Lunedì, 28 settembre 2020 - ore 10.58

Non è vero che con la cultura non si mangia, la cultura arricchisce di Gerelli Sante (Gussola)

In alcune occasioni , nelle passate amministrazioni comunali di Gussola, la sala del Consiglio Comunale ha potuto sentire la frase “ con la cultura non si mangia”.

| Scritto da Redazione
Non  è vero che con la cultura non si mangia, la cultura arricchisce di Gerelli Sante (Gussola)

Nulla di più falso, lo può dimostrare il concorso Eridanos organizzato dal circolo ARCIbassa sabato 16 settembre.

Una iniziativa ben riuscita , che ha visto la partecipazione di concorrenti, provenienti da varie parti d’Italia, una concorrente molto giovane veniva da Matera, località del profondo sud, si è iscritta al concorso e ha sentito il dovere di essere presente il giorno delle premiazioni.

Con la sua famiglia ha potuto conoscere persone del nostro paese, soggiornare a Sabbioneta e il giorno dopo visitare questo comune.

Ho voluto soffermarmi su questo fatto perché dimostra che la cultura è una cosa più complessa di quella frase con cui in tanti si riempiono la bocca.

Quella di sabato 16 è stata una giornata importante per il nostro paese, sia sotto l’aspetto organizzativo, questo fatto in modo esemplare dai dirigenti del circolo ARCI, e sia sotto l’aspetto conoscitivo, questo avvenuto attraverso racconti in lingua o in dialetto, poesie e racconti che nelle loro parole tracciavano contenuti fatti di ricordi, di fatica , di felicità e dolori, in parole povere fatti della vita vissuta.

Ci si lamenta per la scarsa partecipazione di cittadini locali a questa iniziativa, ma l’importante è continuare a farla, se non fai il primo passo rimani sempre fermo, se non fai il primo respiro non inizi a vivere.

Il primo passo è stato fatto tanti anni fa dalla commissione  della biblioteca Comunale , che sulla scia  delle ricerche sul dialetto e sulla raccolta degli scutmai portata avanti da Assandri Giancarla , ma interrotta dalla sua scomparsa. L’dea di all’ora era quella del ricordo.

Lo spunto nacque dai componenti dell’allora commissione cultura della biblioteca , ma poi alle idee bisognava dargli le gambe se ci si credeva veramente, quindi chi contattare se non un poeta locale, quindi venne coinvolto Giampietro Tenca che con il suo impegno, la sua capacità e la sua esperienza, si diede vita al concorso LA GHISOLA, con questo nome per anni si fece tale concorso.

Questo non ebbe momenti sempre lineari, ma ci fu la forza di continuare, di superare difficoltà momentanee, e questo lo si deve a chi ha sempre creduto in questo progetto.

Oggi questa esperienza continua  con un altro nome “ Eridanos” e con un’associazione importante come l’ARCIbassa, che onestamente è  una  delle  poche realtà locali che si occupa di cultura.

Oggi in un momento di decisionismo impellente , alcuni possono non credere in momenti collettivi di studio, di elaborazione e di confronto, ma l’esperienza e la durata nel tempo di questo concorso , dimostrano che sono molto importanti e che alla fine danno e daranno buoni frutti nella crescita culturale di un paese.

Gerelli Sante  (Gussola)

 

639 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online