Domenica, 26 giugno 2022 - ore 03.51

Iniziativa dedicata a commemorare Le X giornate, di cui quest’anno ricorre il 173esimo anniversario

Sugli aperti campi, sulle insanguinate vie. Le X giornate di Brescia e la Primavera dei popoli Centro Teatrale Bresciano e Comune di Brescia

| Scritto da Redazione
Iniziativa dedicata a commemorare Le X giornate, di cui quest’anno ricorre il 173esimo anniversario

L’evento è a ingresso libero con prenotazione obbligatoria e si svolgerà il 29 marzo alle 17.30 presso il Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia

 

Il Centro Teatrale Bresciano e il Comune di Brescia sono lieti di presentare Sugli aperti campi, sulle insanguinate vie. Le X giornate di Brescia e la Primavera dei popoli, un’iniziativa volta a commemorare Le X giornate, di cui quest’anno ricorre il 173esimo anniversario.

L’incontro si presenta come lezione speciale del ciclo di lezioni storiche del CTB coordinata dal prof. Roberto Chiarini Storie bresciane ed è dedicata al racconto e alla riflessione su quel momento decisivo per la storia della nostra città e del nostro paese, che consacrò Brescia come la Leonessa d’Italia, “la forte, la ferrea”, come ebbe a scrivere Carducci nella celebre ode Alla Vittoria. 

L’appuntamento è per martedì 29 marzo alle ore 17.30 presso il Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia (Piazza della Loggia, 1 – Brescia); l’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento dei posti disponibili. Per prenotarsi è necessario compilare il form presente sul sito del Centro Teatrale Bresciano a partire dal 14 marzo (www.centroteatralebresciano.it) alla pagina dedicata all’evento.

Il titolo scelto per l’incontro Sugli aperti campi, sulle insanguinate vie. Le X giornate di Brescia e la Primavera dei popoli è una citazione dall’iscrizione impressa sulla base del monumento di uno dei protagonisti delle X giornate, Tito Speri, e rende l’idea di cosa significò la battaglia contro l’invasore austriaco per il popolo bresciano.

La rivolta della nostra città si inscrive in un quadro di profondi moti insurrezionali su scala internazionale che coinvolsero il biennio 1848-1849: per raccontare il clima politico e culturale italiano ed europeo e ripercorrere con appassionante narrazione le drammatiche vicende vissute da Brescia nella sua resistenza al maresciallo Haynau, saranno in dialogo due eminenti storici, Roberto Chiarini, già Professore dell’Università degli Studi di Milano e Coordinatore scientifico di Storie bresciane, e Fulvio Cammarano, Professore dell’Università degli Studi di Bologna.

L’incontro si aprirà con i saluti istituzionali del Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, e di Camilla Baresani Varini, Presidente del Centro Teatrale Bresciano.

Seguiranno poi gli interventi di Chiarini e Cammarano, affiancati dall’attore Luciano Bertoli che leggerà alcuni passi scelti dalla memorialistica e dai documenti sulle X giornate, compresi alcuni interessanti scritti di Giuseppe Zanardelli.

ROBERTO CHIARINI già professore ordinario di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi di Milano, fa parte dei Comitati scientifici della Fondazione Turati di Firenze, della Fondazione Lucchini di Brescia, della Fondazione Craxi di Roma e del Comitato di redazione della rivista "Ventunesimo Secolo". I suoi studi si sono concentrati su liberalismo, socialismo, fascismo, neofascismo e destra italiana. È presidente del Centro studi e documentazione sul periodo storico della Rsi di Salò.

FULVIO CAMMARANO è professore di Storia contemporanea presso l’Università di Bologna. Ha studiato ad Oxford (1985-86) e insegnato Storia italiana e britannica all’Università di Passau (1998). È stato Direttore del Dipartimento di Politica, Istituzioni, Storia e Presidente del Sistema Bibliotecario dell’Ateneo di Bologna. Ha diretto un progetto Prin sulla delegittimazione politica. Dirige la collana “Quaderni di Storia” dell’editore Le Monnier-Mondadori. Dal 2015 al 2019 è stato presidente della Sissco - Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea. Attualmente è direttore del Master di Giornalismo dell’Università di Bologna. Nei suoi lavori si è occupato di storia politica italiana e inglese, con particolare riferimento ai contesti costituzionali e culturali.  Collabora con i quotidiani “Il Messaggero”, “Il Giornale di Brescia”, "Corriere della Sera” e “Corriere Bologna”.

Tra le sue pubblicazioni: To Save England from Decline". British Conservatism and the Challenge of Democracy, University Press of America, 2001; Storia dell'Italia liberale, Laterza, 2011; Delegitimization: A Useful Category for Political History, in “Ricerche di Storia Politica”, 2017/Special Issue.

Informazioni | Centro Teatrale Bresciano

t. 030 2928617; info@centroteatralebresciano.it

www.centroteatralebresciano.it

AVVERTENZE L’ingresso del pubblico, i percorsi di entrata e uscita, la disposizione delle sedute sono realizzati nel pieno rispetto di tutte le linee guida e le prescrizioni di sicurezza stabiliti dalle Autorità competenti, per garantire al pubblico, al personale di sala e agli artisti la piena tranquillità nello svolgimento di tutte le fasi della serata.

In ottemperanza al Decreto-Legge del 26 novembre 2021 n. 172, l’accesso avviene su esibizione del Super Green pass.

300 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria