Venerdì, 26 febbraio 2021 - ore 22.24

Signoroni - Massaggio in occasione della giornata della Memoria 27.01

Giornata della Memoria: ricordare per non dimenticare la storia e la memoria di milioni di vittime e perseguitati dal nazifascismo.

| Scritto da Redazione
Signoroni - Massaggio in occasione della giornata della Memoria 27.01

Signoroni - Massaggio in occasione della giornata della Memoria 27.01

Giornata della Memoria: ricordare per non dimenticare la storia e la memoria di milioni di vittime e perseguitati dal nazifascismo.

Il 27 gennaio del 2021 ricorre il 76 Anniversario della liberazione di Auschwitz.

 “Cari studenti non è solo una data, una ricorrenza nella quale prendere coscienza degli orrori compiuti dal totalitarismo e dal nazifascismo, ma diventare sempre più coscienti custodi dei valori universali dell’uomo e dell’umanità tutta, strenui difensori della libertà come di una società democratica pluralista, integrata ed integrante - così il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni, in particolare agli studenti di tutta la provincia - Ricordare i milioni di vittime dell’Olocausto è un impegno civico, una responsabilità che ci porta ad essere testimoni attivi e protagonisti dei valori fondanti la nostra società e di quanto, specificatamente, è sancito nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, approvata il 10 dicembre 1948 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, così come recita lo stesso articolo 1: “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”.

Le parole hanno un profondo peso ed ancor più le azioni che ne conseguono: tutti dobbiamo essere modelli di riferimento e testimoni attivi di tali principi, ognuno nel suo quotidiano.

I tempi che viviamo non sono facili e hanno posto in luce la fragilità sia dell’uomo che delle stesse società come delle relazioni interpersonali: proprio per questo dobbiamo ancor di più essere forti e determinati nell’applicare nella nostra vita principi e valori che ci legano gli uni agli altri, dove libertà e democrazia sono i pilastri su cui ci muoviamo e sui quali costruiamo insieme la società del domani”

Ha concluso Signoroni: “Gli orrori del nazifascismo e le stesse vittime dell’Olocausto ci impongono di apprezzare sempre più la vita e la fratellanza e di esser portatori di umanità, costruttori di pace e difensori della democrazia”.

 

169 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online