Martedì, 16 agosto 2022 - ore 17.38

LA SLOVENIA PASSA A SINISTRA. CON UNA DONNA AL COMANDO

| Scritto da Redazione
LA SLOVENIA PASSA A SINISTRA. CON UNA DONNA AL COMANDO

Il Premier conservatore Janek Jansa destituito per una falsa dichiarazione dei redditi smascherata dalla Commissione Anti-Corruzione. La Leader del partito social-liberale di maggioranza relativa ‘Slovenia Positiva’, Anka Bratusek, chiamata a formare un esecutivo di centrosinistra con una nuova politica economica basata sull’aumento della spesa pubblica

Anche nel cuore dell’Europa, e alle porte dell’Italia, la crisi economica provoca ribaltamenti di maggioranza. Nella giornata di mercoledì, 27 Febbraio, il Parlamento sloveno ha sfiduciato il Premier, Janek Jansa, ed ha provocato la caduta del Governo di centrodestra che ha guidato il Paese  dal 2011.

Il Premier Jansa, il cui Governo è stato travolto da scandali di corruzione, ha dovuto lasciare dopo che un rapporto della Commissione Anticorruzione ha individuato irregolarità nella dichiarazione dei redditi del Capo del Governo, spingendo le forze dell’opposizione a presentare una mozione di sfiducia votata anche da alcuni soggetti della maggioranza.

Subito dopo la sfiducia al Premier Jansa, il Parlamento ha affidato la formazione di un nuovo esecutivo ad Alenka Bratusek: Leader del Partito social-liberale di maggioranza relativa ‘Slovenia Positiva’.

La nuova Premier è chiamata ora ad arginare una crisi economica che sta colpendo fortemente anche l’economia slovena.

La Slovenia, primo Paese dei Balcani ad entrare in Unione Europea, e ad adottare l’Euro, vive una decrescita dell’economia di quasi il 3%, coniugata con un incremento della disoccupazione, che oggi ha raggiunto il 9,6%.

La Bratusek ha dichiarato di volere invertire la marcia finora intrapresa da Lubiana in ambito economico con una sistemazione delle finanze, la limitazione del deficit, l’aumento della spesa sociale, e l’incremento di alcune imposte.

A sostegno della nuova politica economica della Bratusek vi sarà un governo di centrosinistra composto ‘Slovenia Positiva’ e dai Social Democratici.

Partner di coalizione saranno anche i cristiano-democratici di ‘Nuova Slovenia’ e il Partito Democratico dei Pensionati, che hanno fatto parte della maggioranza di centrodestra di Jansa.

L’appoggio esterno è invece la posizione assunta dalla liberale Lista Civica, che convergerà con la  maggioranza di centrosinistra solo su alcune tematiche specifiche.

Unico soggetto partitico all’opposizione resterà infine il Partito Democratico Sloveno, la forza politica di Jansa.

Matteo Cazzulani

Welfare Network

lademocraziaarancione@gmail.com

www.welfarenetwork.it

1197 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

TRONDHEIM- È già presente sul web con una pagina facebook appena lanciata e si prepara a presentarsi dal vivo anche ai connazionali: parliamo dell’associazione “Italiani a Trondheim - Itat” nata – si legge sul sito web – per “perseguire le finalità di solidarietà civile, culturale e sociale volte alla promozione dell’integrazione e dell’aggregazione della comunità italiana a Trondheim e in Norvegia”.
AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

Il valore aggiunto dei Gruppi Europei di Cooperazione Territoriale (Gect) nella politica di coesione post 2020 è il tema al centro dei due giorni di lavoro che coinvolgeranno istituzioni europee e partner transfrontalieri partecipanti al progetto Fit4Co Fit for Cooperation e che si svolgeranno a Trieste oggi e domani, 11 e 12 aprile, nel salone di rappresentanza del palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia in piazza Unità d'Italia.