Mercoledì, 08 luglio 2020 - ore 13.43

#LottaCroronaVirusCrema Stefania Bonaldi La Costituzione verrà consegnata a tutti i 18 enni (2/06/20 ore 13)

Poco fa in occasione della Festa del 2 giugno, in forma ristretta a causa delle limitazioni poste dalla emergenza sanitaria, ho consegnato la Costituzione a Benedetta e Filippo, due diciottenni della nostra città.

| Scritto da Redazione
#LottaCroronaVirusCrema Stefania Bonaldi  La Costituzione  verrà consegnata a tutti i 18 enni  (2/06/20 ore 13) #LottaCroronaVirusCrema Stefania Bonaldi  La Costituzione  verrà consegnata a tutti i 18 enni  (2/06/20 ore 13) #LottaCroronaVirusCrema Stefania Bonaldi  La Costituzione  verrà consegnata a tutti i 18 enni  (2/06/20 ore 13) #LottaCroronaVirusCrema Stefania Bonaldi  La Costituzione  verrà consegnata a tutti i 18 enni  (2/06/20 ore 13)


#LottaCroronaVirusCrema Stefania Bonaldi  La Costituzione  verrà consegnata a tutti i 18 enni  (2/06/20 ore 13)

Aggiornamento 2 giugno  2020 ore 13

2 giugno 2020 La Costituzione della Repubblica verrà consegnata a tutti i 18 enni

Poco fa in occasione della Festa del 2 giugno, in forma ristretta a causa delle limitazioni poste dalla emergenza sanitaria, ho consegnato la Costituzione a Benedetta e Filippo, due diciottenni della nostra città.

Nelle prossime ore, grazie all’opera di diversi volontari, a ciascun diciottenne di Crema sarà portata a casa la Costituzione della Repubblica Italiana.

Li avremmo voluti tutti nella Casa Comunale, secondo una prassi inaugurata ormai da qualche anno, non è stato possibile, ma abbiamo voluto comunque tenere viva questa tradizione e ribadire che la nostra Costituzione, di cui oggi è la festa, è e rimane nostra madre, quella che ci protegge e ci incoraggia a puntare le nostre vite sul bene comune e non sui vantaggi personali, privi di respiro, privi di cultura, privi di umanità, privi di futuro.

Viva la Repubblica, la nostra Repubblica!

 

Aggiornamento 27 maggio  2020 ore 11

Solidarietà per Cuba I nostri amici cubani, medici e infermieri  hanno terminato lo scorso 25 maggio il loro lavoro all'ospedale da campo allestito lo scorso 21 marzo a Crema, porteranno con sé il ricordo di Crema, una città che hanno aiutato contro il Covid19.

Possiamo tutti fare qualcosa di molto importante per esprimere la nostra riconoscenza e restituire lo stesso amore: raccogliere fondi per l'ospedale pediatrico "Juan Manuel Marquez", nella provincia de l'Avana.

Con una donazione puoi aiutare questo ospedale cubano come loro hanno aiutato il nostro nel momento del bisogno.

IBAN : IT 74 Q 05034 56841000000638937- Intestato a Comune di Crema presso Banco BPM – Spa- Causale: Solidarietà Cuba

 

Aggiornamento 26 maggio  2020 ore 16 

Il Consiglio Comunale  del 25 maggio ha approvato il Rendiconto 2019 del Comune di Crema.

Intanto l'avanzo di 8,9 milioni ci permette di affrontare le criticità di questo 2020, con una emergenza sanitaria che ha agganciato quella economica, con serenità per la tenuta dei conti e degli equilibri di bilancio.

Poi, il Consuntivo mette in luce che nel 2019 si sono impegnati per investimenti quasi 9milioni di euro, fra cui 1,8 per Edilizia Scolastica, 5,3 milioni per mobilita' sostenibile, 635mila euro per Spazi Comuni, 280mila euro per strutture sportive e 900mila per la cura urbana ed i cimiteri.

Il debito del Comune è diminuito di altri 2,1 milioni di euro rispetto al 2018 e si attesta a 25,3milioni di euro, erano 42,1milioni quando sono diventata sindaco nel 2012.

Continuiamo a orientare l'azione amministrativa al nostro Programma per Crema, naturalmente rimanendo sempre ben saldi al profilo della realtà, come è doveroso per un amminiatratore!

In tal senso l'emergenza Covid -19 lascerà delle eredità pesanti, ma siamo pronti ad affrontarle e a rideclinare obiettivi e programmi in funzione delle nuove priorità.

Nella stessa seduta, con atto separato poi il Consiglio Comunale, stavolta alla unanimità, ha approvato una mozione che sblocca 2,1milioni di euro a beneficio della città.

Si tratta di indirizzi per definire un pacchetto di azioni che va in due direzioni, attività economiche e produttive da un lato e vecchie e nuove fragilità dall'altro.

Di tali misure giustamente daranno meglio conto i capigruppo consiliari, coi quali si è lavorato gomito a gomito per definire questi indirizzi e per farlo con la massima unità di intenti possibile.

Il mio ringraziamento intanto all'Assessora Cinzia Fontana, custode del nostro Bilancio e sempre estremamente competente, puntuale, capace di tradurne le linee con azioni, parole e spiegazioni efficaci e precise. Una vera garanzia ed un riferimento per chi voglia approfondire i temi legati al Bilancio dell'Ente.

Al contempo voglio ringraziare anche i capigruppo e tutte le forze consiliari per questo ulteriore passo di condivisione di misure a beneficio dei cittadini e delle categorie che più stanno soffrendo l'emergenza. Un segno di maturità e di responsabilità che distingue ancora tutte le forze che siedono in Consiglio Comunale a Crema.

 

Aggiornamento 10 maggio  2020 ore 16 

Mascherine :E’ ripresa la distribuzione di mascherine chirurgiche ai cittadini in centro storico.Grazie ai volontari della Protezione Civile, che se non ci fossero bisognerebbe inventarli! Non ci sono sabato o domenica che tengano. Nonostante l'aggravio di lavoro sui parchi e di presidio al mercato, questa settimana il gruppo di Protezione Civile Lo Sparviere ha proceduto ad imbustare 10 mila mascherine.

Fantastica Cuba, fantastica Crema : Grazie all'idea partita da Alessandro e Matteo, due degli autisti volontari dei pulmini che da 50 giorni accompagnano quotidianamente i sanitari cubani, più Claudio e Silvia e con il sostegno del Volley 2.0 e della Virtus Crema sono state realizzate queste belle magliette, che saranno anche messe in vendita al costo di euro 10 ciascuna! Il ricavato, secondo le indicazioni date proprio dai nostri Hermanos de Cuba sarà devoluto all' "Hospital Pediatrico Juan Manuel Marquez" - Provincia La Habana.

Buon giorno, lei è la sindaca?:  “Guardi, non ci conosciamo ma mi permetta di regalarle questa. Io sono delle donne "ConCuore", ho delle idee politiche diverse dalle sue, ma voglio dirle che in questa emergenza lei è stata bravissima. Siete stati bravissimi” 《Ma no, dai, mi imbarazza, abbiamo solo cercato di usare il cuore, appunto. Così mi commuove, davvero...》.《No, no, mi commuovo io, insisto...e tenga anche la piantina》. E così, da un incontro casuale mentre rientravo dal Comune torno a casa con una squisita torta di rose (già assaggiata!) ed anche un fiorellino luminoso, ma soprattutto con la convinzione che esistono ancora valori e sentimenti profondi su cui costruire le basi del nostro stare insieme. Grazie a ConCuore - Donne Cremasche e Solidarietà e a questa gentilissima benefattrice, a cui nella commozione del momento non ho neppure chiesto il nome

Il Comune di Crema ha continuato a garantire i servizi essenziali per tutta la durata della Fase1. Anche nella Fase2 lo stato di emergenza permane (il termine ad oggi è fissato per il 31 luglio), tuttavia, oltre ai servizi a suo tempo individuati come essenziali, stiamo definendo quali attività possono riprendere in presenza, anche per garantire la continuità dell'azione amministrativa "sul campo". Questo dovrà comunque avvenire con gradualità, rispetto del distanziamento, uso dei DPI, turnazioni e contingentamento degli ingressi, senza dimenticare il forte impulso dato anche al disbrigo on line delle pratiche e alla digitalizzazione. In ogni caso l'attività di diversi nostri collaboratori continuerà, a rotazione, anche con la modalità del lavoro agile, che diventerà sempre più un patrimonio acquisito anche nella Pubblica Amministrazione. Intanto però oggi anche in Comune abbiamo iniziato ad attrezzarci per mettere in sicurezza operatori e cittadini che torneranno presso gli sportelli di ricevimento del pubblico. Grazie in ogni caso a tutti i dipendenti e le dipendenti del Comune di Crema che si sono spesi con tenacia e dedizione, ma anche con grande flessibilità e disponibilità, comprendendo la eccezionalità del momento!

Il nostro Ospedale cerca un ritorno alla 《normalità》 dopo il lavoro enorme ed encomiabile degli ultimi due mesi. Ma questo traguardo dipendera' anche dai nostri comportamenti e dalla responsabilità che sapremo mettere in campo tutti quanti. Facciamolo per rispetto dell'impegno straordinario di questi mesi dei sanitari e anche dei malati di tante patologie, che hanno diritto a potersi curare nei presidi vicini a casa ed in sicurezza!

Aggiornamento 4 maggio  2020 ore 12 

 E comunque, dopo 72 giorni, io stamane ho corso! E in quella corsa ho "offerto" la fatica, la rabbia, l'angoscia, la paura, il dolore di queste settimane. Che però devono restare impressi dentro di noi, per renderci persone migliori! A giudicare dalle pulsazioni di prima mattina, sono proprio fuori allenamento!

Il video su Crema donato dallo studio inPhoto : Ogni città è stata come dentro una bolla, sospesa in un tempo e in un luogo indeterminati. Un periodo di quasi due mesi di "lockdown", Lo studio inPhoto ci ha regalato un video sulla Crema di questo periodo, che formalmente finisce oggi. Un video emozionante. Entriamo ad occhi aperti nella nuova fase, sperando che, gradualmente e con tutte le cautele, ricominci una nuova vita economica, sociale. Ne stiamo uscendo insieme. Volgiamo uno sguardo ai giorni più difficili e dolorosi, impegnandoci tutti perché non tornino più.

Guarda il Video clicca qui

 

Ecco il punto su alcune attese della "Fase 2" a Crema, secondo le indicazioni del DPCM e dopo le FAQ interpretative di ieri.

I CIMITERI riaprono da domani, lo abbiamo appena comunicato ufficialmente. La chiusura era stata disposta in base ad una Circolare del Ministero della Salute, ancora vigente.

I chiarimenti al DPCM del 26 aprile, tuttavia, indicano la possibilità in capo ai sindaci di operare scelte diverse, purché non si creino assembramenti. Dal momento che non è stato mai il caso dei nostri cimiteri, ove il clima è sempre stato molto composto, e considerato che tanti nostri concittadini e concittadine da settimane attendono di potere dare un saluto ai propri defunti, a Crema li riapriamo subito.

Per il MERCATO DI VIA VERDI ci si sta attrezzando, come già anticipato ieri dall'Assessore al Commercio Matteo Gramignoli. Domani incontreremo le Associazioni di categoria e ci confronteremo anche con i capigruppo consiliari.

La nostra idea è ripartire da giovedi, ma il DPCM ci pone una serie di nodi sulla sicurezza, che dobbiamo ancora sciogliere.

Notizie più puntuali arriveranno domani sera o martedì mattina.

E ancora i PARCHI CITTADINI, stiamo definendo in queste ore quali saranno aperti e quali no.

I criteri con cui procederemo ad alcune aperture, con ordinanza, saranno legati alla possibilità concreta di presidio, da parte di unità dedicate, del rispetto delle regole di distanziamento.

Preciso però che domani, lunedì 4 maggio, non aprirà nessun parco, perché assumeremo l'atto amministrativo necessario e procederemo a delimitare eventuali aree gioco, comunque non fruibili.

La apertura sarà quindi da martedì.

Da domani si può poi fare anche ATTIVITÀ MOTORIA e SPORTIVA all'aperto.

Non più solo in prossimità della abitazione.

A piedi, in bici, coi pattini, come volete, purché in forma individuale, mantenendo il distanziamento e, in Lombardia, muniti di mascherina, obbligatoria ad eccezione della fase di "attività fisica intensa" (ordinanza di questa sera del Presidente Fontana).

Voglio però essere molto chiara: domani non scatta il "liberi tutti", ci sono graduali allentamenti delle restrizioni, e ben vengano, ma dobbiamo stare tutti molto accorti.

Il virus è infido e subdolo, la lezione è stata durissima e dobbiamo tutti mostrare di averla imparata. Occorre tanta responsabilità.

Certo che ci saranno controlli, ma i comportamenti individuali saranno determinanti per preservarci dal contagio, pertanto, laddove riscontreremo ripetute violazioni delle regole, sarò la prima ad assumermi la responsabilità di tornare sui nostri passi con ordinanze restrittive, anche se sono sicura non ce ne sarà bisogno.

Abbiamo grande fiducia nel senso civico e di Comunità di tutti noi cremaschi e ci appelliamo davvero alla responsabilità di tutti e di tutte noi!

Aggiornamento 2 maggio  2020 ore 16  

Dal 4 maggio Consentito il take away di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie.

La lett. aa) del DPCM 26.04.2020,  le cui disposizioni si applicano a partire dal 4 maggio fino al 17 maggio, continua a prevedere la sospensione  delle attività relative ai servizi di ristorazione tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, mentre consente la ristorazione con consegna a domicilio o da asporto (cosiddetto take away), purché si rispettino le norme igienico sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto e, nel caso di asporto, vengano rispettate “le distanze di sicurezza interpersonale di almeno un metro, il divieto di consumare i prodotti all'interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi”.

Dal momento che il DPCM alla sopradetta lettera aa) assimila alla ristorazione tout court la  attività in tal senso svolta anche da bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie, verificate le interpretazioni date da diversi Enti e dopo un confronto con la Prefettura di Cremona, si ritiene consentita la modalità take away anche per tali attività.

Va ribadito peraltro che in base al provvedimento governativo sopra citato, il consumo sul posto di tali prodotti è temporaneamente vietato e i clienti non possono in alcun modo consumare i prodotti venduti nei locali dell'esercizio, ne' in una superficie aperta al pubblico all'uopo attrezzata, né nelle immediate vicinanze dello stesso. Non sarà pertanto consentito posizionare sedie o tavolini per la consumazione fuori dai locali.

Pur non essendoci indicazioni normative sulle modalità di confezionamento dei prodotti venduti per l’asporto, al fine di favorire il rispetto della misura governativa  che prevede che il cliente non possa sostare davanti al locale, appare quantomeno opportuno consegnare i prodotti in vaschette e/o contenitori per l'asporto e/o sacchetti chiusi.

Inoltre l'allegato 5 del DPCM del 26 aprile 2020 elenca una serie  di misure di sicurezza previste per gli esercizi commerciali e sul punto si ritiene che per l'attività di ristorazione potranno essere eventualmente previste anche altre misure specifiche o aggiuntive, rispetto a quelle contenute nell'allegato citato.

Si raccomanda tanto agli esercenti delle attività quanto agli avventori lo scrupoloso rispetto delle regole e comportamenti improntati a prudenza e responsabilita.

------------------------------

Sosta gratuita fino al 18 maggio : L'evolversi più recente della situazione epidemiologica conferma la gravità della diffusione del contagio e la necessità di confermare alcune disposizioni nate nel contesto delle scorse settimane.

Per questa ragione, è stata prorogata fino al 18 maggio l'ordinanza relativamente alla sosta libera e gratuita negli spazi di sosta a pagamento (identificate con le strisce blu) su tutto il territorio cittadino e alla sospensione delle limitazioni nei parcheggi con limitazione di tempo (identificate come “zona disco”).

------------------------------

Ringraziamenti Sul finire di questa "Festa dei lavoratori" per coloro che lo sono due volte, perché oltre all'impegno del lavoro sono attivi nel volontariato.

Ora, tutto il volontariato è importante e lo sappiamo bene, ma io vorrei ringraziare in modo particolare alcune di quelle realtà che, in tempo di emergenza sanitaria, sul Territorio sono, e sono state, in prima linea.

Parto dalla nostra Protezione Civile Lo Sparviere, che anche oggi era operativa nella distribuzione di mascherine (per inciso, il Centro Storico è rimasto scoperto e rimedieremo appena integrata la dotazione, dopo il week end). Mai un giorno di pausa, mai un accenno di stanchezza.

Al contempo non possiamo dimenticare i volontari dei trasporto in ambulanza della Croce Rossa e della Croce Verde di Crema, che in queste settimane sono stati attivissimi in iniziative di sostegno alla popolazione ma anche nel trasporto dei malati, con un rischio di esposizione al virus molto elevato. Eppure hanno continuato con dedizione, tenacia e generosità.

Ancora, una parola va detta per il Gruppo Auser di Crema, che da subito si è proposto per gestire la spesa al domicilio, che già faceva per diversi anziani in città, attivando con noi una organizzazione poderosa e ampliandone il raggio d'azione, rivolto a tutte le persone sole, anziane, in isolamento, della città.

E poi ci sono loro del S.O.I.C. un gruppo di soccorso con unità cinofile, attivi da settimane in collaborazione con l'assessorato al Welfare, prima con la distribuzione delle uova di Pasqua e poi con quella dei buoni spesa alle famiglie cremasche.

Non intendo certo escludere altre realtà che si stanno muovendo in modo generoso ed encomiabile, ma un pensiero speciale ed un applauso meritatissimo, ora, è per loro!

1° Maggio anche con l'Associazione Italia Cuba, in nome della fratellanza, della gratitudine, della solidarietà

Aggiornamento 29 aprile 2020 ore 10  

In serata a Cremona, con il Prefetto, il Presidente della Provincia ed i colleghi sindaci di Cremona e Casalmaggiore abbiamo incontrato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la Ministra Paola De Micheli, in visita in Lombardia in queste ore.

Era giusto e importante un passaggio anche nel nostro Territorio, perché è vero che abbiamo reagito con grandissima dignità e rimboccandoci le maniche, ma siamo i più martoriati dal Covid -19.

Il tasso con cui il virus ha colpito la nostra Provincia, che ha un numero più ridotto di abitanti, è dell 1,66% a fronte dell'1% di Bergamo e Brescia e dello 0,57% di Milano.

Francamente un primato di cui avremmo fatto a meno, ma che deve essere considerato, sul piano sanitario, epidemiologico, ma pure di attenzione alle persone e alle imprese, anche nella fase della ripartenza.

Proprio su questi temi l'incontro è stato occasione per esprimere al Presidente alcune attese importanti, da parte dei cittadini e delle nostre Comunità. Con una particolare attenzione alle imprese e al mondo economico, che necessitano di aiuti e sostegno, ma anche alle famiglie, specie nella cura dei figli minori per i prossimi mesi.

Il Presidente ci ha ascoltato con disponibilità e con una cortesia non di maniera.

Ci ha rassicurato rispetto alle attenzioni specifiche ai Territori più colpiti, che saranno oggetto di provvedimenti in corso di definizione, così come le misure per imprese ed enti locali. Anche sul tema famiglie e minori si è impegnato a darci presto indicazioni più puntuali, comprendendo l'urgenza della situazione.

Noi Comuni siamo gli enti più prossimi ai cittadini, con noi la filiera è corta, i denari assegnati a noi, per essere vicini ad imprese e famiglie, entrano subito in circolo, noi siamo disponibili a dare una mano, a trovare soluzioni: attendiamo indicazioni dall'alto, poi, come siamo soliti fare, non ci tireremo indietro e cercheremo di stare il più possibile vicini alle nostre Comunità.

Abbiamo tutti "fame di ripartenza" dobbiamo farlo con intelligenza e prudenza e in sicurezza, ma abbiamo anche bisogno di avere prospettive e scenari che incoraggino.

Da ultimo ho voluto ringraziare il Presidente perché attraverso il Ministero della Difesa ha garantito la presenza dell'Esercito Italiano a Crema, che ha allestito l'ospedale da campo, a cui ancora oggi garantisce il supporto logistico. Un gesto importante, che ci ha fatto sentire il Paese vicino, in un momento di fatica e di sofferenza. Un gesto che ricorderemo

 

Aggiornamento 18 aprile 2020 ore 10  

Il punto sui buoni spesa:  Nelle scorse settimane come saprete è partita l'iniziativa dei buoni spesa, grazie a un trasferimento straordinario del Governo di 182mila euro per Crema ed una ordinanza della Protezione Civile Nazionale che indicava le modalità di trasferimento a coloro che fossero "in stato di bisogno". Il nostro Servizio Sociale Comunale sta concludendo la disamina delle 529 domande arrivate per la richiesta di buoni spesa e riteniamo si riuscirà a dare un riscontro positivo a queste, nonché ad un'altra ventina di istanze arrivate fuori tempo massimo. Giornalmente, espletata la procedura di verifica e di assegnazione, tramite i volontari della S.O.I.C., una associazione di intervento cinofilo resasi a tal fine disponibile, che ringrazio tanto, raggiungiamo i cittadini direttamente a casa per la consegna dei buoni. Questi titoli possono spendere presso i supermercati cittadini ma anche presso diversi esercizi della città, secondo un elenco in costante aggiornamento presente sul sito comunale. Abbiamo insistito su questo aspetto per avere una ricaduta anche sulla economia locale. Al momento la possibilità di chiedere buoni spesa è sospesa, ma questo non significa che non continueremo a stare al fianco delle persone più bisognose. Intanto ci sono i pacchi alimentari alomentati da una parte del fondo di cui sopra e anche dalle donazioni di molti privati, che sono importantissime! Molte famiglie poi in questo mese sapranno anche se sono beneficiarie di altre misure nazionali o regionali, il che per il medio termine ci consentirà di studiare risposte di prossimità anche più mirate ed eque, orientate ad assecondare i bisogni effettivi dei richiedenti.

Anche le donazioni di mascherine non si fermano, e proprio perché nulla è scontato, ne va data attestazione. Dopo le prime 10mila di un cremasco residente all'estero, già distribuite alla cittadinanza, è stata la volta della scuola cinese Hui Xin Campus, di Suzhou, grazie all'interessamento di Alexandra, un'altra nostra ex concittadina, ed a Marsilli Suzhou (MAT), che ne ha curato la spedizione. Altre 1000 sono arrivate, dopo la prova iniziale, dal sig. LU, allevatore di Nanning, grazie alla mediazione di IPC, in donazione al nostro Comune!  Alcune centinaia sono in arrivo domani grazie a Zetaservice, destinate ai Medici di Base, accanto a dotazioni di visiere da parte di Luca e Flavio, che ormai ci hanno preso gusto e sfornano paraocchi a getto continuo. Un carico di 11.200 mascherine chirurgiche è arrivato nuovamente ieri dalla Regione, attraverso la Protezione Civile provinciale. Infine, altre due donazioni sono state annunciate per i prossimi giorni. Non appena arriveremo ad integrare al dotazione che stiamo mettendo da parte, attiveremo una nuova distribuzione di mascherine chirurgiche ai cittadini.

Giacimenti di generosità e di solidarietà: Di questa emergenza sanitaria avremmo fatto tutti a meno. Ma sta senza dubbio mettendo in evidenza giacimenti di generosità e di solidarietà che mai avremmo immaginato così ricchi e profondi! Grazie infinite ai donatori, i cui gesti non sono né dovuti né scontati, e grazie di cuore ai volontari che distribuiscono, militari, civili e della protezione civile, che sono "una macchina da guerra", che però porta pace, conforto e solidarietà.

"La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande."(Hans Georg Gadamer) Ci manca, come l'ossigeno, ma l'Assessorato alla Cultura e tante realtà culturali della nostra Città hanno preparato alcune "terapie Salvavita" e noi li ringraziamo . La nostra città si è sempre distinta per tanta, tanta Cultura, per tutti i gusti, ma sempre di grande qualità. In queste settimane le restrizioni ci hanno privato anche di questo, e ci siamo accorti quanto manchi anche questa dimensione alle nostre esistenze. Come l'ossigeno! Ci sono alcune realtà che hanno trovato il modo per accompagnarci anche in questo momento di fatica e di isolamento e le ringraziamo per queste "pillole salvavita". Grazie al Centro Galmozzi, al Franco Agostino Teatro Festival, alla Consulta Giovani e al Circolo delle Muse, per l'ingegno, la creatività, l'intraprendenza che stanno mettendo per non privarci di Cultura!

Polemica con Michele Serra :Efficace "replica muta" di Beppe Severgnini ad un articolo piuttosto ingeneroso e offensivo di Michele Serra, oggi su Repubblica. Col formigonismo e l'epilogo leghista ce la vedremo noi lombardi, ma semplificare e generalizzare non è mai un servizio alla verità, neanche quando si vuole ragionare per iperboli. Definirci " il popolo del non si chiude, brava gente, però monoculturale, confindustriali lillipuziani, i magut bergamaschi tal quali i padroni delle acciaierie" è una banalizzazione, tanto snob quanto moralista, di chi non ci conosce a fondo, ma parla per luoghi comuni. Caro Serra, se lei ci tratta come i "muli lombardi" noi non ci offendiamo, perché qui da noi l'operosità e la laboriosità sono valori, edificati attraverso decenni di fatica, insieme ad un grande senso del dovere, a tanta responsabilità sociale e ad una solidarietà profonda, magari asciutta e sbrigativa nei modi, perché noi non ci parliamo addosso, ma egualmente solida e robusta. Ed è proprio grazie a questa solidità, a questa concretezza, a questo spirito di sacrificio, che noi conosciamo bene, per esperienza diretta, che i Lombardi ce la faranno, e magari qualcun altro nel Paese ringrazierà pure che questa tempesta sia avvenuta proprio sotto il cielo di Lombardia, quel cielo 《 così bello quand’è bello, così splendido, così in pace》.

Grazie del Video :Ribadisco ciò che avevo anticipato diverse settimane fa (con domani sono 8 esatte dall'inizio, travolgente, della emergenza sanitaria nel nostro Ospedale e nel nostro Territorio). La nostra gratitudine sarà infinita, ma per tenere memoria di questa dedizione e tenacia, agli operatori del nostro Ospedale intitoleremo una Via o una Piazza. Ogni bambino che crescerà a Crema dovrà conoscere il loro esempio e questa storia di passione, di coraggio, di generosità!

La lettera che accompagna il video "Le invio un video del reparto Medicina Generale di Crema. Apprezziamo molto le iniziative che sta prendendo a partire dall'ospedale da campo alle donazioni che i suoi volontari ci danno."

Guarda il video  del reparto Medicina Generale di Crema.

 

Aggiornamento 15 aprile 2020 ore 10  

Tanti bellissimi messaggi di solidarietà: Oggi voglio iniziare la giornata offrendovi un piccolissimo saggio dei tanti bellissimi messaggi di solidarietà e riconoscenza che stanno arrivando agli operatori sanitari cubani in forza a Crema. Chiunque può indirizzare pensieri, poesie, disegni, che noi recapiteremo loro di settimana in settimana e che alla fine, con la Associazione Italia Cuba, raccoglieremo in una pubblicazione. Per tenere traccia e memoria di un gesto di generosità e solidarietà che tocca profondamente le nostre corde e che restituisce fiducia e speranza nell'umanità. I messaggi sono tantissimi e possono essere indirizzati alla mail: comunicazione@comune.crema.cr.it  Continuate a mandarne, se volete esprimere vicinanza e gratitudine e...passate parola! Grazie

----------------------

Cucina Cubana a Crema : La riconoscenza per gli operatori sanitari cubani presenti nella nostra Comunità ormai da qualche settimana trova molteplici modi per esprimersi. Bella l'idea delle signore Mariana ed Irina di farli sentire un poco più "a casa" con piatti tipici della loro tradizione!

----------------------

Aggiornato elenco consegna spesa a domicilio: Abbiamo proceduto ad aggiornare l'elenco dei negozi della città che effettuano la consegna della spesa al domicilio. Una opportunità che invitiamo a tenere presente sia per mantenere il distanziamento sociale, ahimé ancora così raccomandato, sia per incoraggiare quegli esercizi che, dall'inizio della crisi ce l'hanno messa tutta per resistere.

 Per l’elenco clicca qui :  

Aggiornamento 13 aprile 2020 ore 16  

Le nuove regole fino al 3 maggio, qualche spiraglio, ancora tanti sacrifici e la possibilità per le Regioni di adottare misure più restrittive. Aspettiamoci dunque per la Lombardia anche qualche divieto ulteriore, sebbene proprio qui sia mancato il coraggio di chiudere ipermercati e supermercati a Pasqua e Pasquetta ed è davvero poco serio, visto che questa misura è stata assunta in quasi tutte le Regioni, molto meno bersagliate della nostra.

Grande Anna, orgoglio cremasco, complimenti!:  Chi la conosce già non si stupisce, meritato il successo della nostra giovane e talentuosa concittadina Anna Cacopardo, che riporta sulla scena anche Fedez che con lei canta "Le Feste di Pablo". E chi lo dice che musica, arte, cultura non sono essenziali in questo periodo, in cui invece diventano un rifugio ed un luogo accogliente per tantissimi, fra noi?

Complimenti al Dr. Vincenzo Siliprandi e a tutto il suo bellissimo staff!: Il reparto di Ostetricia e Ginecologia di Crema è avanti, lo avevamo già raccontato ma è giusto ribadirlo. I corsi pre parto on line e percorsi di accoglienza che garantiscono le mamme in attesa ed i loro piccini in momenti tutt'altro che ordinari ne sono una bellissima dimostrazione! Complimenti per questo servizio alla vita, così incoraggiante e così prezioso, e per questa capacità di sapere intuire i timori e le apprensioni delle mamme in attesa, accompagnandole e prendendole per mano in momenti, già di per sé delicati, ora ancora più "straordinari", con competenza e tanta, tanta empatia.

Ortopedia Ferrari Crema: Solidarietà a gonfie vele, tutto, da tutti e per tutti. Un piccolo gesto può fare la differenza!  Orgogliosa del mio Papà! "L'Ortopedia Ferrari ha donato 500 mascherine imbustate lavabili e sono state immediatamente fatte avere all' Anffas di Santa Maria dove c'era necessità." Grazie anche alla disponibilità della Protezione Civile Lo Sparviere - Associazione di Volontariato Un Grazie personale anche all'aiuto e alla gentilezza di Ortensia Marazzi e Beppe Severgnini!

Bonaldi Ancora Solidarietà. La Comunità islamica cremasca ha donato mille mascherine chirurgiche ed altrettante la chiesa evangelica di Crema. Le terremo a disposizione dei cittadini. Nel frattempo l'Ortopedica Ferrari ha donato 500 mascherine imbustate lavabili, e quelle le abbiamo immediatamente fatte avere all' Anffas di Santa Maria dove ce n'era necessità.  Ancora, la Bike and Run tramite propri sponsor ha procurato grandi quantità di salviettine disinfettanti, già assegnate a Protezione Civile e Associazione Cinofila SOIC per le prossime distribuzioni. Non solo, ma attraverso Gorini, ha messo graruitamente a disposizione due mezzi per la attività logistica della Protezione Civile per le prossime settimane. Ancora, la Lacchinelli ci ha fatto avere un grande stock di sacchetti in cui imbustare le mascherine FFP2 per i medici di base, arrivate attraverso altra donazione di Zetaservice. Anche uno striscione da Punto Pubblicità che da ieri campeggia sull'ospedale da campo, insieme a omaggi floreali di un vivaio cremasco. Sicuramente sto dimenticando qualcosa, perché proprio non si riesce a stare al passo con la generosità dei cremaschi! 

Bonaldi Una saluto a tutti quelli impegnati anche per Pasqua e Pasquetta: Non elenco tutti coloro che saranno operativi, solo per il timore di dimenticare qualche "categoria" di lavoratori e lavoratrici di quei servizi essenziali, che non possono fermarsi: a tutti e tutte loro, e alle loro famiglie, vanno la nostra gratitudine e riconoscenza. La stessa gratitudine e riconoscenza che oggi pomeriggio ho voluto portare a due gruppi a me molto cari. Gli uomini e le donne della nostra Polizia Locale, che in queste sei settimane hanno garantito il servizio senza batter ciglio, con dedizione e professionalità, nonostante malattie molto serie, quarantene, isolamento di colleghi in zona rossa e turni doppi. Hanno pattugliato, fatto posti di blocco, distribuito presidi, girato i quartieri con l'altoparlante, comminato sanzioni, ogni tanto sentendosele pure, perché, come sapete, sono tutti bravi ad insegnare anche ai vigili il loro mestiere, ma quando poi gli tocca esser ripresi, fanno i fenomeni invocando quella tolleranza e comprensione che fino a un minuto prima esigevano "zero" per il resto del mondo. E poi la grande e bellissima famiglia della nostra Protezione Civile "Lo Sparviere", un braccio operativo che si distingue per prontezza, flessibilità, efficacia, immediatezza, capillarità.Ci sono sempre stati, anche quando non si vedevano, perché loro si distinguono per il "fare", spesso con discrezione e un passo indietro. Una forma generosa di volontariato, che pure è stata essenziale in queste settimane e lo resterà nei giorni a venire. Mi hanno regalato la maglia della Protezione Civile, oggi (il sindaco è Autorità di Protezione Civile sul Territorio) e vi confesso che ne sono rimasta emozionata ed onorata! La indosserò ufficialmente quando diremo grazie a tutti coloro che si sono spesi in questa emergenza (non credo basterà un giorno). Negli sguardi di tutti glj incontri di questi giirno con chi è in orima linea ho letto stanchezza, è vero, ma anche determinazione. Ci siamo e restiamo al nostro posto e alla fine il Virus avrà terra bruciata intorno

Aggiornamento 9 aprile 2020 ore 9

#stiamoacasa I numeri non mentono, non sono interpretabili né manipolabili. Occorrono ancora disciplina e senso civico. I giovani ci stanno dando una lezione da cui dovremmo tutti prendere esempio! Stiamo a casa...e non per i controlli e per le multe. Per rispetto, per noi e per "gli altri" (che siamo ancora noi)!

Per Pasqua e Pasquetta supermercati ed ipermercati chiudano per me è sacrosanto... Mi auguro che dopo ordinanze su tantissime materie e discipline, ordinanze che condivido tutte perché le restrizioni salvano vite, diciamolo con forza, arrivi anche questa!

Solidarietà, senso di comunità, speranza  Grazie a Beppe Severgnini, al nostro Assessorato al Welfare con Michele Gennuso, alla Caritas Diocesana con il direttore Claudio Dagheti e alla unità cinofila SOIC.

Rosa Amoruso: Ai miei bambini le uova sono arrivate, un grazie di vero cuore. Michele Gennuso. al sindaco Stefania Bonaldi. Camilla leonardo e Cristian . Sono molto commossi. Grazie anche alla generosità della ditta.

Celestina Benelli  Un grazie immenso al nostro Sindaco Stefania Bonaldi e agli Assessori per quanto in questo periodo, dove un virus silente ci ha messo in ginocchio, hanno fatto!

Aggiornamento 8 aprile 2020 ore 9

Anche per Pasqua restiamo  a casa nonostante il bel tempo.  E ovviamente, dopo il sole che spaccava le pietre sulle Palme, lo stesso avverrà sulle Uova, come non succedeva da circa vent'anni. Ma alla fine vinceremo noi lo stesso (stando a casa)!

Regole da rispettare, gli ultimi aggiornamenti . Nel susseguirsi di regole e provvedimenti, si rischia di perdere qualche aggiornamento e modifica. Vi evidenzio che Regione Lombardia il 6 aprile ha emanato l'ordinanza 522 con la quale sono state introdotte le seguenti modifiche ai provvedimenti precedenti:

- I mercati coperti possono aprire a condizione che il Sindaco adotti e faccia osservare un piano per ogni specifico mercato che preveda:

a) presenza di un unico varco di accesso separato da quello di uscita;

b) sorveglianza che verifichi il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e del divieto di assembramento;

NON è il caso del Mercato di Crema, che si configura come "all'aperto" e resta SOSPESO.

- Possono rimanere in funzione i distributori automatici dei generi di monopolio e dei prodotti farmaceutici e parafarmaceutici, ovunque collocati, nel rispetto del distanziamento sociale.

- È permesso il commercio al dettaglio di fiori e piante negli ipermercati e supermercati.

- È consentita la vendita online (o non in presenza, cioè telefonica) e la consegna a domicilio di tutte le categorie merceologiche.

- Le attività di cura e manutenzione del paesaggio sono consentite limitatamente alla cura e manutenzione di parchi, giardini e aree verdi finalizzate alla prevenzione di danni e alla messa in sicurezza delle stesse aree.

Ancora qualche sforzo, dai.

Sono attive le procedure dei buoni spesa. Siamo insistenti, è vero, ma solo per lo scrupolo che le informazioni circa questo beneficio arrivino a tutti coloro che hanno realmente bisogno. Grazie per il passaparola!

Stefania Bonaldi Questa donna è una guerriera di Lauren Fox:  Il mio amato amico di Federica Bonaldi sorella è sindaco di Crema. Un bellissimo posto che abbiamo amato visitare fuori Milano. Sono stati all'inferno e sono tornati al cuore delle tragedie italiane. Un ospedale militare costruito in città, che ha dovuto affrontare l'amore naturale italiano per la socializzare. Con misure difficili e forza incredibile ci stanno attraversando. Questa dichiarazione riguarda i buoni che i residenti di Crema possono usare nei negozi partner per aiutarli sulla strada verso la ripresa economica. Così comincia. Forza!!! Ci hanno insegnato tutto Andra Bene. Seguiamo il loro soggiorno a casa - resta vivo consigli e vi ringraziamo e mandiamo.  (Proprio così il Watford FC aveva un manager di Crema! La mia vita è la mia vita

Padre Gigi potrebbe essere vivo, il condizionale è d'obbligo in situazioni così delicate e complesse, che richiedono cautela e riserbo. Ma è un condizionale che riempie il cuore di speranza, e mai, come in questo periodo, abbiamo fame e sete di speranza! Ci uniamo, come Comunità civile, alla trepidazione commossa della Comunità ecclesiale e coltiviamo davvero la speranza di potere riabbracciare presto Padre Gigi Maccalli

Aggiornamento 7 aprile 2020 ore 9

La ‘stoffa’ del dott. Claudio Ceravolo: Oggi inizio la giornata facendo conoscere a tutti (quelli che ancora non lo sapessero) la "stoffa" del dott. Claudio Ceravolo, medico oncologo per tanti anni nel nostro Ospedale, presidente di Coopi, Ong impegnata in progetti umanitari nei Paesi in via di sviluppo e, ovviamente, anche se l'articolo non lo dice, già sindaco per due mandati nella nostra città. Non sorprende chi lo conosce, ma, scattata l'emergenza Covid-19, Claudio in quattro e quattr'otto ha chiesto di tornare al lavoro al Pronto Soccorso di Crema, uno degli avamposti più "caldi" di tutta la Lombardia (e dunque del Paese) nella lotta al virus. E con scioltezza ha ripreso l'attività di medico e il lavoro di squadra in quello che, per settimane, è stato un girone se non d'inferno, sicuramente di purgatorio (ma nei gironi più bassi, eh...); del resto per quelli della sua pasta il giuramento di Ippocrate dura tutta la vita, non ha data di scadenza! Così insieme alle fatiche, alle trepidazioni, alle speranze ma anche alle sconfitte di quei giorni, si è preso anche il virus, pacchetto completo, ed ha dunque interrotto la sua generosa attività per curarsi. Adesso va meglio, e già lo immaginiamo mordere il freno, cosa che commuove e incoraggia tutti noi a pensare che, finché il mondo sarà popolato da uomini e donne come Claudio, la nostra specie sarà al sicuro. Grazie, dottore, per questo esempio così limpido, generoso, solidale. Sono onorata, oggi, di ricoprire il posto che hai occupato tu, in Comune, per dieci lunghi anni e il tuo spirito di servizio per la comunità e le persone è e resta un esempio ed una ispirazione.

Siamo partiti con i buoni spesa, chiediamo di aiutarci a fare passaparola per i cittadini che possano averne necessità e per i negozi che possano essere interessati alla adesione. Ritengo importante rilanciare ancora la opportunità dei buoni spesa e della solidarietà alimentare che sta partendo nel Comune di Crema! Grazie a stanziamenti del Governo e ad una partnership operativa con Caritas, siamo in grado di erogare buoni spesa a tutte quelle persone o quei nuclei familiari residenti a Crema, per i quali l'emergenza sanitaria è diventata anche economica. I buoni, legati ad acquisto di generi di prima necessità, saranno spendibili sia presso la Grande Distribuzione Organizzata cittadina, sia presso gli esercizi della città che avranno aderito alla proposta e il cui elenco, costantemente aggiornato, sarà disponibile sul sito del Comune. La valutazione circa la ammissione al buono spesa verrà operata dal Servizio Sociale Comunale, sulla base dei criteri e delle indicazioni che potete trovare sul sito stesso. Vi chiedo di passare parola a tutti coloro che pensate possano essere interessati o avere bisogno.

Prosegue la distribuzione di mascherine, ma su centro storico e zona pergoletto, ospedale e campo di Marte bisognerà pazientare ancora un paio di giorni, in attesa di integrare la dotazione! Grazie per la collaborazione e l'incoraggiamento.

RACCOLTA STRAORDINARIA PORTA A PORTA DEGLI SFALCI D'ERBA Qui il calendario della raccolta straordinaria porta a porta degli sfalci d'erba a Crema. Si comincia giovedì 9 aprile con le zone Ombriano - Sabbioni - Crema Sud. Poi mercoledì 15 aprile con le zone San Bernardino - Castelnuovo - Vergonzana - Santa Maria - Santo Stefano. Infine, giovedì 16 aprile nelle zone Crema Nuova - San Carlo - Centro storico

 Aggiornamento 5 aprile 2020 ore 12

Oggi il Coronavirus resta temibile, ma forse presto lo metteremo alle strette, abbiamo bisogno di stare insieme, abbiamo necessità che non prevalgano calcoli politici, da qualsiasi parte essi provengano. I Sindaci Cremaschi stanno dando una prova di unità che dovrebbe essere additata come esempio!

IO RESTO A CASA ANCHE SE C’E’ IL SOLE  Mentre la maggior parte di voi, con rispetto e senso civico, si sta attenendo alle regole e con disciplina resta a casa, mi viene purtroppo segnalato che è molto aumentato il numero delle persone in giro. Ho il dovere di ricordarvi che stiamo combattendo una battaglia durissima, che vinceremo solo se sapremo, per tutto il tempo necessario, essere rigorosi e attenti. Crema ed il Cremasco hanno percentuali dei contagi fra le più alte in tutta Italia (e ovviamente anche in Lombardia!) ed i rallentamenti registrati negli ultimi giorni sono proprio il frutto delle restrizioni e della disciplina delle ultime due settimane, ma i comportamenti irresponsabili di chi esce senza valide ragioni, rischiano di vanificare i sacrifici di tutti. Mi sono appena confrontata con le Forze dell'Ordine e saranno intensificati i controlli, anche se lasciatemi dire che è triste "giocare al gatto e al topo" quando a tutti è chiara la posta in gioco. Assurdo dovere ottenere di fare restare a casa le persone con la minaccia di controlli e multe salate. Ma faremo anche questo! Mi appello pero' nuovamente al senso di responsabilità di tutti, anche per rispetto dei tantissimi che negli ospedali, negli ambulatori, nelle strutture di cura, nei servizi essenziali, in tutti i contesti in cui il lavoro deve continuare per il suo risvolto pro sociale, stanno lavorando senza risparmio da sei settimane per tutelare tutti noi e i nostri cari. Restiamo a casa, ancora, anche se è dura, anche se siamo stanchi, anche se c'è il sole

Finalmente pronti con i Buoni Spesa per le persone ed i nuclei in difficoltà a seguito della emergenza economica che segue a ruota quella sanitaria. I nostri Servizi Sociali hanno lavorato tutta settimana con Caritas Crema, che sarà il nostro partner operativo nella erogazione e distribuzione di pacchi alimentari e buoni, per una maggiore efficacia, prontezza e snellezza. Sul sito del Comune le modalità pratiche, con il modello della autodichiarazione da compilare ed i criteri per la assegnazione del beneficio, che sarà accordato con valutazione da parte dai Servizi Sociali. I buoni saranno spendibili non solo presso la Grande Distribuzione Organizzata, ma anche presso tutti gli esercizi di commercio al dettaglio della Città che daranno la disponibilità al Comune. Il loro elenco, costantemente aggiornato, sarà sul sito del Comune di Crema.

 Chiusi tutti i cimiteri Avevamo tenuto aperti i cimiteri perché non abbiamo mai verificato occasioni di assembramento presso nessun camposanto della città. Inoltre privare i familiari anche del culto dei defunti, in momenti dolorosi come questi, in cui molti decessi si sono consumati in condizioni di solitudine e lontananza, ci pareva poco umano. Prevalgono tuttavia le regole a tutela della salute e della igiene pubblica, imposte dalla circolare del Ministero della Salute del 1 Aprile scorso, avente ad oggetto 《 Indicazioni emergenziali connesse ad epidemia COVID-19 riguardanti il settore funebre, cimiteriale e di cremazione》, ai sensi della quale i cimiteri vanno chiusi al pubblico, per impedire le occasioni di contagio dovute ad assembramento di visitatori.

Grazie a volontari Fra i grazie da dire per queste settimane (e ce ne sono ancora molti), uno enorme va a loro, agli uomini e alle donne del nostro gruppo di Protezione Civile "Lo Sparviere". Loro sono in pista tutti i giorni, dalle 7 del mattino fino a notte e ci sono per ogni tipo di esigenza. Dal primo minuto in cui si è fatto il sopralluogo per l'Ospedale da Campo in avanti, loro ci sono sempre stati, pronti a dare una mano e a muoversi sul Territorio con una tempestività ed una immediatezza che disarmano. Con il loro presidente, Giovanni Mussi, la linea è rovente ad ogni ora e non faccio in tempo a chiedere di procedere a ritirare una donazione, consegnare un dispositivo in Ospedale, contattare un sanitario per una necessità, organizzare una spedizione per una esigenza appena sorta, che già ricevo la fotografia che mi attesta che qualcuno di loro ha già concluso la "missione".  E il tutto con modestia, discrezione, umiltà, senza mettersi in mostra, ma con questo bellissimo pragmatismo e questa straordinaria capacità di risolvere o aiutare a risolvere, piccoli e grandi quotidiani problemi, circostanza che li rende speciali e preziosissimi! Anche a loro, cari Cremaschi e Cremasche, dovete dire un grazie.

Mascherina obbligatoria Con Ordinanza Regionale 521 assunta oggi, da domani e fino al prossimo 13 aprile, restano in vigore le misure restrittive già stabilite per l'intero territorio lombardo lo scorso 21 marzo con precedente provvedimento. L'ordinanza del presidente Fontana introduce anche l'OBBLIGO per chi ESCE dalla propria abitazione di proteggere sé stessi e gli altri COPRENDOSI NASO E BOCCA con MASCHERINE o anche attraverso semplici FOULARD e SCIARPE. Il documento regionale conferma poi la chiusura degli alberghi (con le eccezioni già in vigore), degli studi professionali, dei mercati e di tutte le attività non essenziali. Sarà invece possibile acquistare articoli di cartoleria all'interno degli esercizi commerciali che vendono alimentari o beni di prima necessità, già aperti. Sarà anche possibile la vendita di fiori e piante solo con la consegna a domicilio. Gli esercizi commerciali al dettaglio già autorizzati (di alimentari e di prima necessità) hanno l'obbligo di fornire i propri clienti di guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per l'igiene delle mani.

 

Aggiornamento 3 aprile 2020 ore 14

PRECISAZIONE CIRCA LA CONSEGNA DI MASCHERINE CHIRURGICHE IN CITTÀ: Stamane si è partiti dai quartieri di Ombriano e Sabbioni e la distribuzione prosegue spedita. Accanto a molti feedback positivi arriva qualche lamentela perché le mascherine non sono imbustate ed il deposito nelle cassette non garantirebbe ottimali condizioni di igiene.  Posto che, come credo sia facile immaginare, non potevamo metterci ad imbustare 25mila mascherine, si sta cercando anche di agganciarle a maniglie o cancelli, mentre lasciare lo stock nell'androne dei condomini non offre garanzie adeguate che poi non ci sia qualche accaparramento. Ricordo che ce ne sono 2/3 per famiglia. Allora vi chiediamo intanto, se possibile, di fare trovare pulite le vostre cassette delle lettere e in ogni caso diffondiamo anche queste regole, serie, per potere disinfettare anche le mascherine monouso.

E L’EUROPA ? "Gli italiani stanno dimostrando la loro solidarietà reciproca nella quotidianità con migliaia di piccoli gesti - allo stesso tempo discreti ed eroici. E solo la solidarietà può farci riemergere da questa crisi - quella tra persone come quella tra Stati. Oggi l'Europa si sta mobilitando al fianco dell'Italia. Purtroppo non è stato sempre così. Bisogna riconoscere che nei primi giorni della crisi, di fronte al bisogno di una risposta comune europea, in troppi hanno pensato solo ai problemi di casa propria. Non si rendevano conto che possiamo sconfiggere questa pandemia solo insieme, come Unione. È stato un comportamento dannoso e che poteva essere evitato. In questi giorni la distanza tra individui è fondamentale per la nostra sicurezza: la distanza tra nazioni europee, al contrario, mette tutti in pericolo." Questa è l'unica risposta che l'Europa, per come noi europeisti la intendiamo, può dare e le parole della Presidente Von der Leyen sono nette e toccano le corde giuste. Vero che egoisticamente (ed irrealisticamente) qualche Stato ha cercato di curare "il proprio orticello", ma sono contenta che sia prevalsa questa linea solidale e trovo sia molto coraggioso dire "Scusateci, abbiamo sbagliato", perché , ammettiamolo, in politica di solito nessuno mai ammette d'avere commesso errori. Che sia anche per l'Europa una occasione per nuovi apprendimenti.

NEL CREMASCO IL VIRUS HA COLPITO DURO : Con i colleghi Casorati e Rossoni, a nome di tutti i sindaci cremaschi, abbiamo indetto una conferenza stampa per evidenziare alcuni aspetti critici. La forte pervasività del virus nella nostra Provincia (la prima con 1,10% di contagiati) e nel nostro territorio, con numerosi comuni con percentuali più elevate della media provinciale (Crema è all1,23%, Offanengo all'1,41%, Montodine all1,56%, Castelleone all'1,81%).

La Sodexo ha organizzato e offerto una festa a sorpresa per i medici e gli infermieri cubani della #BrigataHenryReeve che stanno aiutando i nostri operatori sanitari nell'ospedale da campo allestito dall'esercito nel piazzale antistante il Pronto Soccorso. Al momento di condivisione e di festa oltre al padrone di casa, #FabioGrigoli, direttore regionale della Sodexo, erano presenti #LlanioGonzàlezPérez, Console Generale della Repubblica di Cuba a Milano, #CarlosRicardoPérezDiaz, Medico capo Brigata “Henry Reeve” in Italia, #AlfredoRodriguezQuintero, funzionario Consolato della Repubblica di Cuba a Milano. La torta decorata con stemmi, gli altri generi alimentari guarniti con bandierine e il grande applauso che é scrosciato spontaneamente tra i presenti hanno sottolineato nuovamente quanto sia sentito questo gemellaggio tra Italia e Cuba e la profonda gratitudine che Crema nutre per chi con generosità, affrontando con coraggio rischi e sacrifici, ha deciso di venire ad aiutarla in un momento cosí difficile. Hasta la victoria siempre, hermanos cubanos!

Piccoli cremaschi crescono e ci riempiono di emozione e coraggio

 

Aggiornamento 31 marzo ore 8

Bandiera a mezz’asta Oggi a mezzogiorno, davanti ad ogni Monumento ai Caduti o ad ogni Municipio del Paese si ricorderanno i deceduti di queste settimane.

Le bandiere dei Palazzi Comunali saranno a mezz'asta e verrà osservato un minuto di silenzio.

Per noi, a Crema, saranno il vicesindaco Michele Gennuso e l'Assessore Cinzia Fontana a celebrare questa memoria (non sono in piena forma - niente di grave, lo preciso! - ma, mio malgrado, non ci sarò).

Ricorderemo tutte le persone decedute in questo periodo, poco importa se "con" o "per" Coronavirus, oppure senza una diagnosi conclamata.

Ormai è evidente a tutti che la letalità di questo virus ha avuto e sta ancora avendo un campo d'azione che va, purtroppo, molto al di là dei dati ufficiali.

Lo abbiamo percepito dal lavoro indefesso delle nostre operatrici dello stato civile, che non siamo riusciti ad interrompere nemmeno quando tutto l'ufficio è stato messo in quarantena.

Lo abbiamo colto guardando negli occhi le due impiegate dell'Ufficio Cimiteri, messe a durissima prova da carichi di lavoro che hanno obbligato a straordinari pomeridiani e domenicali, pur di stare al passo con le sepolture, oltre che da carichi emotivi e psicologici oltre il limite.

Lo abbiamo registrato dal lavoro, poco considerato e mai così prezioso, degli operai cimiteriali e delle agenzie funebri, con una rincorsa che ancora non si è purtroppo esaurita, ad effettuare esequie e sepolture, negando sovente la possibilità della cremazione, perché non si rispettavano le regole dei 5 giorni massimi, poste dalla Regione per la conservazione delle salme.

Questa tragica contabilita' è presto data, nei mesi di febbraio e marzo del 2018 e 2019 sono decedute rispettivamente a Crema (non necessariamente "di" Crema), 150 e 171 persone. Nel febbraio e marzo 2020 ne sono mancate 397 (dato aggiornato a ieri).

Potrà esserci qualche scostamento "fisiologico" dovuto ad altre patologie, ma il resto è ahimé da attribuire, volenti o meno, a questo stramaledetto Virus.

Basta considerare i deceduti nelle RSA lombarde, a cui non è stato quasi mai fatto il tampone. Anche la nostra, in Via Zurla, ha pagato il suo triste tributo con oltre 60 vittime, e poco importa sapere che purtroppo, quel 33% di deceduti sul totale degli Ospiti è nella media delle strutture lombarde. Vero che non si era preparati e nessuno immaginava un virus così pervasivo e anche che la vita di Comunità nelle RSA avviene necessariamente in spazi così densamente popolati, che fermare il Virus in quei contesti è come svuotare un lago con un secchiello. Ma questo non consola né lenisce le perdite.

Già, perché come abbiamo ricordato più volte, dietro ad ogni drammatico numero di questa storia c'è stata una persona, ci sono stati affetti, ci sono stati legami che si sono interrotti bruscamente, ci sono state assenze improvvise, silenzi protratti, speranze coltivate fino all'ultimo. Tutti gli addii sono avenuti nella disperazione della solitudine, senza il conforto di potere piangere il proprio caro circondati dall'affetto dei familiari e degli amici, ci sono state esequie frettolose e benedizioni fugaci, sensi di privazione e sensi di colpa che rimarranno vivi a lungo, a dispetto di chi se ne è andato.

Ecco, oggi ricordiamo tutto questo, e molto di più, esprimendo vicinanza, affetto, solidarietà a chi è stato protagonista di questi lutti e a tutti i familiari, che non possiamo abbracciare ancora fisicamente, ma che stringiamo in un abbraccio ideale e pieno di umana compassione.

Non siete soli, lasciateci caricare un pezzo del vostro dolore sulle nostre spalle, per cercare di renderlo un poco più tollerabile.

Questo deve avvenire in una comunità adulta e solidale.

  

I militari ringraziano: Il personale militare di stanza a Crema ringrazia i cittadini e le cittadine di Crema e del Cremasco di tutti i gesti di vicinanza e di affetto con i quali la nostra Città li ha accolti, come se Crema fosse la loro seconda casa. Bello e commovente l'abbraccio della nostra Comunità e altrettanto toccante questo ringraziamento, semplice ma efficace. Certo che ce la faremo!

 

Attivo sportello psicologico L'emergenza sanitaria, i cambiamenti nelle abitudini, la paura per un familiare malato o il dolore per un lutto possono mettere in difficoltà anche bambini ed adolescenti ed in crisi i rapporti familiari. Per questo la Asst di Crema, per tutti i Comuni del Distretto Socio Sanitario Cremasco, ha messo a disposizione un servizio di assistenza psicologica telefonica dedicata, con Psicologi della età evolutiva che rispondono e offrono sostegno, a minori, adolescenti e genitori che chiedano un supporto.

L'intervento può essere richiesto al numero  (+39) 3316857332

dal lunedì al venerdì dalle 11.00 alle 13.00 e in quella fascia oraria risponderà un operatore dell’équipe Psicologia dell’Emergenza.

Nei restanti orari sarà possibile inviare un SMS col nome e recapito e la richiesta di essere richiamati. Nessun imbarazzo, avere bisogno di aiuto è assolutamente normale, di questi tempi!

Unico indirizzo per messaggi alla Brigata Cubana : Su proposta della Associazione Italia Cuba, che abbiamo accolto con entusiasmo, abbiamo istituito un indirizzo mail per tutti coloro che, Italiani, Cubani o cittadini del mondo, vogliano inviare messaggi alla Brigata Cubana in forza all'Ospedale da campo nella nostra città!

La mail a cui potere inviare messaggi è la seguente: comunicazione@comune.crema.cr.it

Abbiamo anche deciso che raccoglieremo questi messaggi e alcune immagini di questi giorni in una pubblicazione, i cui costi l'Associazione si è offerta di coprire, per tenere memoria di questo splendido gesto di amicizia fra due Popoli, dalle storie diverse, ma impegnati in una battaglia contro un unico avversario, il virus, con lo scopo di tutelare e difendere un diritto fondamentale per entrambi, quello della salute. Grazie ai nostri Hermanos de Cuba!

Aggiornamento 30 marzo ore 8

Sosteniamo il commercio al dettaglio :Importante sostenere, adesso e dopo, gli esercizi di commercio al dettaglio della nostra Città, molti dei quali gia' fanno anche la consegna al domicilio! Vero che continuiamo a dire di "stare a casa", ma visto che dei generi di prima necessità occorre sempre approvvigionarsi, chi può lo faccia presso i negozi della città, molti dei quali fanno comunque anche il servizio al domicilio! Anche questo è un modo per sostenere la nostra Comunità! Ricordiamocene adesso e quando la tempesta sarà passata!

Dalla Cina le mascherine: Stanno arrivando a Crema, 20,000 mascherine chirurgiche donate dal Comune di Nanning, la città gemellatta di Crema, la mia amata città natale. I popoli di due città sono sempre piu vicini.

Grazie al Popolo Albanese :"È vero che tutti sono rinchiusi dentro le loro frontiere, anche Paesi ricchissimi hanno girato la schiena agli altri, ma forse perché non siamo ricchi ma neanche privi di memoria, non ci possiamo permettere di non dimostrare all’Italia che gli albanesi e l’Albania non abbandonano mai l’amico in difficoltà" Le lezioni arrivano sempre da chi non te le aspetti. Grande premier albanese Edi Rama e grazie al fiero e generoso Popolo Albanese

Dal Governo i primi aiuti economici : Nell'ambito di una più ampia manovra rivolta ai Comuni, che avremo modo di approfondire presto, e che vale oltre 4miliardi di euro, il Governo ha stanziato 400 milioni con ordinanza della Protezione civile, con il vincolo di utilizzare queste somme per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa.

Difficile in questo momento dire se è una misura adeguata o completa, perché la situazione è dinamica ed evolve di ora in ora, ma certamente si tratta di una "boccata di ossigeno" ( metafora ahimé molto appropriata in questa situazione) per fare fronte alla em

12945 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online