Venerdì, 13 dicembre 2019 - ore 06.57

Piacenza Torna ‘Profondo giallo’ e… raddoppia! per la sua seconda edizione il festival

“Aspettando Profondo giallo” sarà una marcia di avvicinamento spettacolare, con tre concerti, una proiezione cinematografica, uno spettacolo teatrale e un evento letterario.

| Scritto da Redazione
Piacenza Torna ‘Profondo giallo’ e… raddoppia! per la sua seconda edizione il festival

Piacenza Torna ‘Profondo giallo’ e… raddoppia! per la sua seconda edizione il festival

“Aspettando Profondo giallo” sarà una marcia di avvicinamento spettacolare, con tre concerti, una proiezione cinematografica, uno spettacolo teatrale e un evento letterario.

Piacenza dedica al genere più amato dai lettori si articolerà infatti in due momenti: si parte con “Aspettando Profondo giallo”, scandito da 6 eventi organizzati tra venerdì 25 ottobre e venerdì 1 novembre, e solo a quel punto – quando la “voglia di crimine” sarà alle stelle – ci si immergerà nel week-end del festival. Il tutto, in realtà, non solo all’insegna del giallo, ma anche del nero: sono numerosi, infatti, gli appuntamenti legati al genere horror.

Più nello specifico, i concerti sono: “Uno bianca set-Bologna violenta” (venerdì 25, ore 22, Dopolavoro ferroviario), in cui con Nicola Manzan ripercorreremo i crimini dei fratelli Savi; “Elettro thriller” (giovedì 31, ore 22, Luppoleria) con Anais del Sordo e Corrado Cerutti a rivisitare le colonne sonore di grandi film horror in versione elettronica; “Musica da brividi” (venerdì 1, ore 22, Temple bar) con i migliori giovani musicisti piacentini che suonano le loro canzoni ispirate a frasi tratte dai migliori giallisti. Al cinema (domenica 27, ore 21, Sala Ritz) vedremo l’horror italiano “The Nest” in compagnia del regista Roberto De Feo e del protagonista Justin Korovkin, mentre a teatro (martedì 29, ore 21, San Matteo) ancora una volta ripercorreremo le vicende della Uno bianca con Michele Di Giacomo. Infine, l’unico evento letterario del prefestival sarà con Andrea Tarabbia, fresco vincitore del Premio Campiello 2019, e il suo romanzo “Madrigale senza suono” (lunedì 27, ore 21, Biblioteca Passerini Landi). Oltre a questi sei eventi – tutti a ingresso gratuito – i ragazzi delle scuole superiori potranno cimentarsi nel pomeriggio del 31 ottobre, in occasione di Halloween, nel contest “Piacenza scrive horror”.

Ma veniamo al festival vero e proprio. Sabato 2 e domenica 3 novembre, nella prestigiosa sede di Palazzo Farnese, sono in programma i 14 incontri letterari che caratterizzano il cuore della manifestazione. Sabato – dalle 10 alle 13 – avremo ospiti: Gesuino Némus con “Il catechismo della pecora” (Elliot); Bruno Gambarotta con “Il colpo degli uomini d’oro” (Manni); Antonio Paolacci e Paola Ronco con “Nuvole barocche” (Piemme). Nel pomeriggio – dalle 15 alle 19 – sarà la volta di Ben Pastor con “La canzone del cavaliere” (Sellerio); di Paolo Roversi con “Alle porte della notte” (Marsilio); di Eraldo Baldini con “La palude dei fuochi erranti” (Rizzoli); di Marina Di Guardo con “La memoria dei corpi” (Mondadori). Altri sette incontri sono previsti poi per la domenica, sempre suddivisi in tre al mattino e quattro al pomeriggio. Si inizia alle 10 parlando di giallo a Piacenza con Carlo Bernini, Filippo Fornari e Matteo Billi; a seguire interviene Valerio Varesi con il suo “Gli invisibili” (Mondadori); chiude a mezzogiorno Giuseppe Di Piazza con “Il movente della vittima” (HarperCollins). Si riprende alla 15 con Giulio Leoni e il suo “I delitti dei nove cieli” (Nord); segue Fabrizio Gatti con “Educazione americana” (La nave di Teseo); alle 17 è la volta dell’“Omaggio a Giorgio Faletti” con la vedova Roberta Bellesini e il direttore editoriale di Baldini+Castoldi Luca Ussia; conclude il pomeriggio Raul Montanari con il suo ultimo libro, “La seconda porta” (Baldini+Castoldi).

Ma “Profondo giallo” non è solo letteratura! Sabato, ore 17, sarà infatti possibile giocare a squadre al Cluedo vivente trovandosi in Piazza Cavalli e cercando indizi per tutto il centro cittadino, mentre domenica, alle 11, di fronte a Palazzo Farnese si raduneranno tutti coloro che vogliono scoprire i misteri della città in un’emozionante visita guidata con Paola Cerri e Barbara Tagliaferri. I bimbi fino a 6 anni potranno ascoltare sabato alle 16 una fiaba animata della biblioteca L’elefante che legge, mentre domenica i più grandi, sempre alle 16, potranno giocare a “Chi ha ucciso Pier Luigi Farnese?”. Entrambi gli eventi sono ancora una volta a Palazzo Farnese, così come le tre mostre che si potranno visitare nel finesettimana: “Dietro la maschera”, di Giovanni Calori, ci mostra i volti criminali ricostruiti da Lorenzo Tenchini, studioso ottocentesco che a Parma si ispirava alle teorie di Cesare Lombroso; “Nient’altro che il precario equilibrio dell’errore” è dedicata alle opere del giovane Domenico Gregorio; “Frammenti di cronaca nera a Piacenza” raccoglie infine i più impressionanti fatti criminali avvenuti in città negli ultimi vent’anni, che ci vengono mostrati dalle fotografie di Ermanno Mariani.

Per tutto il week-end a Palazzo Farnese sarà naturalmente presente il mercato dei libri, con tutti i volumi che vengono presentati e alcune chicche fuori commercio, oltre a una novità: lo street food dell’Osteria della Balera, che tra birre artigianali e altri prodotti a chilometro zero permetterà ai visitatori una partecipazione ancora più piacevole. Ulteriore novità di quest’anno è il geocaching, da giocare già a partire dal 25 ottobre e fino alla fine di “Profondo giallo”: ci sono dieci scatoline nascoste a Piacenza che celano altrettanti suggerimenti di lettura per un originalissimo “Omaggio ad Andrea Camilleri”.

Il festival di concluderà domenica alle 21 con “Fulci For Fake” (Sala Ritz), primo biopic su Lucio Fulci, maestro dell’horror anni Settanta. Saranno presenti il regista Simone Scafidi e la figlia Antonella Fulci.

www.festivalprofondogiallo.it

PROFONDO GIALLO  è un festival promosso da Comune di Piacenza-Assessorato alla cultura con il sostegno di: Regione Emilia-Romagna e Fondazione di Piacenza e Vigevano, a cura di Officine Gutenberg, direzione artistica: Gabriele Dadati, in collaborazione con: Cinemaniaci, Piacenza Music Pride, Fahreneit 451, Bookbank, Papero Editore, Crisalidi

Si ringraziano: Eataly, Xenia-B, Aurora Domus, Musici per Caso, Osteria della balera, Temple Bar, Luppoleria, Lo-Fai

Spaini&partners

In allegato calendario

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

Allegato PDF 2

224 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online