Venerdì, 27 gennaio 2023 - ore 16.22

Mostre: le 'Invisibili percezioni' di Bartolomeo Gatto

Retrospettiva del pittore a Milano fino al 10 dicembre

| Scritto da Redazione
Mostre: le 'Invisibili percezioni' di Bartolomeo Gatto

Apre OGGI al pubblico 'Bartolomeo Gatto.

Invisibili percezioni.

 DIalogo tra Poeti', retrospettiva del pittore e scultore salernitano Bartolomeo Gatto (1938 - 2021), vissuto a lungo a Milano, città di cui fu protagonista e animatore culturale per molti anni con la sua galleria 'Il Cigno' in via Manzoni.

    La mostra è ospitata nello Studio Art Projet del poeta e scultore Marco Nereo Rotelli. Un collegamento tra i due artisti non casuale, come sottolinea il curatore Luca Cantore D'Amore.

    "E' la presenza della Poesia, in entrambi, come minimo comune multiplo tra le loro creazioni artistiche e opere - scrive -.

    C'è, alla base del lavoro di entrambi, un inafferrabile che ci sfugge via tutte le volte e non si fa catturare".

    Protagoniste di 'Invisibili percezioni' sono venti opere realizzate tra il 2000 e il 2010, alcune appartenenti al ciclo pittorico delle "Pietre Amanti", successiva alla serie i "Bambini". Le figure arrotondate e solide su tela sono i caratteri principali di questi quadri: rappresentano le pietre dell'amata Sardegna, l'isola in cui l'artista ha passato lunghi periodi di tempo e che ha creato il suo stile personale.

    Bartolomeo Gatto dipinge qui paradisi di terra, masse colorate dalla luce, incantesimi che scopre dal di dentro e che afferra.

    Si tratta di opere in cui il blu è il colore principale, che l'artista iniziò ad utilizzare in senso totale: le sue opere precedenti, e altrettanto famose, erano piene di rossi, di viola, di turchesi e di gialli. Alcune di queste opere 'in blu', dal forte impatto metafisico frutto della sua ricerca poetica, furono esposte con grande successo all'Istituto Italiano di Cultura di New York nel 2007. Si tratta di "Confronto con il gioco di ricordi" (2005), "La via della Storia" (2003), "Picco amico" (2006) e altre opere presenti nella retrospettiva milanese. La mostra, sostenuta dalla Fondazione Bartolomeo Gatto ETS, resterà aperta fino al 10 dicembre. (ANSA).

   

230 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria