Venerdì, 17 settembre 2021 - ore 23.29

In Germania catastrofe meteorologica senza precedenti

Almeno 40 vittime e danni gravissimi nei Länder di Renania-Palatinato e Renania Settentrionale-Westfalia

| Scritto da Redazione
In Germania catastrofe meteorologica senza precedenti

Una violenta tempesta abbattutasi sull’’Eifel sull’altopiano renano fra Länder tedeschi di Renania-Palatinato e Renania Settentrionale-Westfalia, al confine con il Belgio e il Lussemburgo causato almeno 40 morti, decine di dispersi, 6 case sono crollate e altre 25 rischiano di crollare, elicotteri provenienti anche dai Paesi vicini stanno salvando le persone rifugiatesi sui tetti. «Attualmente abbiamo un numero non chiaro di persone sui tetti che devono essere salvate –  ha detto un portavoce della polizia di Coblenza – I rapporti suggeriscono che circa 50 persone sono rimaste intrappolate sui tetti per sfuggire alle inondazioni.  Ci sono molti luoghi in cui sono stati schierati vigili del fuoco e soccorritori. Non abbiamo ancora un quadro molto preciso perché le iniziative di soccorso continuano».

Dalle aree colpite arrivano immagini apocalittiche, non certo usuali per il Paese più ricco e sviluppato dell’Unione europea. La valle dell’Ahr in Renania-Palatinato è stata particolarmente colpita da un’inondazione catastrofica di proporzioni storiche. La quantità di pioggia caduta finora nel sud della Nord Reno-Westfalia è stimata fino a 180 litri per m2.

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato: «Sono scioccata dal disastro che nelle aree di Hochwasser ha colpito così tante persone che stanno soffrendore. Le mie condoglianze vanno ai parenti dei morti e dei dispersi. Ringrazio i tanti instancabili soccorritori e i servizi di emergenza dal profondo del mio cuore».

Mentre i soccorritori lavorano senza sosta per evacuare le persone, due vigili del fuoco sono morti mentre erano impegnati in operazioni di soccorso ad Altena e Wedohl nel Nord Reno-Westfalia.  Diverse autostrade sono state chiuse.  Il distretto Vulkaneifel della Renania-Palatinato ha dichiato lo stato di emergenza perché diverse aree non erano accessibili a causa delle piogge torrenziali.  L’amministratrice distrettuale  di Daun Julia Gieseking.. ha  chiesto aiuti urgenti: «La situazione è molto grave, abbiamo molte strade e villaggi allagati che non sono più accessibili».

L’esercito tedesco ha mobilitato più di 230 soldati e mezzi pesanti per aiutare a ripulire le strade colpite dalle inondazioni. Un portavoce del ministero della difesa di Berlino ha confermato che le truppe sono state schierate insieme e veicoli blindati nella Nord Reno-Westfalia.  Nella Renania Palatinato sono all’opera almeno 70 soldati con grandi veicoli in grado di attraversare acque alte per raggiungere villaggi allagati. Sono stati inoltre impiegati quattro elicotteri per il soccorso e il trasporto.

Westnetz, la più grande società di distribuzione di energia tedesca, ha comunicato che circa 200.000 famiglie sono rimaste senza elettricità. L’azienda fornisce energia elettrica, gas, acqua e riscaldamento a circa 7,5 milioni di persone, in gran parte nella Nord Reno-Westfalia e nella Renania-Palatinato. Le inondazioni hanno anche interrotto la fornitura di acqua potabile nella città di Eschweiler, vicino ad Aquisgrana.

In un intervento al parlamento del Land (che ha osservato un minuto di silenzio per le persone colpite dalle inondazioni), la premier della Renania-Palatinato, la socialdemocratica Malu Dreyer, ha sottolineato che «Non abbiamo visto un disastro come questo. E’ semplicemente devastante. Ci sono morti, ci sono dispersi, ci sono molti che sono ancora in pericolo».

Come spiega Meteo & Radar, le intense e incessanti piogge che si sono abbattute nelle ultime ore hanno causato gravi danni in molte zone: «Nella valle dell’Eifel, sei edifici crollati nella notte scorsa e altre 25 abitazioni sono ancora in pericolo di crollo. Secondo le informazioni attuali, almeno 50-60 persone sono disperse. Ci sono almeno sei vittime accertate. A causa delle masse d’acqua del fiume Ahr, i residenti di alcune zone adiacenti sono stati costretti a rifugiarsi sui tetti. Sottopassaggi e metropolitane completamente inondati. Il livello dell’acqua all’indicatore di Altenahr ha fatto registrare un record assoluto. L’ultimo bollettino è stato emesso alle 20:45 di mercoledì e registrava 5,75 metri di acqua. Tale valore si presume sia aumentato nel corso delle ore e potrebbe aver raggiunto i 7 metri. Si tratta indubbiamente di un record storico di acqua alta. Il record precedente era di 3,71 metri di altezza, il 02 giugno 2016. Molti fiumi dell’Eifel hanno livelli d’acqua da record. Alcuni di essi sfociano nella Mosella. Nei pressi di Coblenza, nella Renania Palatinato, il livello dell’acqua è salito fino a quasi 8,50 metri. Anche nella Renania Settentrionale e nel Sauerland molti fiumi stanno continuano ad esondare in queste ore. Superati gli argini già dal pomeriggio di mercoledì. I soccorsi stanno lavorando senza tregua per far fronte alle conseguenze catastrofiche della tempesta abbattutasi nelle scorse ore. Migliaia i vigili del fuoco dispiegati in queste ore in tutte le aree colpite dal maltempo».

Fortunatamente, il Radar Meteo interattivo di Meteo & Radar mostra precipitazioni in diminuzione e limitate alle zone dell’estremo ovest. Quindi la situazione si sta un po’ attenuando, almeno per quanto riguarda il maltempo. Anche se il tempo rimane variabile a livello nazionale, l’area di bassa pressione sulla Germania non porterà ulteriori precipitazioni di tipo temporalesco, almeno nella metà occidentale. Ma potrebbe trattarsi di una tregua temporanea: il servizio meteorologico tedesco ha avvertito che le parti sud-occidentali del Paese potrebbero aspettarsi forti temporali giovedì, con acquazzoni continui fino a venerdì sera.

830 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria