Mercoledì, 25 maggio 2022 - ore 01.54

Sottrazione di minori contesi, come affronta la questione la Farnesina

| Scritto da Redazione
Sottrazione di minori contesi, come affronta la questione la Farnesina

La sottrazione internazionale di minori contesi è un problema complesso e delicato, che l’Italia affronta con vari strumenti, tra i quali una task force ad hoc, recentemente tornata a riunirsi in presenza alla Farnesina dopo lo stop imposto dalla pandemia, presieduta dalla Direzione generale per gli italiani all’estero, con la partecipazione di rappresentanti dei Ministeri dell’Interno e della Giustizia. Il ministero degli Esteri ha di recente pubblicato una “Guida” con l’intenzione di fornire un orientamento ai genitori che si trovano in queste situazioni, in cui va detto che i figli sono sempre vittime.

Questo fenomeno colpisce da anni anche le famiglie miste italo-slovacche, quando in genere è il coniuge slovacco che riporta i figli piccoli nel suo paese di origine e impedisce in ogni modo e per anni all’altro genitore di incontrarli. Le autorità slovacche non si sono distinte in questi anni nel far rispettare diverse sentenze dei tribunali italiani e slovacchi passate in giudicato ma di fatto ignorate.

Ma come agisce la Farnesina in questi casi, che ammontano a diverse centinaia? E di quali strumenti si è dotato il nostro Paese?

Con Patrizio Nissirio per la serie “Voci dalla Farnesina”ne parlano Pier Luigi Gentile, già Console Generale a Casablanca e attualmente componente della Delegazione per la Presidenza italiana del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa; Giuseppe Vinciguerra, Direttore delle Autorità Centrali presso il Ministero della Giustizia, e Pierluigi Simonetti, Vicario Capo Ufficio alla Direzione Generale per gli Italiani all’Estero, Ufficio IV – che si occupa della tutela degli italiani all’estero, minori contesi e cooperazione giudiziaria internazionale.

 

193 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria