Venerdì, 10 aprile 2020 - ore 20.04

Prima di tutto lavoro . Cgil-Cisl-Uil- organizzano a Varese il 22 dicembre

| Scritto da Redazione
Prima di tutto lavoro . Cgil-Cisl-Uil- organizzano a Varese il 22 dicembre

PRESIDIO INv PIAZZA DELLA REPUBBLICAvore 9.30 - 13.00
Abbiamo dedicato il Natale 2010 all’Albero dei Cassaintegrati, per richiamare l’attenzione di tutti sulle decine di migliaia di donne e di uomini costretti a tirare la fine del mese con 850 euro lordi,
perché colpiti dalla crisi e senza più la certezza di un posto di lavoro.
Dedichiamo il Natale 2011 semplicemente al lavoro. Per dire tre cose semplici, ma fondamentali:
• per molti cassaintegrati di ieri, oggi gli ammortizzatori sociali stanno finendo e su di loro si proietta l’ombra della disoccupazione; per migliaia di persone e di famiglie il futuro è un dramma,
è disperazione
• l’Italia non può rassegnarsi alla crisi, il Governo Monti – che deve affrontare una situazione gravissima sotto il profilo economico e sociale – non ha fino ad ora mantenuto l’impegno di agire
con equità: la manovra economica colpisce i soliti noti; i lavoratori dipendenti ed i pensionati ne escono più poveri e più deboli e troppi di quelli che non hanno mai pagato continuano a non pagare
• ancora non c’è una coerente politica per la crescita; non c’è perché non si è fatta l’unica scelta possibile: quella di scommettere sul lavoro, come risorsa e non come costo, come opportunità
e non come problema, come valore e non come optional.
Ecco perché abbiamo scelto Varese, il territorio oggi forse più colpito in Lombardia dal rischio disoccupazione. Varese come le altre Province, come la Lombardia: terre dove si sono infrante le tante promesse di questi anni, ma anche terre che mantengono grandi potenzialità e che chiedono politiche nuove, che scommettono sulla crescita e sull’occupazione.
Ecco perché qui, a Varese, vogliamo costruire il muro del lavoro, a simboleggiare che solo con e dal lavoro si può ricostruire il futuro nostro e, soprattutto, quello delle giovani generazioni che non meritano che gli venga negato il futuro, né di essere illuse con i facili stereotipi dell’individualismo.
Il muro del lavoro come argine contro la crisi e la rassegnazione; il muro del lavoro da cui ripartire per ridare una prospettiva a tante e tanti, per far ripartire l’Italia.

fonte:cgil-cisl-uil varese

1244 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Padania Acque: Attivazione ufficiale casa dell’acqua per l’ospedale da campo di Crema alla presenza delle autorità

Padania Acque: Attivazione ufficiale casa dell’acqua per l’ospedale da campo di Crema alla presenza delle autorità

Presenti il Presidente di Padania Acque Claudio Bodini, l’assessore del Comune di Crema alla cura del territorio Fabio Bergamaschi, l'Amministratore Delegato di Padania Acque Alessandro Lanfranchi, l’assessore alla cultura del Comune di Crema Emanuela Nichetti, il direttore socio sanitario dell'Asst di Crema Pier Mauro Sala, il presidente della Protezione Civile di Crema Giovanni Mussi e alcuni volontari.