Giovedì, 12 dicembre 2019 - ore 14.07

UTIN Salviamo la Terapia Neonatale Cremona Quando la società civile supera i partiti | G.C.Storti

Il prossimo sabato 7 dicembre, davanti all’ospedale, è stato convocato da due genitori di una neonata prematura un Flahs Mob per evitare il ridimensionamento e/o lo smantellamento della UTIN (Unità Terapia Intensiva Neonatale ) considerata una eccellenza lombarda.

| Scritto da Redazione
UTIN Salviamo  la Terapia Neonatale Cremona Quando la società civile supera i partiti | G.C.Storti

UTIN Salviamo  la Terapia Neonatale Cremona Quando la società civile supera i partiti | G.C.Storti

Il prossimo sabato 7 dicembre, davanti all’ospedale, è stato convocato da due genitori di una neonata prematura un Flahs Mob per evitare il ridimensionamento e/o lo smantellamento della UTIN (Unità Terapia Intensiva Neonatale ) considerata una eccellenza lombarda.

La denuncia nasce  una quindicina di giorni or sono da un medico che con una lettera lancia l’appello. Partono i vari comunicati tesi a criticare la decisione della Regione Lombardia, le varie interrogazioni, le varie prese di posizione, richieste d’incontro con l’assessore Gallera per capire il perché di questa decisione.

Ma la svolta avviene quando i  due  genitori di una bimba nata prematura convocano  i cittadini a protestare per il prossimo 7 dicembre davanti all’Ospedale di Cremona e quando parte una petizione on line  di sostegno.

E’ questo un segnale preciso verso i partiti e la politica di centrosinistra che hanno difficoltà, in questa fase, a leggere i processi reali che coinvolgono le persone nel momento in cui vengono messi in discussione diritti fondamentali , come quello della salute.

Una bella risposta che oggi viene fatta propria anche dai giornali locali.

Bene. La società , dopo il torpore, si sta ‘svegliando’ e chiede alla Politica con la ‘P’ maiuscola  di farsi carico dei problemi veri delle persone.

Del resto il movimento delle ‘Sardine’ pone alla società ed alla politica  di dare risposte nuove a problemi vecchi e la partecipazione è un passaggio fondamentale.

Grazie dunque a Michel e Francesca  che in nome della loro figlia Lucrezia hanno aperto anche a Cremona una pagina diversa ed  nuova fase di partecipazione.

Partecipiamo al Flash Mob , leggiamo la loro lettera ( qui allegata)  e non accettiamo lo smantellamento dell’UTIM. Il passo indietro  lo deve fare l’assessore Gallera.

 

 

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

528 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online