Lunedì, 18 novembre 2019 - ore 22.44

Ritornato l'allarme rosso sulle discariche di amianto

| Scritto da Redazione
Ritornato l'allarme rosso sulle discariche di amianto

La Federazione della Sinistra dichiara tornato in provincia di Cremona l'allarme rosso sulle discariche d'amianto.  A questa conclusione portano i due contemporanei annunci:  della Regione sul nuovo progetto di Cave Nord  circa la cava Retorto in comune di Cappella Cantone, e quello dell'assessore regionale leghista  al  territorio e rifiuti , Belotti  ,  che una discarica ce la dovremo senz'altro accollare.  Dunque per la giunta Formigoni,  e fino a prova contraria per la consorella giunta Salini, a niente sono servite le ripetute proposte di affrontare il problema amianto mediante impianti di vetrificazione, già testati in tutta Europa, economicamente vantaggiosi e  ecologicamente compatibili. Evidentemente la minaccia alla salute dei cittadini rappresentata da depositi d'amianto,  sotterrati ed esposti al dilavamento dell'acque di falda e meteoriche, non rappresenta per queste Giunte di centrodestra un gran problema.   La loro risposta ai vetrificatori è che sono costosi, e soldi non ce ne sono. Ma, aggiungiamo noi, quelli che pure sono sul tavolo servono a lor signori per le appetitosissime speculazioni viabilistico-immobiliari intitolate EXPO 2015.
Alla divulgazione delle intercettazioni ordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia sulla presenza mafiosa in Lombardia,  era parso che in Regione - giunta e uffici - fossero diventati più prudenti e ragionevoli. Il progetto di Cave Nord (la cui titolarità nel frattempo era passata di mano)  sull'ex cava Retorto era stato, con curiosa tempestività, dichiarato inidoneo : la suddetta società aveva solo dieci giorni  per proporne un altro,  e questo tempo pareva passato senza novità alcuna. All'improvviso, e senza che dagli uffici regionali fosse mai trapelato niente, il comune interessato viene informato del nuovo progetto, che dunque sarà sottoposto ad esame, ecc. ecc. Ventiquattr'ore più tardi l'assessore della Lega Nord (per carità, il Nord delle due denominazioni è puramente casuale!) avverte i cremonesi di non credersi esonerati dal fardello amianto .
Riaffermando da subito di essere, come già nel recente passato, di nuovo a fianco dei Comitati contro l'amianto, disponibile per tutte le iniziative in proposito, la Federazione della Sinistra della provincia di Cremona chiede intanto all'onorevole leghista Alberto Torazzi     , che di recente ha chiesto, per sacrosante ragioni ambientali,  di richiamare a verifica il progetto di cava sul Pianalto di Melotta in comune di Romanengo, se non abbia niente da obiettare, in privato e pubblicamente, al suo collega di partito in Regione.  Perché sia chiaro che difesa dell'ambiente e salute dei cittadini sono indissolubilmente legati, e ogni operazione affaristica che li minacci va contrastata con la massima determinazione. 

il coordinamento della Federazione della Sinistra

1341 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria