.774 sottoposte a tampone. I pazienti Covid ricoverati sono 530, 369 si trovano nei normali reparti ospedalieri, 118 presso strutture private convenzionate e 43 (dato stabile) sono quelli che necessitano delle cure della terapia intensiva. Il totale dei decessi è di 405. Le persone attualmente in isolamento domiciliare sono 9.164 su un totale di 49.674. I pazienti guariti sono 6.873, 259 in più nelle ultime 24 ore.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 456 nuovi contagi (il 13,37 per cento dei 3.411 tamponi eseguiti) e 18 decessi da Covid-19. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 19.393, di cui: 5.414 a Trieste, 7.754 a Udine, 3.763 a Pordenone e 2.222 a Gorizia, alle quali si aggiungono 240 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 10.209. Salgono a 47 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 407 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 546, con la seguente suddivisione territoriale: 251 a Trieste, 148 a Udine, 129 a Pordenone e 18 a Gorizia. I totalmente guariti sono 8.638, i clinicamente guariti 154 e le persone in isolamento 9.601.

Sardegna

Sono 15.594 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 411 nuovi casi e 6 vittime,. In totale sono stati eseguiti 323.605 tamponi, con un incremento di 2.350 test. Resta invariato il numero dei pazienti (510) attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi, mentre sono 63 (+3) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 9.881. 

Liguria

Sono 365 i nuovi contagi Covid in Liguria, dopo 2.205 tamponi effettuati, mentre si registrano altre 15 vittime. In ospedale ci sono 1.492 ricoverati, in calo di 16 dalla viglia, con 111 persone in terapia intensiva (erano 115 ieri). L'età delle vittime va da un 68 enne, scomparso all'ospedale di Sarzana, a un 95enne, deceduto al Galliera.

Marche

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 1.620 tamponi: 928 nel percorso nuove diagnosi e 692 nel percorso guariti. I positivi sono 282 nel percorso nuove diagnosi (60 in provincia di Macerata, 133 in provincia di Ancona, 22 in provincia di Pesaro-Urbino, 24 in provincia di Fermo, 35 in provincia di Ascoli Piceno e 8 da fuori regione). Questi casi comprendono 44 soggetti sintomatici.

 Lombardia

Sono giorni in chiaro scuro per la Lombardia, in relazione all'emergenza Covid-19. Se il calo dei contagi e dell'Indice Rt fa ben sperare, preoccupano l'aumento dei decessi e la costante pressione sugli ospedali, messi a dura prova dalla seconda ondata. Ieri i casi nella regione più colpita dalla diffusione del virus erano poco più di 8mila (per la precisione 8.060), in leggera flessione rispetto al giorno precedente. Numeri confortanti, soprattutto perché il calo dei positivi giornalieri di domenica è stato affiancato da un maggior numero di tamponi processati: 38.701 il 15 novembre, contro i 35.550 del giorno precedente. In discesa quindi anche il rapporto casi-positivi, che ieri si è attestato al 20,8%: ben due punti percentuali in meno di sabato. Luci, ma anche ombre. Drammatico il numero dei decessi: ieri erano 181 le vittime (23 in più del giorno precedente): il dato più alto dall'inizio della seconda ondata. Ma il dato che desta maggiore aprrensione restaquello legato agli ospedali: nonostante il forte incremento di guariti-dimessi (1.617 in 24 ore), continuano a crescere i ricoverati. Ieri le terapie intensive sono cresciute di 20, incremento di 160 negli altri reparti.

 
 
529 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria