Martedì, 27 settembre 2022 - ore 23.18

Sudan. Due attiviste rischiano la pena di morte a Khartoum

| Scritto da Redazione
Sudan. Due attiviste rischiano la pena di morte a Khartoum

Najla Sayed Ahmed Al-Sheikh e Jaleeha Khameis Kuku, due attiviste sudanesi,  sono state accusate di crimini che prevedono la pena di morte.

Jaleeha, di etnia Nuba, era iscritta al SPLM –N e ha portato soccorso, a titolo personale, agli sfollati dal Sud Kordofan. In giugno  aveva rilasciato un’intervista in cui denunciava la critica situazione della popolazione del Sud Kordofan e chiedeva un cessate il fuoco.

Amnesty International ritiene che siano prigioniere di coscienza e chiede di attivarsi per il loro rilascio.

1167 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria