Mercoledì, 12 agosto 2020 - ore 05.01

Servizio Dipendenze ASST Cremona e APCAT PARTE IL CORSO DI SENSIBILIZZAZIONE

Servizio Dipendenze ASST Cremona e APCAT PARTE IL CORSO DI SENSIBILIZZAZIONE

| Scritto da Redazione
Servizio Dipendenze ASST Cremona e APCAT PARTE IL CORSO DI SENSIBILIZZAZIONE

Servizio Dipendenze ASST Cremona e APCAT PARTE IL CORSO DI SENSIBILIZZAZIONE

Da lunedì 8 a venerdì 12 aprile un corso aperto alla cittadinanza per affrontare attraverso l’approccio ecologico sociale i problemi alcolcorrelati.

In occasione del mese della prevenzione dei problemi alcolcorrelati, APCAT (Associazione Provinciale dei Club Alcologici Territoriali, presieduta da Giancarlo Pisciarelli) organizza in collaborazione con il SerD dell’ASST Cremona (Direttore Roberto Poli, Responsabile Nucleo Operativo Alcologia Emanuele Sorini) il “Corso di sensibilizzazione all’approccio ecologico-sociale ai problemi alcol-correlati e al Ben-Essere nella Comunità”.

L’evento, aperto alla cittadinanza, ha durata di una settimana e si svolgerà dall’8 al 12 aprile, presso la Sala riunioni dei Padri Barnabiti di San Luca a Cremona.

I principali obiettivi sono:

* produrre un cambiamento significativo negli atteggiamenti e comportamenti personali dei corsisti verso la multidimensionalità della vita, preoccupazioni e disagi nella ..

*promuovere livelli motivazionali a diventare promotori di Salute e di Ben-essere nella propria famiglia,  comunità, partendo da se stessi, dal proprio impegno sociale anche con  particolare attenzione a supportare i gruppi di auto-mutuo-aiuto, le comunità multifamiliari come Bene Comune già presente e da rinforzare nelle nostre comunità;

*collaborare ad attività di sensibilizzazione e di formazione nella propria comunità, partendo dai propri ambiti di impegno, lavorando per creare reti tra ambiti e mondi diversi, tutti impegnati nel rendere più eco socio equo sostenibile la vita sul pianeta.

APPROCCIO ECOLOGICO SOCIALE, COSA SI INTENDE?

L’Approccio Ecologico Sociale è stato ideato ed applicato dal Prof. Vladimir Hudolin, sperimentandolo efficacemente nell’affrontare i problemi alcol correlati, in una prospettiva di promozione della salute sulla base di un percorso originale che muove dai principi teorico-pratici della psichiatria sociale e dalla medicina di comunità, ponendo al centro la persona ed il suo senso di responsabilità.

Il temine “ecologico sociale” indica infatti il sistema complesso di interazioni e relazioni tra il singolo e i sistemi in cui esso vive: la famiglia, la comunità di appartenenza e il contesto ambientale in cui i vari sistemi sono inseriti.

I CONSUMI DI BEVANDE ALCOLICHE, NONOSTANTE LE ATTUALI TENDENZE ALLA LORO RIDUZIONE, CONTINUANO A RAPPRESENTARE UN NOTEVOLE PROBLEMA DI SANITÀ PUBBLICA.

ll consumo di alcol è un importante problema di salute pubblica, classificato in Europa come terzo fattore di rischio di malattia e morte prematura dopo il fumo e l’ipertensione arteriosa.

L’Italia, inizialmente collocata tra i Paesi con il consumo medio pro-capite più elevato, è stata tra i primi Paesi a ridurre significativamente i consumi, tanto che nel 2010 era il Paese con il valore più basso tra tutti i 28 Stati Membri dell’Unione Europea (UE) con 7,0 litri. Tuttavia, a partire dal 2010, il consumo di alcol in Italia è tornato a salire ed è nel 2014 pari a 7,6 litri (alcol puro per adulto consumati ogni anno).

I dati fanno emergere che a fronte di una leggera riduzione dei consumatori giornalieri di alcol si registra però un considerevole aumento dei bevitori fuori pasto e dei binge drinkers (persone che bevono fino ad ubriacarsi in un intervallo di tempo molto stretto), soprattutto tra i giovani, che sono i soggetti più vulnerabili agli effetti sia fisici sia mentali dell’assunzione di alcol e pertanto sono più esposti ai rischi che ne derivano.

In allegato:

- foto di Roberto Poli ed Emanuele Sorini

*****

UOS Comunicazione | ASST di Cremona

590 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online