Giovedì, 23 maggio 2019 - ore 08.51

Lombardi civici europeisti: 'Riportare l’emergenza giovani al centro dell’agenda regionale'

Riportare il tema dell’emergenza giovanile al centro dell’agenda regionale, dopo anni di totale assenza. Questo l’obiettivo del convegno organizzato oggi a palazzo Pirelli da Elisabetta Strada e Niccolò Carretta consiglieri regionali del gruppo Lombardi civici europeisti

| Scritto da Redazione
Lombardi civici europeisti:  'Riportare l’emergenza giovani al centro dell’agenda regionale'

Lombardi civici europeisti:  'Riportare l’emergenza giovani al centro dell’agenda regionale'

Riportare il tema dell’emergenza giovanile al centro dell’agenda regionale, dopo anni di totale assenza. Questo l’obiettivo del convegno organizzato oggi a palazzo Pirelli da Elisabetta Strada e Niccolò Carretta  consiglieri regionali del gruppo Lombardi civici europeisti,  al quale  sono intervenuti, fra gli altri, Enrico Giovannini, portavoce di Asvis, (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile)  e già ministro del Lavoro, Ivo Lizzola, docente all’Università  di Bergamo,Simone Romagnoli, coordinatore  milanese dei giovani  delle Acli e Mario Ferretti, coordinatore   di Volt Italia.

 “La Regione- ha affermato Strada- non si occupa di giovani, ignora completamente il tema della scuola, del disagio giovanile che si esprime nelle dipendenze, nell’abbandono scolastico e nel ritiro sociale. Noi abbiamo cercato già in questo nostro primo anno da consiglieri di attrarre l’attenzione su questi temi e  continueremo a farlo. Vogliamo  guardare al futuro delle nuove generazioni.   E per farlo non possiamo dimenticare  di  lottare per  lasciare loro un ambiente vivibile. Per questo aderiremo allo sciopero per l’ambiente del 15 marzo prossimo”.

“Ci stiamo impegnando-  ha concluso Carretta-  per l’istituzione del servizio civile obbligatorio   anche in altri paesi europei per dare ai giovani un’opportunità di partecipazione attiva. Lavoreremo, inoltre, per  facilitare l’autonomia abitativa  dei giovani e favorirne  un dignitoso inserimento lavorativo”.

205 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online