Lunedì, 10 agosto 2020 - ore 18.10

Per non dimenticare | Agostino Melega (Cremona)

Non andrò mai più a visitare la Germania e di acquistare, come ho fatto in passato, qualche suo prodotto automobilistico o altro. Così, sicuramente mi guarderò bene di ritornare in Olanda.

| Scritto da Redazione
Per non dimenticare | Agostino Melega (Cremona)

Per non dimenticare | Agostino Melega (Cremona)

Non andrò mai più a visitare la Germania e di acquistare, come ho fatto in passato, qualche suo prodotto automobilistico o altro. Così, sicuramente mi guarderò bene di ritornare in Olanda.

Caro Direttore, quando il destino porta la storia di una persona ad attraversare momenti difficili, tali pesanti prove permettono di vedere come sia fatto veramente il mondo, offrendoti la maniera di distinguere in modo netto la componente dei generosi che ti hanno dato una mano e che si sono ricordati di te, e dall’altra gli altri, compresi quelli che in momenti non sospetti tu hai aiutato e che si sono ben guardati di ricordarselo.

La storia dei singoli è speculare a quella dei popoli. Dico questo perché noi tutti non ci si debba dimenticare di chi ci sta aiutando in questi momenti così difficili, intendendo riferirmi ai governi che hanno inviato esperti sanitari in aiuto agli eroici medici ed infermieri dei nostri ospedali.

 Da qui la mia decisione, una volta che il buon Dio voglia offrirmi la possibilità di vivere qualche anno ancora, di ricordarmi di chi ci è venuto incontro, così come di chi invece si è girato dall’altra parte.

 E quindi credo che non andrò mai più a visitare la Germania e di acquistare, come ho fatto in passato, qualche suo prodotto automobilistico o altro. Così, sicuramente mi guarderò bene di ritornare in Olanda. Invece tornerò molto volentieri in Russia e in Albania, cercando pure prodotti in Italia che provengano da là. Altrettanto, spero di poter visitare la Cina, andando a cercare nel frattempo in Italia merce e prodotti provenienti da quel lontano paese.

Così dicasi per Cuba con la speranza di poter constatare con mano il loro eccellente sistema scolastico, senza parlare di quello sanitario, come mi è stato detto da chi ha potuto verificarlo.

 Che dire, infine? “Óc e gàamba! (Occhio e gamba!)”, come consigliavano una volta i nostri vecchi con lapidaria sintesi. Traduco: “Vedere, constatare ed agire, senza farci prendere per i fondelli."

Agostino Melega (Cremona)

442 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online