Venerdì, 23 agosto 2019 - ore 16.18

Slovacchia, Fico in ripresa partecipa a commemorazione fine della II Guerra mondiale

All’evento erano presenti il vice presidente del parlamento Bela Bugar (Most-Hid), diversi membri del gabinetto, ambasciatori, rappresentanti delle autorità regionali e locali, e figure dell’Associazione dei combattenti antifascisti slovacchi (SZPB)

| Scritto da Redazione
Slovacchia, Fico in ripresa partecipa a commemorazione fine della II Guerra mondiale

Il primo ministro Robert Fico sembrerebbe riprendersi piuttosto velocemente dall’operazione cardiologica che gli ha innestato un doppio bypass. Appena tre giorni dopo essere stato dimesso il primo maggio, e dodici giorni dopo l’operazione, ha presieduto nuovamente la seduta della scorsa settimana del consiglio dei ministri, che in sua assenza era stato guidato dal suo vice e ministro degli Interni Robert Kalinak. Il fatto che Fico sia tornato in sella è confermato dalla sua partecipazione, ieri 9 maggio, alle cerimonia per il 71° anniversario della fine della seconda guerra mondiale, la cosiddetta Giornata della Vittoria, che si è tenuta come di consueto presso il monumento Slavin, sulle colline della città.

Nel corso dell’evento commemorativo dedicato ai caduti della seconda guerra mondiale il primo ministro ha mantenuto un profilo basso, e ha lasciato che a parlare per il governo fosse il vice premier per gli Investimenti Peter Pellegrini, il quale ha lanciato l’allarme sull’aumento nella società slovacca di fenomeni come estremismo, sciovinismo e nazionalismo. Il dovere di stare vigili contro questa minaccia è tutto ancora più urgente, visto che l’odio è riuscito a insinuarsi anche in Parlamento, ha detto Pellegrini, riferendosi al partito di estrema destra LSNS che ha ottenuto 14 seggi. Dire che l’aumento dell’estremismo è un fenomeno di livello europeo è però solo una scusa, che mostra come si sta allargando il divario tra noi e il maggior disastro della storia umana, e ci ha resi meno sensibili a tali pericoli di estremizzazione, ha dichiarato Pellegrini. All’evento erano presenti il vice presidente del parlamento Bela Bugar (Most-Hid), diversi membri del gabinetto, ambasciatori, rappresentanti delle autorità regionali e locali, e figure dell’Associazione dei combattenti antifascisti slovacchi (SZPB). Pellegrini ha tuttavia criticato l’assenza di parlamentari di opposizione, che spesso sbraitano in Parlamento a favore della lotta contro il fascismo.

Fonte: Buongiorno Slovacchia

673 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

TRONDHEIM- È già presente sul web con una pagina facebook appena lanciata e si prepara a presentarsi dal vivo anche ai connazionali: parliamo dell’associazione “Italiani a Trondheim - Itat” nata – si legge sul sito web – per “perseguire le finalità di solidarietà civile, culturale e sociale volte alla promozione dell’integrazione e dell’aggregazione della comunità italiana a Trondheim e in Norvegia”.
AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

Il valore aggiunto dei Gruppi Europei di Cooperazione Territoriale (Gect) nella politica di coesione post 2020 è il tema al centro dei due giorni di lavoro che coinvolgeranno istituzioni europee e partner transfrontalieri partecipanti al progetto Fit4Co Fit for Cooperation e che si svolgeranno a Trieste oggi e domani, 11 e 12 aprile, nel salone di rappresentanza del palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia in piazza Unità d'Italia.