Sabato, 15 maggio 2021 - ore 19.53

Nuovo Ospedale a Cremona ? Ma serve davvero? Fabio Amadini

Egregio direttore. sono stato ricoverato per una degenza di nove giorni presso il Reparto di Neurochirurgia dell’Ospedale Maggiore di Cremona.

| Scritto da Redazione
Nuovo Ospedale a Cremona ? Ma serve davvero? Fabio Amadini

Nuovo Ospedale a Cremona ? Ma serve davvero? Fabio Amadini

Egregio direttore. sono stato ricoverato per una degenza di nove giorni presso il Reparto di Neurochirurgia dell’Ospedale Maggiore di Cremona.

Dolorante e molto spaventato, all’inizio ho trovato sin da subito una particolare, piena attenzione al mio problema di salute nonché vera dedizione verso i bisogni e verso le necessità di ogni ammalato.

Ho sperimentato e toccato con mano quanto alto sia il livello di professionalità e di competenza, unito ad   un’ammirevole e amorevole sollecitudine rivolta ai degenti da parte dei medici, degli infermieri, dei fisioterapisti, degli operatori socio sanitari e di tutto il personale ausiliario operante in questo reparto, che rappresenta vera e autentica eccellenza - oserei aggiungere - nostra eccellenza di cui andare fieri e orgogliosi nel nostro territorio.

Voglio esprimere una considerazione che non vuol essere polemica, ma vuol connotarsi come constatazione fatta da un paziente.

Prima ancora di pensare ad un nuovo ospedale, rischiando di abbattere o estremamente dimensionare questa struttura che, a mio parere, tanto vecchia non è (ha la mia età, 50 anni), bisogna far sì che le risorse e i contributi regionali siano indirizzati a:

1) implementare e rendere lavorativamente più sicuro il futuro di tante risorse umane e professionali, operanti nel nostro ospedale;

2) promuovere e consolidare la formazione specifica di tali risorse attivando sempre opportunità di crescita e di miglioramento in modo che queste possano essere valorizzate, economicamente riconosciute e socialmente apprezzate;

3) dotare il nostro ospedale di attrezzature sempre più all’avanguardia, senza dover ricorrere a spostamenti di pazienti e degenti verso altre realtà, fornendo materiali, mezzi e strumenti ancor più adeguati per poter meglio curare ed assistere i malati;

4) potenziare e ristrutturare l’attuale ospedale, ripristinando nel contempo quei servizi e quelle opportunità socio sanitarie che sono state fiore a l l’occhiello ma che, incomprensibilmente (o forse per altro motivo) ci sono state tolte. (...)

Fabio Amadini

Assessore del Castelverde

 

Sondaggio: Nuovo Ospedale a Cremona o ristrutturazione dell’esistente? Esprimi la tua opinione

 

499 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online