Martedì, 25 giugno 2019 - ore 06.17

Lombardia approva legge Ammazzaboschi: maggioranza irresponsabile

CARRA E ALLONI (PD): TUTELA AMBIENTE E PAESAGGIO. CASO UNICO IN EUROPA”

| Scritto da Redazione
Lombardia approva legge Ammazzaboschi: maggioranza irresponsabile Lombardia approva legge Ammazzaboschi: maggioranza irresponsabile

“La maggioranza che guida Regione Lombardia ha un'idea tutta sua di tutela dell'ambiente e del paesaggio: abbattere senza autorizzazioni, senza piano forestale, senza compensazioni aree boscate di montagna e di pianura. Cioè,il nostro paesaggio che, insieme all’arte e alla cultura, è il nostro vero 'petrolio”, è tranciante Marco Carra, consigliere regionale del Pd e capogruppo in VIII Commissione Agricoltura, dopo il voto, che ha visto il Gruppo contrario, che ha cambiato le regole in materia di interventi sui boschi, oggi, martedì 8 luglio 2014, in Consiglio regionale.

“E' stata una scelta irresponsabile che oltre tutto comporterà dei rilievi di illegittimità e di incostituzionalità che abbiamo evidenziato – continua Carra –. A Maroni e alla sua maggioranza non interessa nemmeno ciò che ha detto la Corte costituzionale, ovvero che 'caratteristica propria dei boschi e delle foreste è quella di esprimere una multifunzionalità ambientale, oltre a una funzione economico produttiva'. Qui non si tratta di lasciare che la natura invada le zone agricole, ma di impedire che, con questa scusa, si depauperi un patrimonio importante come quello boschivo, soprattutto in pianura”.

A ricordare cosa significa l'approvazione della nuova legge, è stato il collega Agostino Alloni, in dichiarazione di voto: “In 2 anni e mezzo Regione Lombardia ha fatto passare il concetto di bosco, cioè il termine entro cui si può intervenire su di esso senza necessità di autorizzazione e di interventi compensativi, da 5 a 30 anni. Non c'è nessun altro caso del genere in tutta Europa – ha detto Alloni –. Nello stesso tempo, è stato modificato il concetto di bosco di pianura, dove il contesto è diverso e il verde naturale, anche se infestante, è una vera e propria rarità. Se un'area produttiva rimane abbandonata per 15 anni, diventa un'area boscata e, secondo noi, va tutelata. Ma la maggioranza non ha voluto sentir parlare nemmeno di compensazioni”.

Milano, 8 luglio 2014

1212 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Coldiretti  Lombardia Caldo, cimice asiatica assalta frutta: colpite pere, pesche e albicocche

Coldiretti Lombardia Caldo, cimice asiatica assalta frutta: colpite pere, pesche e albicocche

Cimice asiatica all’assalto dei frutteti in diverse zone della Lombardia a causa del caldo improvviso. Lo rende noto la Coldiretti regionale in base a un monitoraggio sul territorio, dal quale emerge che in provincia di Mantova è già emergenza mentre situazioni critiche si registrano anche in provincia di Lodi. I danni provocati da questo insetto – spiega la Coldiretti – possono arrivare fino al 40% dei raccolti nei terreni colpiti.