Venerdì, 27 gennaio 2023 - ore 15.46

Il Regno Unito sarà invitato a partecipare al progetto 'Mobilità militare'

| Scritto da Redazione
Il Regno Unito sarà invitato a partecipare al progetto 'Mobilità militare'

A seguito della richiesta del Regno Unito di partecipare al progetto PESCO "Mobilità militare", il Consiglio dell’Ue ha adottato martedì scorso una decisione in cui conferma che la partecipazione del Regno Unito al progetto "Mobilità militare" soddisfa le condizioni generali di cui alla decisione (PESC) 2020/1639 di novembre 2020.

La decisione, quindi, autorizza i Paesi Bassi, in qualità di coordinatore del progetto, a invitare formalmente il Regno Unito ad aderire a questo progetto e riconosce il sostanziale valore aggiunto che il Regno Unito potrebbe apportare allo stesso.

“La guerra della Russia contro l'Ucraina ha dimostrato ulteriormente che essere in grado di spostare rapidamente truppe e attrezzature militari all'interno e al di fuori dell'Europa è essenziale per la nostra sicurezza”, ha commentato Josep Borrell, alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza. “La condivisione di informazioni ed esperienze con i partner chiave è fondamentale. Il progetto PESCO "Mobilità militare" guidato dai Paesi Bassi offre la giusta piattaforma a tale riguardo”.

“Dopo l'adesione di Stati Uniti, Canada e Norvegia lo scorso anno, la partecipazione del Regno Unito è un'ulteriore prova dell'importanza di questo progetto”, ha sottolineato Borrell. “Garantire spostamenti rapidi e il trasporto sicuro delle forze armate è essenziale per migliorare la capacità dell'UE e della NATO di rispondere alle crisi, soprattutto in questo momento in cui forniamo sostegno militare urgente all'Ucraina”.

Il progetto PESCO "Mobilità militare" è una piattaforma politico-strategica volta a semplificare e standardizzare le procedure nazionali di trasporto militare transfrontaliero. Consente il rapido spostamento del personale e dei mezzi militari in tutta l'UE su strada, per ferrovia, via mare o per via aerea. Canada, Norvegia e Stati Uniti d'America hanno aderito al progetto nel 2021, seguendo la stessa procedura.

LA COOPERAZIONE STRUTTURATA PERMANENTE

La cooperazione strutturata permanente (PESCO) rappresenta uno dei pilastri della politica di difesa dell'UE. Fornisce un quadro per la cooperazione in materia di difesa tra i 25 Stati membri dell'UE partecipanti che hanno assunto tra loro impegni più vincolanti. Tali paesi sviluppano congiuntamente capacità di difesa, coordinano gli investimenti, accrescono la prontezza a livello operativo, l'interoperabilità e la resilienza delle rispettive forze armate e collaborano a progetti.

Il 5 novembre 2020 il Consiglio ha adottato la decisione (PESC) 2020/1639 che stabilisce le condizioni generali in base alle quali gli Stati terzi possono essere invitati in via eccezionale a partecipare a singoli progetti PESCO. I paesi che fanno domanda devono soddisfare condizioni politiche, giuridiche e sostanziali: devono ad esempio condividere i valori su cui si fonda l'UE e non contravvenire agli interessi di sicurezza e di difesa dell'UE e dei suoi Stati membri.

Il progetto PESCO "Mobilità militare" punta a migliorare le misure nazionali per accelerare la mobilità militare transfrontaliera all'interno dell'UE. Canada, Norvegia e Stati Uniti d'America partecipano già al progetto dalla fine del 2021, in virtù della stessa procedura. (aise) 

217 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria